8.7

Redazione

8.5

Lettori (17)


  • 20
  • 2
  • 23
  • 5
  • Data di uscita: 28 ottobre 2011
  • Piattaforme: ds
  • Tipologia di gioco: Platform

Kirby: Mass AttackL'ultimo dei Kirby 13

Pensavate che il batuffolo rosa non avesse più niente da dire sul portatile Nintendo? Preparatevi a cambiare idea!

Questo è stato un autunno impegnativo per la buffa creaturina rosa Nintendo, che ha dovuto destreggiarsi tra ben due release praticamente contemporanee, una su Wii e l'altra su DS. Quest'ultima, inoltre, si è fatta involontariamente carico di una grande responsabilità: chiudere l'era della precedente console portatile Nintendo in grande stile, traghettando i titoli first party sul nuovo handheld con tante promesse e idee competitive. L'ultimo dei Kirby Kirby: Mass Attack ci riesce, ma forse in modo inaspettato, dimostrando come Nintendo sia in grado di reinventarsi e proporre un game design di alta qualità senza dimenticarsi dei fan di un certo franchise e di chi magari è in cerca di qualcosa di nuovo e al contempo familiare. Erede spirituale di Canvas Course, il Kirby che nel 2005 ha lanciato a tutti gli effetti la moda del touch-screen nella ludoteca Nintendo DS, Kirby: Mass Attack è forse l'incarnazione più completa e intrigante del franchise, nonostante il netto distacco dall'impostazione tradizionale della serie.

Diesc Kirby is megl che uan

Così come Kirby: Canvas Course aveva inaugurato la stagione kirbyana del Nintendo DS con qualcosa di diverso dal semplice platform a cui eravamo abituati da anni, anche Kirby: Mass Attack chiude questa lunga parentesi con un concept quasi completamente nuovo. Diciamo "quasi" perché in realtà lo abbiamo già intravisto in Pikmin e nello stesso Canvas Course, anche se in modo leggermente diverso. Il cattivone di turno è riuscito a dividere il nostro paffuto eroe in una moltitudine di piccole copie indebolite, tuttavia una di queste riesce a fuggire e comincia una lunga avventura alla ricerca di sé stesso e della sua integrità fisica e spirituale. L'ultimo dei Kirby No, ok, la storia non è veramente così profonda, ma il pretesto è davvero bizzarro e innesca un sistema di gioco che tocca punte di vera genialità. Solo e unicamente tramite la stilo il giocatore controlla inizialmente, neanche a dirlo, un Kirby, ma mangiando i frutti sparsi per i livelli è possibile moltiplicare il numero di Kirby controllati fino a un massimo di dieci. La situazione diventa quasi demenziale, provate a immaginare un piccolo plotone di Kirby rosa che trotterella per i coloratissimi livelli del gioco e se non vi sembra già irresistibile l'idea, è l'ispiratissimo game-design a confermare la bontà del pacchetto. La struttura di Kirby: Mass Attack ricorda quella degli ultimi platform di Super Mario, ogni stage può essere infatti ripetuto più volte per incrementare il numero dei Kirby poiché quando uno di essi viene colpito tre volte comincerà a fluttuare per lo schermo a mo' di angioletto e se non verrà toccato entro alcuni secondi sarà perso per sempre. Il backtracking viene quindi incentivato dalla necessità di raggiungere il numero necessario di Kirby per superare i livelli successivi, battere i record di completamento di un particolare stage o sbloccare l'accesso a nuove aree che richiedono, appunto, la collaborazione di due o più Kirby contemporaneamente. In assenza dei poteri e upgrade vari degli scorsi episodi, Kirby: Mass Attack è infatti contraddistinto da una quantità esorbitante di puzzle estremamente diversificati che richiedono creatività e intelligenza per essere risolti sfruttando i Kirby in nostro possesso per abbattere ostacoli, sconfiggere i boss di turno e raccogliere le medaglie che ci permetteranno di sbloccare gli stage successivi.
Kirby Mass Attack - Trailer di lancio Kirby Mass Attack - Trailer di lancio

Più Kirby per tutti

Il sistema di controllo è preciso e intuitivo e bastano pochi minuti per imparare a gestire i nostri Kirby con pochi colpi di stilo, benché qualche volta capiti che alcune delle nostre unità non recepiscano perfettamente i nostri input, andandosene in giro un po' per i fatti propri, difetto che rende un po' frustrante risolvere i rompicapo che richiedono la divisione del gruppo. Kirby: Mass Attack è, a conti fatti, uno degli episodi più ostici ma anche più longevi della serie. L'ultimo dei Kirby Non parliamo comunque di una difficoltà frustrante ma di una sfida ben bilanciata che incolla genuinamente il giocatore al Nintendo DS, nonostante qualche calo di ritmo e alcuni livelli forse eccessivamente lunghi. La possibilità di ripetere ogni stage per scovare tutti i segreti e completare il gioco al cento per cento non è l'unico incentivo a reinserire la cartuccia nella console, poiché i segreti trovati e le medaglie raccolte non sono fini a se stesse dato che sbloccano tutta una serie di bonus ed extra tra i quali spiccano alcuni godibilissimi minigiochi, realizzati con talmente tanta cura da sembrare quasi giochi a sé stanti, in particolare il flipper, l'RPG e lo shoot'em-up a scorrimento. L'ultimo dei Kirby Denominatore comune di ogni mini-gioco e dell'avventura vera e propria è la canonica, coloratissima grafica che da sempre contraddistingue il brand: non si tratta certo di un prodotto di ultima generazione neanche per gli standard del Nintendo DS, ma la cura riposta nella realizzazione degli scenari e delle animazioni è certamente di buon livello. Gli sprite sono buffi e adorabili e come al solito si respira un'atmosfera allegra e pacioccosa per tutta l'avventura, accompagnata da una colonna sonora composta da motivetti accattivanti e simpatici, compresi alcuni remix di vecchi brani classici della serie. Purtroppo gli effetti sonori, rozzi e a tratti perfino fastidiosi, sono di qualità davvero bassa e ogni campionamento sembra provenire direttamente da una console a otto bit, un difetto magari minore ma che stona all'interno di un quadretto tecnico di certo non spettacolare ma sicuramente convincente.

Per essere l'ultima apparizione del batuffolo rosa sull'ormai vecchio portatile Nintendo, Kirby: Mass Attack è una vera e propria uscita di scena col botto. Non tanto per l'aspetto tecnico, modesto ma di buona fattura, quanto per un game-design generale di altissima qualità che propone tutta una serie di divertenti e ingegnosi rompicapo sufficientemente diversificati da rendere l'esperienza continuamente accattivante. La cartuccia straripa di contenuti: oltre alla modalità principale e alla longevità offerta da una meccanica che rende piacevole il backtracking e la ripetizione degli stage già completati, i mini-giochi da sbloccare sono un passatempo gradevole e curato. Inutile dire che Nintendo 3DS avrebbe giovato di un piccolo gioiello come questo nella sua discutibile line-up iniziale.

Christian La Via Colli

Pro

  • Game-design di altissimo livello
  • Grafica coloratissima e musichette adorabili
  • Ottima longevità

Contro

  • Alcuni livelli sono eccessivamente lunghi
  • Qualche sporadico bug nel controllo dei Kirby
  • Effetti sonori davvero vetusti