8.3

Redazione

8.6

Lettori (22)


  • 16
  • 1
  • 20
  • 3
  • Data di uscita: 28 maggio 2010
  • Piattaforme: wii
  • Tipologia di gioco: Action

Samurai Warriors 3Viaggio nel tempo 0

Il Giappone medievale rivive su Wii con l'ultima fatica Koei

L'Epoca Sengoku, o degli Stati Combattenti, è uno dei momenti più critici e importanti nella storia del Giappone. Fu caratterizzata da intrighi politici e conflitti militari che durarono per quasi duecento anni e, come spesso accade in questi casi, l'Epoca Sengoku è anche stata fonte di ispirazione per innumerevoli artisti. Viaggio nel tempo I grandi protagonisti di questa epoca storica, come Hideyoshi Toyotomi e Nobunaga Oda, hanno assunto nel tempo un'aura letteralmente mitologica, ed è davvero difficile contare tutti i generi di opere ad essi ispirate. In campo videoludico, la serie Sengoku Musou di Koei è probabilmente la più famosa rappresentazione di quell'antico Giappone: questo terzo appuntamento ufficiale con il brand è un'esclusiva Wii e l'attenzione rivolta al franchise da Nintendo stessa, distributrice del gioco in Europa, sembra alludere a un prodotto con una marcia in più rispetto al solito. Sarà vero?

Come massacrare un esercito prima di cena

Samurai Warriors 3 colpisce per la notevole profondità di gioco celata da un gameplay solo a prima vista caotico e ripetitivo. Chi ha già giocato i prequel per le console Sony e Microsoft riconoscerà immediatamente la formula classica della serie: il giocatore controlla uno fra i tantissimi eroi "storici" dell'epoca Sengoku, all'interno di ampi campi di battaglia in cui dovrà affrontare interi eserciti all'ultimo sangue. Lo status leggendario di questi personaggi è sottolineato dalle loro capacità sovrumane, che permettono di tenere testa a molteplici avversari contemporaneamente, spazzandoli via con una vasta gamma di attacchi normali e speciali concatenabili che incrementano man mano che si procede nel gioco. L'azione diventa quindi estremamente spettacolare in brevissimo tempo e i colpi più potenti sono contraddistinti da complessi effetti pirotecnici, sopratutto nel caso dei devastanti Attacchi Musou. Viaggio nel tempo In realtà l'obbiettivo di ogni capitolo non è semplicemente spazzare via i plotoni nemici entro un certo limite di tempo: oltre a risolvere la missione principale potrete anche saltare in groppa al vostro destriero per raggiungere le truppe in difficoltà o sconfiggere un Ufficiale o Capitano nemico al fine di conquistare una roccaforte. Ogni obbiettivo opzionale aumenterà il bottino finale, in termini di punti esperienza e oggetti bonus, come per esempio le gemme necessarie, tra una missione e l'altra, a potenziare l'equipaggiamento dal maniscalco, ottenendo abilità speciali di vario genere. Questa è in sintesi la meccanica di Samurai Warriors 3, che si ripete un po' in tutte le modalità di gioco, con alcune varianti che rendono ognuna di essa un'esperienza tutto sommato unica. Nella Modalità Storia potremo seguire l'epopea di ogni eroe, sbloccandone altri nel processo per un totale di circa quaranta personaggi, ognuno caratterizzato da diversi punti deboli e abilità; la Modalità Storica permette invece di creare un alter ego completamente da zero per affrontare una serie di missioni inedite; la Modalità Libera permette di rigiocare ogni capitolo completato nella Modalità Storia; infine c'è un'altra opzione di gioco, Castello di Murasame, ispirata a un vecchio classico per NES: il concetto è sempre lo stesso ma questa volta il giocatore dovrà esplorare alcune stanze per salvare i tanuki prigionieri nel castello. Tutte le modalità sono fruibili anche da un secondo giocatore tramite split-screen, tranne il Castello di Murasame che si può giocare in compagnia tramite Wi-Fi Connection.

Un gioco epico, più o meno

La bontà di Samurai Warriors 3 viene rinconfermata anche dal sistema di controllo: il gioco supporta la tradizionale combo Wiimote e Nunchuck, il Classic Controller Pro e il controller Game Cube. In questo caso abbiamo provato le prime due configurazioni e il Classic Controller Pro sembra decisamente più godibile e immediato da padroneggiare. Imparare a giocare Samurai Warriors 3 è estremamente semplice e il livello di difficoltà proposto di default non è mai frustrante e punitivo, tutta un'altra storia invece per quanto riguarda le difficoltà avanzate, davvero micidiali. Viaggio nel tempo Da questo punto di vista, il problema principale è paradossalmente costituito dalla mappa: benché sia possibile mantenere una mappa costantemente a schermo che ci illustri la nostra posizione, la similitudine tra le varie location è tale che non è difficile smarrirsi nel tentativo di raggiungere il prossimo obbiettivo. Questo non significa che tecnicamente Samurai Warriors 3 sia un prodotto debole: il gioco di Omega Force è anzi davvero notevole, a contrastare le ambientazioni tutto sommato scialbe e i nemici decisamente ripetitivi ci pensano dei modelli poligonali squisitamente dettagliati e animati, che ripropongono le fattezze degli eroi dell'epoca Sengoku in uno stile davvero peculiare e accattivante. Anche la colonna sonora non delude, mescolando brani dal sapore tipicamente nipponico ad altri più moderni ed elettronici. Non manca una tonnellata di parlato digitalizzato ad accompagnare i lunghi dialoghi tra i vari personaggi nelle sequenze interattive e non: siamo certi che a molti giocatori sarà gradita la possibilità di sostituire il parlato in inglese con quello originale giapponese. Con i sottotitoli in italiano a fare da supporto, Samurai Warriors 3 acquista decisamente un sapore ancora più gradevole.

E' comprensibile l'interesse che Nintendo ha rivolto verso questa produzione Koei: Samurai Warriors 3 è un titolo decisamente massiccio, ricchissimo di contenuti ed estremamente longevo. E' anche uno dei prodotti tecnicamente più interessanti su Wii e nonostante la ripetitività intrinseca della serie risulta maledettamente divertente e appagante. La profondità di gioco è davvero notevole, così come la valanga di opzioni e possibilità proposte al giocatore. Non è un gioco per tutti, attenzione: a chi non interessa minimamente l'epica era Sengoku e i suoi bizzarri personaggi, Samurai Warriors 3 sembrerà un semplice picchiaduro tridimensionale. Ma per gli amanti del genere e dell'epoca storica si tratta di un acquisto caldamente consigliato.

Christian La Via Colli

Pro

  • Tantissimi personaggi
  • Molteplici modalità di gioco

Contro

  • Alla lunga ripetitivo
  • Tecnicamente altalenante