Family Trainer: Extreme ChallengeGiochiamo in famiglia 

Un tappetino e 15 giochi per tutta la famiglia

Nonostante il titolo, Family Trainer non è un software di allenamento. Non ne ha nessuna caratterista e neanche nessuna intenzione. I giochi non sono esercizi, non c'è un rapporto delle attività svolte, delle calorie bruciate e del tempo speso nel gioco. Solo 15 giochi da effettuare per mezzo del tappetino da stendere a terra e del controller del Wii. Una volta fatta chiarezza sulla natura del gioco andiamo nel dettaglio del pacchetto e dell'offerta proposta da Namco/Bandai nel secondo capitolo della serie Family Trainer.
L'imbarazzo provato dai creatori nella scelta del titolo sembra essersi concretizzata anche nell'impostazione del gioco. I menu sono poco esplicativi, non si capisce bene la differenza tra una scelta e l'altra e quale faccia al caso nostro. Sono una sequenza di scelte a cascata che ci portano fino a delle sotto-raccolte dei giochi inseriti nel gioco. Le prime voci, quelle chiamate "principianti" contengono solo tre giochi, e via via si può accedere ad una serie sempre più numerosa e quindi più impegnativa sia fisicamente che come dispendio di tempo.
Non c'è una modalità storia, non c'è una modalità party, ma solo un elenco di voci sbloccabili una dopo l'altra, fino alla fine della lista.

Ti stendo il tappeto

Una volta spiegato il tappeto ed averlo collegato ad una delle porte nascoste dallo sportellino del Wii, siamo pronti all'azione, giusto il tempo di scegliere un personaggio che ci rappresenti e che potrà essere sostituito da un Mii una volta sbloccata la funzione. Quello che i programmatori hanno preparato per noi sono delle rappresentazioni di sport reali. C'è ad esempio la bmx, lo skateboard, i roller, o anche la scalata a mani nude, o un semplice salto della corda. Tutti questi eventi sono stati adattati al tappeto con risultati a volte più fedeli che altre. Giochiamo in famiglia Nel salto della corda basta saltare sul posto facendo attenzione però a ricadere sempre nei bottoni centrali, nella bmx o nei roller, si dovrà simulare la pedalata e la falcata alternando i piedi sul tappeto. Se stiamo guidando, inclinando il controller Wii curveremo a piacimento. Più in generale i tasti centrali del tappeto rappresentano un salto, mentre le altre direzioni sono usate per le evoluzioni o gli spostamenti. Tuttavia il risultato lascia abbastanza perplessi, se in certi casi la similitudine tra quello che si farebbe in realtà e quello che siamo chiamati a fare è concreta, in altri si tratta per lo più di schiacciare a caso che tanto un risultato lo si produce lo stesso.

E la famiglia?

Sebbene i giochi proposti siano effettivamente adatti a tutti, il gioco è limitato solamente a due persone alla volta, scelta probabilmente figlia del fatto che il tappetino di gioco è uno solo e bisogna alternarsi ai comandi. Attese più lunghe avrebbero infastidito oltremodo i giocatori in pausa. Giochiamo in famiglia Affrontando il gioco in multiplayer non cambia praticamente nulla rispetto alla modalità ad un giocatore se non per il fatto che ci saranno due turni di gioco, e il confronto del punteggio finale. Spostandoci sul fronte grafico il gioco è rappresentato da una simpatica caratterizzazione grazie ad una tecnica grafica che simula le linee caratteristiche dei fumetti e dei cartoni animati. Niente di avanzato ma sufficiente allo scopo. Il problema principale di Family Trainer: Extreme Sport è una evidente confusione in fase di pianificazione. E' troppo spartano per il mercato a cui si rivolge e le spiegazioni dei giochi non sono sempre chiare, così come non lo è nemmeno l'interfaccia, che non guida il giocatore senza farlo sentire smarrito all'interno delle scelte effettuate. Se alcuni giochi sono gratificanti, la maggior parte non trovano un corrispettivo soddisfacente in gioco. Sicuramente i più piccoli si divertiranno a muoversi e a saltare davanti alla tv, ma il rischio è quello di stufarsi presto, e l'offerta della concorrenza si fa sempre più interessante.

Ci piace

  • Alcuni giochi divertenti
  • Stile grafico azzeccato

Non ci piace

  • Interfaccia poco chiara
  • Alcuni giochi realizzati con superficialità
  • Stanca subito

TI POTREBBE INTERESSARE