7.0

Redazione

7.1

Lettori (1)


  • 2
  • 1
  • 3
  • 0
  • Data di uscita: 27 luglio 2010
  • Piattaforme: iphone
  • Tipologia di gioco: Action

Chopper 2Sempre in giro con un Apache 1

Chopper 2 ripropone su iPhone la dura vita del pilota di elicotteri d'assalto, tra napalm da lanciare e civili da salvare

Anche nei videogiochi, così come negli altri campi della vita, sono le mode a dettar legge. Ultimamente infatti un qualunque nuovo titolo di guerra, per esser definito tale non può non avere, al suo interno, almeno una missione con protagonista un elicottero d'assalto. Sempre in giro con un Apache E proprio due tra gli FPS più attesi, cioè i colossi Call of Duty: Black Ops e Medal of Honor hanno recentemente dedicato ampi trailer al loro modo di intendere le battaglie con questi mezzi, entrambi dall'effetto sicuramente molto spettacolare. In maniera più modesta però su iPhone è possibile già da tempo manovrare elicotteri da guerra, grazie al simpatico gioco Chopper; il suo seguito, Chopper 2, sembra promettere se possibile ancora più azione e varietà.

Pale 2D in un mondo 3D

Chopper 2 è un gioco di guerra arcade strutturato a missioni, in cui si dovrà manovrare un singolo elicottero d'assalto impegnato su più fronti. Controllabile sia tramite accelerometro (con possibilità di calibrazione) sia con uno stick virtuale analogico, spostare il mezzo in dotazione non sarà mai un problema: il velivolo infatti risponde prontamente a tutte le sollecitazioni, risultando leggero e agile nella manovra. In realtà forse il comportamento è talmente rapido da sembrare abbastanza inverosimile, ma considerata la natura puramente arcade del titolo un approccio realistico e "pesante" nei confronti del mezzo avrebbe sicuramente stonato. L'intuitività dei controlli è confermata anche dalla facilità con cui è possibile fare fuoco, ossia sfiorando con il dito un qualunque angolo libero dello schermo e orientando il potente mitragliatore automatico con movimenti a mezza luna; il mirino laser sempre presente permetterà di incrementare ulteriormente la precisione di fuoco. Più impegnativo al contrario il lancio degli ordigni esplosivi: le bombe infatti possono essere di due tipi, o a caduta verticale senza propulsione (ed in tal caso andranno lanciate prima verso gli obbiettivi considerando la velocità dell'elicottero) oppure i classici missili con traiettoria obliqua, da sparare dopo aver preso la mira. La tipologia di nemici presente varierà dal singolo soldato con in dotazione il lancia razzi a ben più pericolose torrette di difesa, passando per carri armati blindati forniti di missili a ricerca termica; in quest'ultimo caso bisognerà fare attenzione ad evitare i missili con rapidi movimenti oltre che, ovviamente, cercare di eliminare i mezzi. Per muoversi ancora più rapidamente è necessario non volare troppo in alto anche se, rischiando un volo radente si dovrà poi fare i conti con gli imprevedibili stormi di uccelli, che se colpiti andranno a danneggiare il velivolo. A metà di ogni missione è presente una piattaforma di rigenerazione, atterrando sulla quale sarà possibile ricaricarsi di salute e munizioni. I livelli presenti sono 4, di ambientazione diversa (deserto, montagna, città e foresta) affrontabili scegliendo le solite tre tipologie di difficoltà iniziale; in ognuno di essi sarà possibile selezionare tre diverse missioni e altrettante sotto-missioni, per un totale di 36 campagne. Sempre in giro con un Apache La natura degli obbiettivi è però molto varia: si andrà dal classico "uccidi tutti i nemici che incontri" a vere e proprie missioni di salvataggio e recupero sia di civili che di importanti obbiettivi militari; inoltre non mancheranno sezioni di scorta armata per un convoglio o di abbattimento di edifici strategici. L'elicottero, come già accennato, si muove in maniera molto agile ma solo in 4 direzioni, tralasciando quindi la profondità: seppur ambientato in un contesto tridimensionale, il gioco è a tutti gli effetti uno sparatutto 2D vecchia scuola. In tal senso è giusto segnalare però che la pulizia della grafica raggiunge standard molto elevati, così come la velocità e la stabilità del framerate; grazie al Retina Display dell'iPhone 4 di prova poi la nitidezza è elevatissima, di molto superiore alla precedente versione. Per contro gli sfondi, seppur ben fatti sono decisamente troppo spogli e assolutamente privi di vita o dettagli particolari. Anche le musiche non brillano certo per originalità, arrivando alla lunga a stancare. E' presente inoltre il sistema di condivisione punti Open Feint, anche se non esiste nessuna modalità multiplayer.

La sfera di vetro di Multiplayer.it

Dopo l'infausta previsione (poi rivelatasi azzeccata) dei vari pass online per l'usato annunciati nei passati podcast settimanali, la redazione di Multiplayer.it grazie ad un Pesce d'Aprile si conferma formata da profeti e indovina così, con mesi di anticipo (anche se soltanto in parte), una funzione che invece su Chopper 2 è stata davvero attivata, con protagonisti i due dispositivi Apple più amati e odiati del momento quali iPad e iPhone. In sostanza, grazie alla voce "Remote Control" presente nelle opzioni del gioco, è già attualmente possibile utilizzare iPad come una console su cui far girare Chopper 2 e controllare l'elicottero direttamente con un iPhone o iPod Touch collegato ad esso via bluetooth. Fermo restando che una simile soluzione, per ora limitata solo a questo titolo, possiede un potenziale video ludico esplosivo, restano da vagliare i costi per attuarla: il totale, considerando un iPod touch e un iPad 16 GB Wifi partirebbe infatti da un minimo di circa 700 euro, superiore a qualunque console attualmente sul mercato. Diverso è invece il discorso per chi si trova già in possesso di entrambi i dispositivi: in tal caso, inconsapevolmente, il fortunato utente si ritroverebbe tra le mani una sorta di console Apple "componibile"...altro che Pesce d'Aprile!

La versione testata è la 1.0
Prezzo: 2,39€
Link Apple Store

Chopper 2 evolve il suo predecessore sia tecnicamente sia, soprattutto, per la varietà degli obbiettivi disponibili nelle varie missioni. Resta un giochino arcade senza pretese ovviamente ma, se si accetta qualche compromesso, riesce (soprattutto in alcune missioni) a divertire. La sensibilità dei controlli potrebbe inizialmente creare qualche problema ma, una volta abituati, pilotare l'elicottero sarà naturale e abbastanza appagante. Forse il prezzo resta un tantino eccessivo per l'esperienza che riesce a donare, ma in caso di promozioni o sconti è possibile valutarne tranquillamente l'acquisto.

Giovanni Polito

Pro

  • Numerose missioni abbastanza varie
  • L'elicottero si manovra con estrema agilità
  • Grafica pulita e molto nitida...

Contro

  • ...anche se spoglia
  • Alla lunga potrebbe stancare
  • Audio sotto tono