Lascia o raddoppia?  3

Un presentatore carismatico, una procace valletta e quattro concorrenti che si sfidano a colpi di risposte e giri di ruota: benvenuti a una nuova puntata di TV Show King!

Versione testata: PlayStation 3

Pur essendo specializzata nella realizzazione di videogame per cellulari Java-compatibili e iPhone, la francese Gameloft ha ormai da qualche anno iniziato ad affacciarsi al mondo delle console, prima con alcune conversioni per Nintendo DS e poi spingendosi verso le interessanti piattaforme WiiWare e PSN. TV Show King, disponibile ormai da un po' di tempo su PlayStation Store, ha fatto più o meno la stessa trafila: pubblicato per la prima volta nel 2008 all'interno della lineup di lancio di WiiWare, è stato convertito per iPhone prima di arrivare anche sulla console Sony.

Si tratta, com'è facile supporre, di un quiz di stampo televisivo a risposta multipla, che è possibile giocare da soli (contro tre avversari controllati dall'IA) o con gli amici, sia in locale che online. Una volta scaricato e installato il gioco (che costa 4,99 euro), la schermata di avvio ci presenta tre opzioni: "gioca", "classifiche" e "aspetto concorrente". Quest'ultima voce ci permette appunto di creare un nuovo personaggio modificandone nome, sesso, forma del viso, occhi, capelli, ecc. È anche possibile determinare l'aspetto basandosi su temi preimpostati o affidandosi a combinazioni casuali.

Allegria!

L'opzione "gioca" si divide fra partite locali e online. Le prime possono essere disputate all'interno di quattro modalità differenti: "classica", divisa per round che vengono scanditi da un giro di domande e da un giro di ruota; "faccia a faccia", da giocare necessariamente contro un avversario umano; "quiz attack", ovvero una prova d'abilità che consiste nel rispondere correttamente al maggior numero di domande in sequenza; "l'ultimo vince", una gara a eliminazione anch'essa da giocare con gli amici. Si nota chiaramente una propensione per il multiplayer, ma la modalità "classica" in singolo offre comunque qualche soddisfazione e si basa su di una struttura piuttosto articolata.

Simulando la trasmissione televisiva di un quiz a premi, il presentatore annuncia i concorrenti e parte subito con un primo giro di domande, a cui possiamo rispondere agendo sulle direzioni del d-pad o sui pulsanti principali del Dual Shock. Le risposte di ogni concorrente sono visibili da tutti, dunque capita talvolta che ci si affidi semplicemente al numero di consensi per azzeccare la risposta giusta. È chiaro però che ci sono grosse differenze in termini di punti fra chi seleziona una risposta per primo e chi lo fa successivamente, ergo non solo bisogna essere bravi con le domande ma anche piuttosto rapidi. Come accennato in precedenza, ogni round viene scandito da un giro di ruota facoltativo: se siamo fortunati, tale operazione può regalarci punti extra in assoluto o sottraendoli da un avversario di nostra scelta, mentre se siamo sfortunati può farci sganciare punti o addirittura perdere tutti quelli conquistati fino a quel momento. Già a partire dal secondo giro di domande le cose si fanno un po' più complicate, perché bisogna utilizzare il sensore di movimento del controller per rendere visibili le risposte prima di sceglierne una. La cosa all'inizio può creare qualche difficoltà, ma si impara in fretta. Le ultime fasi della partita vedono i due concorrenti con più alto punteggio sfidarsi in una gara a risposte dirette che decreterà il vincitore finale. I numeri del gioco garantiscono un'esperienza sempre fresca, con un vasto numero di domande che difficilmente tendono a ripetersi e sei differenti categorie (cultura generale, divertimento, storia e geografia, scienza e natura, scuola, sport) per accontentare tutti.

Trofei PlayStation 3

TV Show King offre ben diciannove trofei: la maggior parte di essi è di bronzo e si ottiene raggiungendo obiettivi basilari (giocare due partite online, creare quattro personaggi, girare la ruota un certo numero di volte, ecc.), mentre i due trofei d'argento possono essere conquistati solo rispondendo correttamente a tutte le domande di un quiz da nove round e giocando per più di trenta ore (chiaramente non consecutive!).

Chi non gioca in compagnia...

Abbiamo disputato diverse partite online con TV Show King, peraltro trovando degli avversari piuttosto rapidamente. Le modalità a disposizione in tal caso sono tre ("classica", "faccia a faccia" e "l'ultimo vince") e vengono decise da chi ospita la partita e crea la sala d'attesa, insieme a una serie di dettagli circa il numero dei round e il livello di difficoltà delle domande. Se non si raggiungono i quattro partecipanti umani, il sistema può sostituire chi manca con concorrenti virtuali in modo da garantire lo svolgimento del quiz anche in condizioni non ottimali. Confrontarsi con altre persone si traduce in un'esperienza molto diversa rispetto al gioco in singolo, con il gameplay che permette anche l'attuazione di strategie per indurre in errore i propri avversari. Ad esempio possiamo selezionare rapidamente una risposta che sappiamo essere sbagliata per fare in modo che gli altri ci seguano, cambiando poi scelta all'ultimo istante. Il sistema a punti basato sulla velocità delle risposte rende le partite molto bilanciate, aprendo le porte a qualsiasi scenario finale visto che è possibile recuperare molto in fretta. L'introduzione della "ruota della fortuna", inoltre, aggiunge un gradito fattore sorpresa alle dinamiche del quiz. La realizzazione tecnica del quiz Gameloft purtroppo riflette la natura "budget" del prodotto, con un numero limitato di animazioni che tendono a ripetersi, modelli poligonali molto semplici e un commento audio in Italiano quasi imbarazzante.

Multiplayer.it

7.0

Lettori (9)

6.4

Il tuo voto

TV Show King non sarà il miglior esponente del genere "quiz" per PlayStation 3, ma offre una buona dose di divertimento a un prezzo davvero accessibile. L'esperienza di gioco in singolo è limitata quasi esclusivamente alla modalità "classica", mentre il multiplayer sia in locale che online ci consente di dar vita a sfide equilibrate e coinvolgenti, il tutto grazie a una struttura di base ben congegnata e a un buon numero di domande. L'aspetto tecnico è stato posto chiaramente in secondo piano, risultando appena funzionale al gameplay, e in tal senso sarebbe stato carino fare un po' di più. La voce italiana del presentatore, ad esempio, sembra pronunci frasi "composte", con un'enfasi completamente innaturale. In definitiva, il titolo Gameloft si pone come un discreto party game, da acquistare soprattutto se vi capita spesso di passare serate in casa con parenti e amici.

PRO

  • Buon numero di domande
  • Gameplay bilanciato
  • Prezzo accessibile

CONTRO

  • Tecnicamente modesto
  • Molto limitato in singolo