Evoluzioni aeree con l'iPhone  1

La tradizione acrobatica targata Xendex si confronta con le possibilità del dispositivo Apple. Il risultato? Spettacolare, come al solito.

Fra tutti gli sport estremi, il motocross acrobatico è forse quello capace di regalare le emozioni più forti, anche solo per chi si limita a guardare. L'esecuzione aerea di coreografie sempre più elaborate e rischiose rappresenta un po' l'apice delle capacità umane, laddove il minimo errore di valutazione o l'improvvisa perdita di

bilanciamento possono tradursi in una vera e propria catastrofe. Xendex ha provato a catturare parte di questi elementi, nella fattispecie la precisione e la capacità di valutare i rischi, per farne una serie di videogame per dispositivi mobile. Di grande successo, oltretutto: ad oggi fra i tre episodi di Freestyle Moto-X e il nuovissimo Red Bull X-Fighters si contano qualcosa come due milioni e mezzo di acquisti. La cosa è iniziata un po' in sordina, sui cellulari Java-compatibili, ma fin dall'inizio le potenzialità del franchise sono apparse chiare: l'intuizione della grafica vettoriale così fluida e colorata, l'approccio prettamente arcade e il gameplay semplice e coinvolgente hanno conquistato tutti. Ora è arrivato il momento di affrontare la sfida dell'iPhone e confermare quanto di buono è stato fatto.

Senza mani!

La memoria, la prontezza e la precisione sono ancora il fulcro del prodotto Xendex: attraverso otto diverse location, per un totale di sessantaquattro sfide, il nostro obiettivo sarà di volta in volta quello di raggiungere un punteggio minimo per superare lo stage, con la possibilità in questo caso non solo di guadagnare coppe, ma anche di sbloccare interessanti "achievement". Come i suoi predecessori su cellulari Java, dunque, anche Red Bull X-Fighters vanta numeri

molto interessanti ed è capace di offrire un intrattenimento davvero duraturo a patto di apprezzarne le meccaniche. È possibile scegliere fra due sistemi di controllo differenti. Quello di default utilizza il "tilt" del dispositivo Apple per regolare l'inclinazione della moto in avanti o all'indietro, dunque bisogna inclinare l'iPhone a destra o a sinistra per ottenere l'effetto desiderato. L'unica funzione assegnata a un pulsante sul touch screen è la frenata, indispensabile per controllare il veicolo in determinate situazioni. Il sistema di controllo opzionale è invece più classico e si basa completamente sul touch screen, con due pulsanti direzionali posti ai margini dello schermo. Entrambi gli approcci hanno i propri pregi e difetti, chiaramente l'inclinazione dell'iPhone va "assimilata" prima di rivelare le proprie potenzialità e richiede in molti casi una certa pazienza. L'esecuzione dei trick si ottiene disegnando sullo schermo venti diversi "simboli", e la concatenazione delle acrobazie diventa possibile grazie a una sorta di "bullet time" che si innesca in tale frangente. Per il resto, valgono le regole di sempre: calcolare bene i tempi, atterrare nel migliore dei modi, prestare attenzione alle indicazioni che il gioco ci fornisce prima di ogni sfida.

Realizzazione tecnica

Le animazioni sono da sempre uno dei punti di forza del prodotto Xendex, e su iPhone il la cosa non poteva che continuare a evolversi. Abbiamo dunque un pilota poligonale di discreta fattura, che esegue le varie acrobazie in modo convincente mentre l'inquadratura passa dalla

visuale a tre quarti standard a un primo piano ripreso di lato durante il "bullet time". Ci troviamo di fronte a un titolo spiccatamente arcade, dunque la fisica implementata è a uso e consumo dell'azione: la moto ruota in avanti o all'indietro a seconda degli input che forniamo, mentre la tenuta cambia in base al terreno su cui ci troviamo a gareggiare. Gli scenari sono contraddistinti da texture piuttosto ripetitive e di scarsa qualità, purtroppo, con un pubblico bidimensionale appena accennato e alcuni fasci di luci colorate a nascondere una generale desolazione. La colonna sonora rockeggiante appare adatta al contesto, anche se difficilmente ce ne ricorderemo dopo aver premuto il pulsante Home.

La versione testata è la 0.4.0

Multiplayer.it

7.4

Lettori (3)

3.5

Il tuo voto

Per Red Bull X-Fighters, Xendex punta ancora una volta sul mix vincente costituito da giocabilità immediata e gran numero di stage. Il risultato è un prodotto in linea con quelli disponibili per i cellulari Java-compatibili: divertente, coinvolgente e longevo. Il sistema di controllo tramite tilt risulta discretamente preciso, ma va assimilato per bene se vogliamo portare a termine con successo anche le evoluzioni più complesse. In alternativa, il touch screen ci dà la possibilità di gareggiare fin da subito al massimo delle nostre potenzialità, grazie a una risposta agli input puntuale e priva di sbavature. Tecnicamente il gioco è come ce lo si aspettava, dunque la spettacolarità delle manovre non manca ma si poteva fare decisamente di più per quanto riguarda gli elementi di sfondo. Se vi piace il genere e magari avete provato i vari Freestyle Moto-X solo superficialmente, si tratta di un acquisto vivamente consigliato.

PRO

  • Due sistemi di controllo fra cui scegliere
  • Un gran numero di sfide e trick
  • Tecnicamente ben fatto...

CONTRO

  • ...ma gli scenari potevano essere più curati
  • Azione ripetitiva
  • Sonoro di scarso impatto

VAI ALLA SCHEDA DEL GIOCO

In digital delivery su None