6.9

Redazione

8.5

Lettori (67)


  • 60
  • 3
  • 71
  • 0
  • Data di uscita: 24 settembre 2009
  • Piattaforme: wii
  • Tipologia di gioco: Picchiaduro

One Piece: Unlimited Cruise 2One Piece parte seconda 22

A tre mesi di distanza dall'uscita di Unlimited Cruise 1, ecco arrivare la conclusione del coloratissimo tie-in esclusiva Wii tratto dal manga di Eiichiro Oda.

I possessori di Wii appassionati di manga e anime avranno accolto con entusiasmo l'annuncio di One Piece: Unlimited Cruise in esclusiva per la console Nintendo. Meno divertente sarà stato scoprire che tale titolo è stato diviso in due parti per motivazioni squisitamente economiche, segno evidente che i tempi sono cambiati ed è difficile aspettarsi (specie da un tie-in) prodotti estremamente corposi e longevi. Di una cosa, però, è davvero difficile lamentarsi: l'impegno che gli sviluppatori del team Ganbarion hanno profuso per rendere il gioco più fedele One Piece parte seconda possibile al manga per quanto concerne la storia (completamente inedita), i dialoghi (spesso davvero divertenti) e la presenza di tutti i personaggi finora apparsi nella serie. Per un fan di One Piece, assistere alle numerose sequenze di intermezzo presenti in Unlimited Cruise è davvero uno spasso, merito anche degli ottimi modelli poligonali utilizzati per l'occasione, che riproducono nel migliore dei modi l'aspetto fisico e le espressioni facciali di Monkey D. Rufy, Zoro, Sanji, Usop, ecc. Molto spesso l'acquisto di questo genere di prodotti è consigliato solo agli appassionati, e non ci troviamo di certo di fronte a un'eccezione: "sopportare" le meccaniche di gioco alla base di One Piece: Unlimited Cruise 2 - Il Risveglio di un Eroe è un'impresa che solo i fan del manga e/o della serie animata potranno sostenere. Intendiamoci: gli sviluppatori hanno avuto diverse idee interessanti e il sistema di controllo appare ben studiato e adatto alle peculiarità della console Nintendo, ma alla fine dei conti l'azione si limita a lunghissime fasi di esplorazione piuttosto sterili e limitate, ravvivate solo da decine e decine di combattimenti casuali degni di un RPG. Ottenuto l'oggetto X attraverso il classico backtracking, si può accedere a una nuova porzione della mappa e magari affrontare un boss.

Il frutto del diavolo

Un gameplay limitato e ripetitivo, dunque? Diciamo che l'elemento della varietà è rappresentato quasi esclusivamente dalla crescita dei personaggi, che in Unlimited Cruise possono non solo diventare più potenti e più resistenti man mano che eliminano schiere di avversari, ma vedono il proprio arsenale di mosse arricchirsi di conseguenza. Prendiamo Rufy, ad esempio: all'inizio la sua combo d'attacco è costituita semplicemente da un pugno e un calcio, ma attraverso il level-up non solo questa si arricchisce di un devastante movimento ulteriore ("gom-gom ascia"), ma viene affiancata da attacchi accessori tanto divertenti da eseguire (agitando il Wii-mote, magari, come nel caso della raffica di pugni) quanto spettacolari da vedere. One Piece parte seconda È un peccato che la pratica di concentrarsi sul potenziamento di un unico personaggio alla fine non paghi, specie in questa seconda parte di UC. Una volta avviato il gioco, infatti, ci viene chiesto se vogliamo importare il salvataggio del primo episodio, che magari nel frattempo abbiamo completato. Se lo facciamo, possiamo disporre di personaggi già potenziati fin da subito e renderli man mano ancora più forti, riuscendo a tener testa praticamente a ogni minaccia nel migliore dei modi; se non lo facciamo, dobbiamo "ricominciare daccapo" e la cosa può rappresentare un grosso problema, visto che persino alcuni degli avversari "di base" si rivelano piuttosto resistenti ai nostri colpi migliori. Privilegiare alcuni personaggi della ciurma piuttosto che altri, insomma, viene quasi naturale, ma tale pratica si paga salata quando arriva il momento di affrontare un boss e i nostri preferiti vengono neutralizzati: ci si trova poi a colpire il nemico con i personaggi che non abbiamo potenziato, dotati solo di attacchi di base inefficaci. Il sistema di selezione non è cambiato: basta premere il tasto "-" sul Wii-mote perché si apra una schermata da cui è possibile cambiare il nostro alter-ego scegliendolo fra i nove disponibili. Le loro caratteristiche non sono cambiate, dunque c'è Usop che è specializzato negli attacchi a distanza grazie alla sua fionda e alle varie armi, Zoro che possiede gli attacchi "da mischia" migliori per via delle tre spade brandite contemporaneamente, Sanji che si conferma tanto potente quanto veloce, ecc.

