Battle BearsTeneri orsetti da massacrare 

Sulla scia di prodotti come Happy Tree Friends, Blackish Games realizza per iPhone uno sparatutto davvero particolare.

Battle Bears per iPhone
In digital delivery su None

"Ti abbraccerò fino a soffocarti": è più o meno questo il motto dei teneri orsetti che in Battle Bears rappresentano il nemico da abbattere. A capo di una squadra d'assalto composta anch'essa da orsi parlanti, in questo caso però molto poco propensi alle tenerezze, il giocatore deve dunque affrontare una serie di stage in cui bisogna letteralmente sparare a tutto ciò che si muove. Il nostro personaggio è barricato dietro alcuni sacchi di sabbia che possono proteggerlo solo momentaneamente dalle violente effusioni dei suoi avversari, che arrivano in massa e non si fermano finché non vengono fatti a pezzi. Teneri orsetti da massacrare Il funzionamento di una meccanica così semplice su iPhone è ancora più intuitivo: con il pollice destro regoliamo lo spostamento del mirino, con quello sinistro apriamo il fuoco con l'arma equipaggiata. È possibile portarsi in battaglia un'arma extra oltre alla mitragliatrice di default: dobbiamo sceglierla durante la pausa fra un livello e l'altro e premere la relativa icona sullo schermo per equipaggiarla. Le armi extra aumentano man mano che completiamo gli stage, e ci offrono funzioni alternative e interessanti: il "bearzooka", ad esempio, è un classico lanciarazzi (caricato in questo caso con i resti degli orsetti già uccisi) dalla grande potenza di fuoco, capace di spazzare via interi gruppi di nemici con un solo colpo; la balestra offre invece un tipo di attacco più preciso ma letale: basta un colpo per togliere di mezzo un orsetto; il megafono non si presenta come una vera e propria arma, ma a colpi di volgarità può "scandalizzare" i nemici al punto da stordirli per alcuni istanti. È anche possibile spendere i propri punti per irrobustire i sacchi di sabbia protettivi, in modo da resistere di più quando la pressione aumenta. La modalità di gioco principale è anche l'unica disponibile, purtroppo, dunque la pur esigua spesa di 79 centesimi per acquistare il prodotto SkyVu Pictures appare un po' sproporzionata all'offerta, quantomeno rispetto a tanti altri titoli dallo stesso prezzo ma decisamente più "corposi".

Che simpatico l'orsetto, quasi quasi lo stritolo...

Il punto di forza di Battle Bears sta certamente nelle divertenti sequenze di intermezzo fra uno stage e l'altro (purtroppo non localizzate in Italiano), che fanno avanzare la "trama" e introducono nuove location e nuove armi. Il gioco in sé, però, diventa rapidamente ripetitivo e privo di particolare mordente: alla fine dei conti non è altro che una sorta di Teneri orsetti da massacrare "survival" in cui gli avversari si fanno man mano più numerosi e bisogna dosare il fuoco nel modo migliore per non trovarsi nell'incombenza di ricaricare l'arma proprio quando gli orsetti ci sono addosso. Ai nemici standard talvolta se ne affiancano altri più grossi e resistenti, che per fortuna costituiscono una minoranza e compaiono solo in determinati momenti: buttarli giù non è semplice e porta via molto tempo. Il sistema di controllo è davvero semplice e si assimila in un istante, ma soffre di fastidiosi "blocchi" che ci impediscono di gestire il mirino in modo sempre fluido, costringendoci talvolta a rinnovare la "presa" sul touch screen. Per quanto riguarda la realizzazione tecnica, le sequenze di cui sopra sono davvero belle da vedere per via dell'ottimo stile di disegno, anche se l'animazione in sé è un elemento poco presente. La grafica vera e propria appare funzionale all'azione ma nulla più: i nemici sono sempre gli stessi e si muovono tutti nello stesso modo, possono essere fatti a pezzi a colpi di mitra ma l'effetto del sangue che sgorga risulta prevedibile e crea ben poco "stupore" rispetto a quello che è il contesto "teneroso" voluto dagli sviluppatori. Gli effetti sonori sono mediocri e "soffici", accompagnati da musiche ripetitive al massimo (addirittura loop di pochi secondi...).

La versione testata è la 1.1

Clicca per votare!
5.0

Redazione

5.0

Lettori (3)

Non c'è molto da dire circa Battle Bears: si tratta di uno sparatutto davvero semplice e ripetitivo, contraddistinto da un gameplay limitato in cui l'unico elemento di stacco è rappresentato dalle armi extra. L'idea alla base del gioco, ovvero orde di teneri orsetti di peluche da fare a pezzi, è simpatica ma ormai tutt'altro che originale (vedi appunto i numerosi prodotti della serie Happy Tree Friends), e non basta da sola a conquistare il giocatore. Gli stage si susseguono con l'unica variante della difficoltà, espressa peraltro solo in termini quantitativi dato che i nemici si comportano sempre nello stesso modo. A questo bisogna aggiungere un controllo via touch screen non sempre preciso, anzi spesso soggetto a fastidiosi "blocchi" che nelle situazioni più concitate possono anche fare grossi danni. Se vi piacciono gli sparatutto, sicuramente c'è di meglio in giro.

Tommaso Pugliese

Pro

  • Idea di base carina, anche se non originale
  • Molto semplice e immediato
  • Buon numero di armi differenti

Contro

  • Ripetitivo e limitato
  • Qualche problema con i controlli
  • Sonoro di una pochezza disarmante

TI POTREBBE INTERESSARE