8.0

Redazione

8.5

Lettori (8)


  • 9
  • 1
  • 13
  • 1
  • Data di uscita: 19 giugno 2009
  • Piattaforme: wii
  • Tipologia di gioco: Action, Platform

NyxQuest: Kindred SpiritsL'Icaro scaricabile 0

No, non si tratta ancora di Kid Icarus, ma di una produzione indipendente dotata di fascino e struttura: NyxQuest per WiiWare

Nonostante siano molte le produzioni basate su concept semplicissimi all'interno di WiiWare, il digital delivery di Wii ci ha anche mostrato alcune geniali applicazioni dell'interfaccia caratteristica della console Nintendo che fronteggiano a testa alta i titoli tripla A che si fregiano normalmente dell'uscita in negozio e di una confezione. L'Icaro scaricabile In effetti, si può considerare il catalogo scaricabile come una vera e propria fucina di idee in questo senso: privato del peso e delle responsabilità di una produzione dal grosso budget ma anche - volendo - liberato dalla logica di mercato che impone il riciclaggio continuo delle idee, il mondo di WiiWare consente agli sviluppatori di sbizzarrirsi in concetti originali che, a volte, sembrano mostrare al pubblico e agli addetti ai lavori quale dovrebbe essere lo spirito giusto con il quale applicarsi allo sviluppo per Wii. Uno di questi esempi è dato proprio da NyxQuest: Kindred Spirits, un particolare mix tra puzzle game e platform che ricorda un po' (soprattutto per la disposizione dei comandi tra Telecomando e Nunchuck) quel piccolo capolavoro di LostWinds, uno dei primi esempi di pieno sfruttamento del potenziale offerto dalla piattaforma di digital delivery Nintendo. Sviluppato dal team indipendente spagnolo Over The Top Games e conosciuto inizialmente con il nome Icarian: Kindred Spirits - e rinominato presumibilmente per non rischiare equivoci con l'altro "Icaro" Nintendo, ovvero il tanto atteso Kid Icarus - il gioco sfrutta le suggestioni del mito greco nato dalla penna di Ovidio per mettere in scena una storia semplice ma d'effetto, e soprattutto un gameplay veramente interessante. Si tratta in sostanza di un puzzle game dotato di una struttura in stile platform, nel quale dobbiamo ci troviamo a controllare una piccola figura alata chiamata Nyx fino alla conclusione dei livelli, correndo, saltando, planando e utilizzando poteri speciali attraverso il puntatore.

Una storia antica

NyxQuest: Kindred Spirits prende a prestito la favola di Icaro, celebre passaggio all'interno delle Metamorfosi di Ovidio, e la rielabora a modo suo piegandola alle necessità di un videogioco. Forse per non scomodare più di tanto il mito, protagonista di questa storia è un personaggio inedito, chiamato appunto Nyx, una semi-divinità femminile che ha stretto un'amicizia particolare con Icaro, che grazie alle sue ali artificiali ha raggiunto il regno celeste e conosciuto la giovane alata. Quando Icaro scompare misteriosamente, Nyx decide di andarlo a cercare: scendendo sulla superficie della Terra, la protagonista trova un mondo in macerie, e in mezzo a queste inizia la sua ricerca. L'Icaro scaricabile Il sistema di controllo è suddiviso equamente tra Telecomando e Nunchuck, con quest'ultimo deputato al movimento del personaggio principale attraverso lo stick analogico e il primo a comandare le abilità speciali donate dalle varie divinità benevole attraverso un puntatore su schermo. Oltre a correre, spingere oggetti, saltare e planare grazie alle ali, Nyx è in grado di spostare gli oggetti a distanza, sollevare folate di vento e scagliare fulmini sui nemici attraverso i poteri divini che vengono sbloccati progressivamente nel corso del gioco, utilizzabili agendo direttamente sugli oggetti presenti nello schermo con il puntatore. E' dunque indispensabile la coordinazione tra il movimento del personaggio e l'interazione con gli elementi dello scenario, ad esempio quando ci troviamo a spostare pietre per liberare il percorso, bloccare la caduta di massi enormi che schiaccerebbero la protagonista o controllare le fiamme spostandole per lo schermo in modo da colpire nemici o bruciare ostacoli in legno il tutto attraverso il Telecomando, mentre con il Nunchuck spostiamo Nyx tra le piattaforme.

Platform ellenico

Lo stile adottato da Over The Top Games è piuttosto austero e lineare, caratterizzato dall'utilizzo della grafica in 3D impiantata su una struttura di gioco tipicamente bidimensionale, ma proprio la semplicità delle linee e delle figure geometriche presenti sullo schermo rendono il tutto elegante e fascinoso nella sua particolare rievocazione di suggestioni elleniche. Rovine, statue, sabbia e cielo sono gli elementi predominanti che compongono i vari scenari dei 12 livelli presenti in NyxQuest, mentre i colori tenui e gli accostamenti cromatici delicati contribuiscono a creare un clima trasognato, come si conviene ad una storia che richiama la mitologia greca. L'Icaro scaricabile Anche l'accompagnamento audio è opportunamente ispirato alla tradizione greca (o almeno all'immagine che comunemente associamo ad essa), con motivi sullo stile classico e atmosfere rarefatte. I 12 livelli in cui il gioco è suddiviso (più un tredicesimo livello finale segreto, sbloccabile trovando una serie di oggetti nascosti) presentano un level design alquanto semplice sebbene efficace e ben strutturato, con enigmi chiari e nella maggior parte dei casi di non difficile soluzione. Il livello di sfida del gioco è effettivamente non troppo alto, con puzzle che non frappongono mai dei grossi ostacoli al completamento della storia, di per sé non lunghissima, come si conviene d'altra parte ad un gioco in digital delivery. Considerando che dall'altra parte, come platform, NyxQuest non presenta elementi difficoltosi - caratterizzandosi anche per un ritmo dell'azione piuttosto basso - l'impressione che ne deriva è di un prodotto sospeso tra le sue due nature diverse di puzzle game e gioco a piattaforme, che non affonda il pedale in nessuna delle due caratteristiche. Si segnala anche la presenza di una modalità multiplayer che consente ad un secondo giocatore di utilizzare il Telecomando per utilizzare i poteri speciali, ma si tratta di una soluzione poco convincente.

Quando si tratta di prodotti WiiWare bisogna sempre tenere presente il prezzo relativamente basso a cui questi vengono proposti al pubblico, e giudicare anche in conseguenza a questo. Quando ci troviamo di fronte ad un gioco ben fatto in ogni sua componente, come questo NyxQuest, i dubbi sono pochi: 1000 Wii Points sono certamente ben spesi per un titolo del genere. La semplicità sia degli enigmi che della struttura platform non lo rendono propriamente una sfida memorabile, ma la pulizia del level design, l'ottimo funzionamento dei controlli e la qualità della realizzazione tecnica lo ascrivono senza dubbio tra le perle di WiiWare.

Giorgio Melani

Pro

  • Interessante struttura ibrida puzzle/platform
  • Buona realizzazione tecnica
  • Divertente anche grazie a controlli precisi

Contro

  • Piuttosto semplice e non molto lungo
  • Impostazione degli enigmi fin troppo chiara