Crociera senza limiti

One Piece: Unlimited Cruise 2 - Il Risveglio di un Eroe inizia laddove la prima parte finisce, dunque Rufy e i suoi compagni si trovano a dover tornare sulle isole che hanno già esplorato per riportare Gabri alla sua forma originale. Per fortuna il paesaggio di ogni location è cambiato radicalmente, quindi si tratta a tutti gli effetti di muoversi all'interno di stage nuovi, benché contraddistinti da un design meno ispirato rispetto a quanto visto in precedenza. Il sistema di trasformazione degli oggetti in punti è quello che già conosciamo e ci spinge a interagire con lo scenario ogni volta che possiamo per raccogliere qualcosa. I materiali possono One Piece parte seconda successivamente essere lavorati per la creazione di equipaggiamento e strumenti extra come ponti, "fionde" e scale. I minigame in cui bisogna usare il sistema di rilevazione di movimento del controller sono stati aumentati, ma rimangono sempre molto semplici e limitati. Agli occhi dei fan di One Piece, la risoluzione degli enigmi legati alla raccolta degli oggetti può dare grande soddisfazione, visto che in questi casi la trama avanza e si può vedere come si comportano i vari personaggi di fronte alle nuove scoperte effettuate sulle isole. Dal punto di vista tecnico non si notano cambiamenti, quindi da un lato abbiamo i già citati modelli poligonali ben disegnati e fedeli al tratto di Oda, dotati peraltro di un buon set di animazioni, dall'altro un frame rate decisamente ballerino, che alterna fasi molto fluide (60 fps?) ad altre scattose, denunciando più di una mancanza nel lavoro di ottimizzazione del motore grafico. Tutto ciò che appare sullo schermo è coloratissimo e vivace, ma non si può certo dire che il design degli scenari e dei nemici sia all'altezza delle aspettative: ci si trova a esplorare location molto spoglie e ripetitive, che rappresentano un passo indietro rispetto a quelle presenti in Unlimited Cruise 1, mentre gli avversari vantano poche varianti. I dialoghi del gioco sono parlati in Giapponese e sottotitolati in Italiano, mentre musiche ed effetti svolgono un lavoro discreto ma non esaltante.

Vista la sua particolare natura, è difficile valutare One Piece: Unlimited Cruise 2 - Il Risveglio di un Eroe senza fare riferimento all'episodio uscito tre mesi fa. Presa nella sua interezza, la nuova avventura di Rufy e della sua ciurma potrà conquistare i fan della serie così come lascerà indifferenti tutti gli altri. Per il tipo di struttura, questa seconda parte stenta un po' a reggersi sulle sue gambe ed è fortemente consigliato iniziarla solo dopo aver recuperato il salvataggio di UC1. Il sistema di combattimento non è cambiato, le mosse a disposizione dei nove personaggi sono numerose e l'uso del Wii-mote appare basilare ma efficace. Rimane il problema della gestione della visuale, purtroppo pessima, mentre sembra sia stato fatto un passo indietro dal punto di vista degli scenari. Se avete comprato Unlimited Cruise 1 e siete fan di One Piece, sarebbe stupido privarsi della seconda parte della storia. Non aspettatevi delle novità, però...

Tommaso Pugliese

Pro

  • I fan di One Piece ne saranno entusiasti
  • Ottimo sistema di crescita dei personaggi
  • Grafica coloratissima e molto fedele al manga

Contro

  • Scenari mediocri
  • Azione fortemente ripetitiva
  • Nessuna novità rispetto alla prima parte