8.0

Redazione

3.3

Lettori (4)


  • 0
  • 1
  • 2
  • 0

Push PanicL'importante è spingere 2

Presentandosi come l'ennesima interpretazione del genere dei puzzle game con i blocchi colorati, Push Panic basa completamente il proprio appeal sul sistema di controllo touch

Forma e colore sono due degli aspetti che definiscono la materia e che, nel filone videoludico dei puzzle game, hanno sempre interpretato un ruolo chiave. L'importante è spingere Più il secondo che la prima, in verità: al di là del classico Tetris, in cui bisognava incastrare un certo numero di blocchi e riempire delle linee per continuare la partita, senza preoccuparsi delle tonalità, sono tantissimi i titoli che si sono invece concentrati sull'accostamento cromatico, da Columns a Puzzle Bobble. In Push Panic non abbiamo né colonne modificabili né bolle, però: dalla parte alta dello schermo scendono infatti dei blocchi di forma quadrata, talvolta dalle dimensioni variabili, caratterizzati da colori differenti. Il nostro obiettivo in ogni stage è quello di eliminare un determinato numero di tali blocchi, cercando al contempo di totalizzare il più alto punteggio possibile. Il sistema di controllo si basa interamente sul touch screen e ci chiede di toccare i blocchi che vogliamo "contrassegnare" (che vengono dunque "marcati" visivamente), per poi toccarli di nuovo quando vogliamo che esplodano. Eliminare solo due blocchi non produrrà molti punti, dunque dovremo cercare di collegarne tanti prima di procedere all'eliminazione, aiutandoci eventualmente con i moltiplicatori di punteggio che a un certo punto cominceranno ad arrivare.

Toccata e fuga

Push Panic offre quattro differenti modalità, tutte da affrontare in single player. "Classic Game", la modalità principale, è composta da ben cinquanta stage dalla difficoltà crescente, in ognuno dei quali abbiamo il compito di eliminare un numero maggiore di blocchi. Al termine di ogni stage, la nostra prestazione viene valutata e riceviamo un riconoscimento tale da spingerci a ritentare successivamente la stessa sfida per superare i record stabiliti. L'importante è spingere "Score Panic" è una modalità di tipo "survival" in cui la partita va avanti a oltranza e dobbiamo semplicemente cercare di ottenere il più alto punteggio possibile, confrontandoci poi con le leaderboard globali e con i risultati dei nostri amici via OpenFeint o Game Center. "Color Panic" applica delle modifiche al gameplay di base, imponendoci di eliminare solo i blocchi di un unico colore, mentre "Time Panic" è la classica modalità in cui abbiamo un tempo limite e dobbiamo cercare di raggiungere rapidamente un high score. Manca purtroppo una modalità multiplayer online e speriamo venga aggiunta dagli sviluppatori in uno dei prossimi update. Il massimo sarebbe avere una sorta di split screen, con la possibilità di scaricare blocchi supplementari nel riquadro del nostro avversario a ogni eliminazione concatenata. Qualcuno si ricorda di Puyo Puyo? I meccanismi che regolano il gameplay di Push Panic sono senz'altro immediati e possono contare sull'eccellente reattività del touch screen di iPhone e iPod Touch, in grado di recepire in modo preciso ogni tocco e di consentirci giocate anche molto rapide. Quello che manca un po' è lo spessore, nel senso che con l'aumentare della difficoltà viene messa evidentemente da parte la strategia spicciola in favore della velocità e dei riflessi. I blocchi "extra" come i moltiplicatori di punteggio, le bombe o le "catene" (utili per estendere i collegamenti anche ai blocchi di colori differenti) non costituiscono infine una variante significativa. L'aspetto tecnico del gioco è gradevolissimo, con uno stile semplice ma efficace, coadiuvato da un'ottima gestione dei colori. Il contesto "fisico" in cui i blocchi si muovono è abbastanza convincente e dà il meglio di sé quando facciamo esplodere una bomba, con i mattoncini superstiti che recano crepe evidenti. L'azione viene accompagnata da un sonoro funzionale, che purtroppo non lascia il segno.

La versione testata è la 1.0.1
Prezzo: 0,79€
Link App Store

L'offerta di puzzle game su App Store è oramai sconfinata e diventa difficile trovare, soprattutto nella fascia di prezzo dei 79 centesimi, titoli che offrano insieme qualcosa di inedito e al contempo efficace. Push Panic ha l'indubbio merito di provarci, reinterpretando il classico abbinamento dei colori, tipico del genere, in una chiave basata più che altro sull'uso del touch screen. Nelle quattro modalità disponibili, protagonista dell'azione non è infatti la pianificazione delle eliminazioni nell'ottica dell'high score, quanto più la prontezza del tocco in tutte quelle situazioni in cui dall'alto scendono blocchi in rapida successione, riempiendo in men che non si dica l'area di gioco e oltrepassando pericolosamente il limite che ci separa dal game over. Un prodotto di ottima qualità, insomma, a cui speriamo venga aggiunto in futuro anche il multiplayer online competitivo.

Tommaso Pugliese

Pro

  • Immediato e divertente
  • Ottimi controlli touch
  • Grafica molto gradevole

Contro

  • Manca un multiplayer online
  • Talvolta confusionario
  • Sonoro privo di mordente