Rocket Riot HDChe razzo vuoi? 

A due anni dall'uscita su Xbox Live Arcade, Chillingo porta il buffo arena shooter di Codeglue su App Store in una versione in alta definizione

Rocket Riot HD per iPhone
In digital delivery su None

Che razzo vuoi? Versione testata: iPhone

Sviluppato da Codeglue e lanciato originariamente nel 2009 su Xbox Live Arcade, Rocket Riot ha rappresentato una simpatica variante nel genere fin troppo affollato degli arena shooter, unendo una folle estetica, meccaniche di gioco a dir poco frenetiche e un'opzione multigiocatore esilarante. Non contento degli apprezzamenti ricevuti sulla console Microsoft, il team olandese ha ben deciso di bissare su piattaforme mobile, includendo ovviamente iOS tra i mercati di destinazione per una versione in alta definizione e rifinita in diversi aspetti, ma che tuttavia ha perso anche alcuni elementi per la strada.

Jetpack, pirati e power-up

Protagonista del gioco è un bizzarro soldato senza gambe che, indossando un jetpack e abbracciando un lanciarazzi, è chiamato a scovare ed eliminare il pirata Blockbeard. Questo lo porta ad attraversare una serie di quasi cinquanta livelli pieni di nemici armati allo stesso modo, un numero inferiore agli 80 della versione Xbox Live Arcade, ma che indubbiamente si rivela più che sufficiente per un gioco mobile, laddove nulla esclude che gli altri scenari vengano presto introdotti con un aggiornamento gratuito. La stragrande maggioranza dei livelli chiede al giocatore di sbarazzarsi di un certo numero di nemici sparpagliati per lo schermo, svolazzando da un lato all'altro della circoscritta arena e prendendo la mira per colpire a suon di bazooka, ma sebbene non manchino un paio di sfide alternative, come missioni a tempo o scenari in cui afferrare un pallone da football ed eseguire un touchdown o un calcio piazzato dopo aver percorso l'intero livello, gli sviluppatori non si sono dimostrati in grado di donare al gioco un minimo di varietà nel gameplay. E anzi, oltre a non aver subito alcun arricchimento, Rocket Riot HD ha addirittura perso quella che era probabilmente l'opzione più apprezzata della versione XBLA. Se nella versione originale si potevano sfidare altri sette amici contemporaneamente, su iOS il gioco non presenta infatti alcuna modalità multigiocatore, né online né in locale, ed è un vero peccato considerando quanto divertente sarebbe stato inseguire il proprio rivale in giro per i livelli mentre intanto si faceva esplodere qualsiasi punto dello scanario tempestandolo di missili. Sia chiaro, nulla esclude che in un prossimo futuro gli sviluppatori decidano di distribuire la modalità multiplayer sottoforrma di contenuto scaricabile, ma di certo il fatto che non sia presente fin dall'inizio non può che lasciare parecchio amaro in bocca. Per quanto riguarda invece il sistema di controlli, Rocket Riot HD cerca di accontentare un po' tutti mettendo a disposizione tre alternative differenti, due tramite interfaccia touchscreen e una che coinvolge i sensori di movimento del dispositivo. In ciascun caso non si ha mai quell'immediatezza e quella reattività dei controlli vista in Infinity Field e altri giochi del genere, ma se lo shooter di Codeglue pecca in giocabilità recupera abbondantemente con la simpatica esperienza audiovisiva che riesce ad offrire. Che razzo vuoi? L'arena di gioco cambia continuamente prospettiva dando un piacevole senso di tridimensionalità, sebbene le meccaniche di gioco restino ancorate al 2D, mentre ogni blocco distrutto e ogni pezzo di muro fatto saltare in aria disperde nel livello centinaia di piccoli frammenti. L'impressione è così quella di muoversi in mezzo a un tripudio di fuochi d'artificio, e anche quando lo schermo sembra pronto ad esplodere, tanti sono gli oggetti in vista, il framerate non ha mai dato segni di incertezza. Allo stesso modo tanto folle quanto azzeccata è la colonna sonora, composta da brani talvolta esaltanti e talvolta ridicoli. Peccato che il tutto si perda nell'enorme ripetitività dell'azione, considerando che i livelli andranno affrontati quasi tutti alla stessa maniera, mentre le sporadiche battaglie con i boss non richiedono mai un approccio strategico, portando semplicemente il giocatore a sparare a raffica e scansare i proiettili in arrivo. Ad aggiungere un minimo di carne al fuoco e sopperire alla mancanza di modalità aggiuntive ci pensa almeno una lunga serie di power-up che all'occorrenza possono avvantaggiare il giocatore o metterlo in difficoltà: alcuni aumentano la potenza di fuoco, ad esempio ingrandendo i propri missili o moltiplicandoli, altri si attivano solo dopo un certo periodo di tempo, altri ancora influenzano in negativo i controlli o la propria mira. Infine, sebbene non manchino diversi obiettivi da sbloccare tramite Game Center e che favoriscono a rigiocare livelli già portati a termine, sul fronte dei contenuti extra il gioco si limita ai vari personaggi segreti: ogni volta che si affrontano nuovi nemici, questi vengono resi disponibili in un menù apposito, permettendo al giocatore di impersonare oltre 100 avatar differenti.

La versione testata è la 1.1
Prezzo: 0,79 €
Link App Store

Clicca per votare!
7.5

Redazione

4.5

Lettori (3)

Nonostante sia ben lontano dal rappresentare un punto di riferimento nel genere degli arena shooter per dispositivi mobile, Rocket Riot HD riesce discretamente bene a trasportare il divertimento e il carisma della versione Xbox Live Arcade su iOS. Tanti livelli, obiettivi e personaggi sbloccabili terranno impegnato il giocatore per un po', ma resta forte il rammarico di non poter giocare in multiplayer com'era per il gioco originale. Considerando comunque il prezzo infimo al quale viene venduto, chi ha voglia di uno shooter strampalato dovrebbe comprarlo a occhi chiusi, magari incrociando le dita e sperando che uno dei prossimi aggiornamenti darà il via libera a sfrenate battaglie online.

Vincenzo Lettera

Pro

  • Esilarante da vedere e da giocare
  • Un gran numero di power-up

Contro

  • Totale assenza di una modalità multigiocatore
  • Parecchio ripetitivo in single player

TI POTREBBE INTERESSARE