6.3

Redazione

8.2

Lettori (2)


  • 1
  • 0
  • 1
  • 0
  • Data di uscita: 30 novembre 2009
  • Piattaforme: wii
  • Tipologia di gioco: Gioco di Guida

Monster 4x4: Stunt RacingArrivano i mostri 4

Salti, acrobazie e assurde scalate su pareti verticali; Ubisoft riuscirà a divertirci o siamo davanti all'ennesimo titolo da lasciare sullo scaffale?

Cosa c'è di più eccitante ed adrenalinico di una folle gara tra mezzi custom a quattro grintose ruote motrici? Monster 4x4 Stunt Racer prende tutta l'essenza di questi veicoli tipicamente americani e la condensa in un titolo divertente e velocissimo.

Spirito ambientalista

Come è ben noto le trazioni integrali danno il meglio di se su un po' tutte le superfici: fango, neve, pareti verticali... Pareti verticali? Un attimo e ci arriviamo! Nel titolo in questione non troverete mai nulla di esplicitamente nuovo o particolarmente innovativo, ma l'insieme degli elementi forma comunque un piacevole prodotto. Le basi sono decisamente solide. Sono infatti presenti un discreto numero di mezzi fuori di testa, velocissimi e potentissimi, tra cui scegliere, ognuno ovviamente con diverse caratteristiche e stili di guida. Non manca la barra del turbo, ormai quasi scontata, da riempire eseguendo manovre e figure spericolate e da scaricare al momento giusto. Arrivano i mostri Infine sono presenti un certo numero di tracciati mediamente vari e ben congegnati con le immancabili scorciatoie e corsie di accelerazione. Le modalità in cui affrontare questi tracciati sono in tutto cinque e vanno dal solito "Gara" al meno scontato "Sopravvissuto" in cui ogni dieci secondi l'ultimo della corsa esplode. Simpatica la modalità "Freestyle" dove impegnarsi ad inanellare combo spettacolari di acrobazie e, ancora, abbastanza difficile la modalità, anche questa decisamente canonica, "sfida contro il tempo". Interessante anche "Sfasciacarrozze" in cui si è impegnati a distruggere, toccandole, un certo numero di macchine per poter così "caricare" il punteggio di una special car da far esplodere quindi per ultima. Chiude la carrellata una particolare sfida, "maestro d'armi", in cui si devono colpire, per ottenere la maggiore distruzione possibile, tre tipi di bidoni esplosivi di cui uno che fa esplodere quelli presenti nelle immediate vicinanze, un altro che viene lanciato a seconda del punto d'impatto e infine l'ultimo a ricerca. Chiudiamo con una piacevole sezione multiplayer che racchiude tutte le modalità sopra indicate.

Mostruosamente divertente?

Tutto qui, nel senso che Monster 4x4 Stunt Racer si rivela subito per quello che è ovvero un titolo modesto ma dotato di una struttura talmente collaudata e consolidata da risultare comunque piacevole. Tutto infatti risulta qualitativamente medio; i controlli si comportano abbastanza bene sia se giocato con il volantino che con la configurazione con il Nunchuk. Indubbiamente il volante sospeso nell'aria è decisamente più divertente da usare, anche se meno preciso e a volte un po' bizzoso nell'eseguire le acrobazie, rispetto al tradizionale joystick. La difficoltà non risulta mai troppo elevata, a parte alcune prove dove suderete un bel po', anche perché una volta compresi i meccanismi che consentono la vittoria è facile riprodurli all'occorrenza. Arrivano i mostri Capita un po' troppo sovente infatti di riuscire ad eseguire l'intero percorso utilizzando costantemente il turbo. Questo aspetto semplifica la gara soprattutto contro la modestissima intelligenza artificiale gestita dalla cpu ed ha anche un effetto collaterale. Dopo qualche partita, infatti, ci si chiede se stiamo giocando ad un clone di F-zero piuttosto che ad una simulazione di pesanti e potenti mezzi 4x4. L'impressione è rafforzata anche dal fatto che in alcune parti delle piste si può letteralmente sfidare ogni legge fisica correndo per lunghissimi tratti sulle pareti. La cosa è implementata mediamente bene, anche se a volte risulta decisamente un po' forzata. Sfidare la forza di gravità consente in genere di ottenere dei buoni vantaggi come il mantenimento del moltiplicatore delle combo tra una rampa di salto e l'altra o l'allungamento del tempo a disposizione, o ancora, semplicemente, la possibilità di sfruttare gli acceleratori e tagliare pezzi del percorso.

Tecnicamente

Arrivano i mostri Mediocre è anche la realizzazione tecnica, al cospetto di una velocità di tutto rispetto, che cala solo in rarissime situazioni, si stagliano purtroppo texture e costruzioni poligonali che più volte richiamano il Nintendo64. L'insieme in se risulta comunque funzionale, e questo fa perdonare parecchie cose, ma risulta comunque un po' fastidioso l'uso della stessa palette di colori per la maggior parte dei circuiti. A parte alcuni, infatti, tendono esteticamente ad assomigliarsi tutti ed è un po' un peccato. Inoltre spesso ci si imbatte in bachi più o meno gravi con collisioni non proprio perfette o la propria auto che scompare inghiottita dalla pista. La scarsissima intelligenza artificiale degli avversari invece mina decisamente il livello di sfida. Soprattutto nella modalità in cui distruggere le auto, da affrontare in tre giri, i piloti virtuali compiono ad ogni turno le stesse azioni ammazzando una sfida che avrebbe potuto diventare molto divertente. La musica invece presenta dei motivi abbastanza sciatti e monotoni essendo basati esclusivamente su chitarre elettriche ignoranti. La sezione multiplayer è realizzata sufficientemente bene con però gli ovvi cali di frame rate e impoverimenti grafici. Per concludere non si può non ribadire quanto già accennato in precedenza: è un po' un peccato ritrovarsi con una realizzazione tecnica e strutturale così mediocre con delle basi così solide e divertenti da cui partire. Per un breve noleggio a qualche sezione pomeridiana senza troppe pretese fa degnamente il suo lavoro, ma non aspettatevi un titolo profondo o con cui passare pomeriggi interi a cercare di migliorare i vostri risultati.

Apparentemente in sede di recensione ci troviamo di fronte ad una contraddizione: all'inizio si afferma che Monster 4x4 Stunt Racer è un titolo divertente e in conclusione si dice che è un titolo mediocre. Le due cose però possono tranquillamente convivere: a piccole dosi ci si diverte, come potrebbe farlo un qualsiasi titolo di questo tipo, ma sul lungo periodo saltano fuori tutte le magagne, e questo fa rimpiangere una realizzazione più curata e approfondita. Ubisoft si merita quindi una sufficienza, ma nulla più.

Andrea Franzone
 

Pro

  • Divertente e adrenalinico
  • Piste piacevoli
  • Vario quel tanto che basta

Contro

  • Realizzazione mediocre
  • IA degli avversari rivedibile
  • Sul lungo non regge