6.0

Redazione

5.5

Lettori (4)


  • 0
  • 1
  • 2
  • 0

Cubed Rally RacerCubetti a quattro ruote 1

In memoria dei vecchi racing game a 8-bit, arriva su iPhone e iPod Touch un gioco indie che fa dell'imprevedibilità il suo cavallo di battaglia.

Proprio grazie alla sua incredibile accessibilità, l'App Store permette a qualsiasi sviluppatore di pubblicare i propri giochi sulla piattaforma Apple, con tutti i pro e i contro che questo comporta. Infatti, se da un lato emergono tantissimi talenti e inaspettate perle, dall'altro è purtroppo vero che gli scaffali virtuali di iPhone e iPod Touch vengono intasati da incompleti esperimenti, applicazioni banali e titoli deprecabili. A questo punto ci si aspetterebbe di leggere che Cubed Rally Racer non è come gli altri, che fa eccezione, che magari è addirittura un piccolo capolavoro in un mare di giochi discutibili. Sfortunatamente non è affatto così. Cubetti a quattro ruote Il racing game sviluppato da Jared Bailey nasce come un chiaro omaggio a RC Pro-Am e a tutti quei vecchi giochi di corse isometrici che hanno popolato le vecchie console a 8-bit. L'obbiettivo del giocatore è quello di percorrere tracciati sempre più lunghi, nel tentativo di raggiungere il traguardo guadagnando il maggior numero di punti. A complicargli la vita ci pensano però gli innumerevoli ostacoli e trabocchetti disseminati lungo il percorso: tra ponti levatoi, siepi sparse qua e là, fastidiose mucche e talpe dispettose, bisogna sempre stare attenti a dove mettere le ruote. Come se ciò non bastasse, a ogni sterzata brusca si rischia di uscire fuori pista e cadere giù dal percorso, mentre l'indicatore del carburante diminuisce rapidamente, rendendo necessario raccogliere tutte le taniche di benzina lungo il tragitto.

Un continuo fuoripista

Ciò che distingue Cubed Rally Racer è l'assoluta imprevedibilità dei livelli: ciascun percorso verrà generato casualmente, così che non capiterà mai di ritrovarsi davanti alla stessa sequenza di curve e ostacoli. Una volta terminato un tracciato si può decidere se ripeterlo per sfidare il proprio fantasma o se generare una pista del tutto nuova, laddove i punti guadagnati permettono di sbloccare nuove sezioni con gare più lunghe e ostacoli inediti. Chiariamo, tutto sembra molto bello e divertente, finché non ci si ritrova iPhone alla mano: il gioco non si limita a replicare la prospettiva e lo stile grafico dei vecchi racing game, ma prova a emularne anche il feeling e il sistema di controlli. Un tasto su schermo permette di accelerare, mentre le due frecce vengono utilizzate per sterzare in senso orario o antiorario; il tutto si traduce purtroppo in meccaniche poco intuitive e assai legnose, che non danno mai, nemmeno dopo ore di gioco, la sensazione di avere pieno controllo della vettura. Cubetti a quattro ruote La scarsa guidabilità dell'auto finisce per renderere Cubed Rally Racer un gioco fin troppo frustrante: la maggior parte del tempo si finisce fuori pista per una curva troppo stretta o troppo larga, si cade da un ponte o si impatta contro una siepe. Quando poi si viene colpiti da una talpa proprio pochi centimetri prima del traguardo, gli insulti si sprecano. Fortunatamente, se un tracciato dovesse sembrare troppo ostico e ci si fosse stancati di ricominciarlo dall'inizio, è possibile in qualsiasi momento generarne uno nuovo e ritentare. Nonostante uno stile grafico davvero vivace e colorato, la mancanza di un accompagnamento musicale rende ogni gara a dir poco smorta, mentre la creazione casuale dei tracciati non basta a ovviare alla ripetitività del gioco. Si fa infatti sentire l'assenza di una qualsiasi modalità alternativa o di un'opzione multigiocatore: è possibile confrontare il proprio punteggio all'interno delle classifiche mondiali, è vero, ma tallonare un amico sullo stesso tracciato, tentando di buttarlo fuori pista, avrebbe sicuramente aggiunto più pepe alle gare. Inoltre, Cubed Rally Racer avrebbe di sicuro tratto giovamento da un editor delle piste, con il quale sbizzarrirsi a creare strampalati percorsi pieni di ostacoli per poi condividerli con gli altri giocatori. Sono tante piccole idee che avrebbero certamente evitato di rendere ulteriormente scialbo, ripetitivo e poco consistente un gioco che verrà ricordato solo per la sua insostenibile difficoltà.

La versione testata è la 1.0
Link su App Store

Alla fine della fiera, Cubed Rally Racer sembra essere più un esperimento dello sviluppatore per testare Unity3d piuttosto che un gioco completo e rifinito. La grafica colorata, la sensazione squisitamente retrò e i tracciati sempre diversi vengono rovinati da controlli macchinosi e frustranti. L'integrazione con le librerie OpenFeint rappresenta di sicuro un punto a favore, permettendo al giocatore di condividere i propri punteggi online ed entrare nelle classifiche mondiali, ma una vera modalità multigiocatore non avrebbe guastato affatto. Ai matusa e ai nostalgici dei vecchi racing game per NES potrebbe anche intrigare, ma l'assenza di una colonna sonora o di modalità di gioco alternative farà storcere il naso ai più. Un vero peccato, perché con un po' di cura e delle buone idee di contorno il titolo di Jared Bailey poteva essere l'ennesima sorpresa inaspettata per iPhone e iPod Touch.

Vincenzo Lettera

Pro

  • Meraviglioso fascino retrò
  • Stile grafico originale e vivace
  • Ogni percorso non è mai uguale

Contro

  • Dove sono le musiche?
  • Controlli troppo macchinosi
  • Una sola modalità di gioco
  • Manca un editor dei tracciati