7.5

Redazione

5.2

Lettori (4)


  • 1
  • 1
  • 3
  • 0

Hero AcademyEroi non si nasce, si diventa 2

Approda con la formula Freemium un interessante strategico a turni targato Robot Entertainment, destinato ai giocatori iOS amanti del gioco online

Versione testata: iPhone

La particolarmente aggressiva politica dei prezzi legata in generale alle applicazioni presenti su App Store e derivati ha avuto come conseguenza (forse non troppo gradita) una sorta di "soglia massima" di tolleranza all'acquisto, un limite invisibile entro il quale l'utenza interessata percepisce come "giusto" investire del denaro. Tale soglia, per essere sinceri, sembra in realtà molto bassa, tanto che superare le canoniche 0,79 o al massimo 1,59 euro potrebbe far assegnare ad un gioco l'incredibile (in senso assoluto) etichetta di "salato". Eroi non si nasce, si diventa Ci si ritrova quindi, nei panni di uno sviluppatore, ad un bivio fastidioso: calmierare i prezzi, per evitare così di pesare troppo al momento dell'acquisto ma rinunciando o limitando idee, feature e contenuti, oppure offrire un titolo certamente più completo e curato, sacrificando in questo modo l'enorme fetta degli utenti meno prodighi. La formula freemium offre per fortuna una terza via: è data cioè l'opportunità di scaricare gratuitamente il gioco in versione "base", perfettamente funzionante ma con gli extra ridotti all'osso o magari con dei banner pubblicitari; in un secondo momento, dopo aver giocato e forse essersi appassionati, è poi possibile acquistare elementi opzionali o la rimozione delle pubblicità, investendo gradualmente delle piccole somme. Come ci insegna il successo dell'analoga formula del Free to Play in ambito MMORPG, una simile scelta di marketing può rivelarsi decisamente azzeccata, a patto però di saper ben bilanciare sia la parte gratuita che le offerte a pagamento. Il progetto che sta attorno ad Hero Academy è, da questo punto di vista, molto ambizioso e, come si vedrà, decisamente interessante.

Uomini gratis, Elfi a pagamento

Il pacchetto gratuito iniziale offerto in Hero Academy permette di guidare soltanto un'armata umana: essendo uno strategico a turni di stampo piuttosto classico (ma con alcune interessanti novità), lo scopo del gioco sarà quello di distruggere sia l'esercito nemico sia i cristalli dell'avversario, difendendo al contempo i propri. La salute dei cristalli è in sostanza l'indicatore di vita della partita: una volta scesa a zero, la preziosa gemma si frantumerà e la partita sarà definitivamente persa. Tutti i giocatori hanno quindi in dotazione lo stesso esercito di uomini, che varia soltanto per il colore delle vesti e delle armature; ma proprio la personalizzazione dei lottatori è il primo degli acquisti extra che è possibile effettuare. Si può infatti scegliere tra accessori di vario tipo, armature, cappelli, colori diversi ecc, il tutto alla simbolica ma molto reale cifra di 0,79 euro (cadauno, ovviamente). Terminata la personalizzazione, e magari dopo aver dato un'occhiata alle principali regole di gioco attraverso il Training, si scende immediatamente nell'arena, affrontando online un amico di Facebook o Twitter o in alternativa un avversario casuale scelto dal sistema. C'è da dire che il matchmaking funziona molto bene: l'avversario si trova infatti in pochi secondi ma i veri problemi arrivano proprio nel corso delle partite. Eroi non si nasce, si diventa In questa specie di scacchiera infatti si devono disporre le truppe a nostra disposizione, selezionabili tra quanto in maniera casuale la CPU ci ha messo inizialmente a disposizione nella barra posta in basso sullo schermo. Maghi, guerrieri, ariceri e guaritori, in perfetto stile fantasy, sono gli elementi in comune a tutti gli eserciti: per cominciare soltanto due personaggi possono essere calati in campo ma, una volta spostati dalle caselle di inizio oppure morti, anche gli eventuali "panchinari" hanno l'opportunità di subentrare in corsa durante il match. Chiaramente ciascuno dei protagonisti ha delle caratteristiche peculiari da sfruttare in ogni fase di gioco: il guerriero ad esempio ad ogni attacco sposta di una casella il proprio obiettivo, mentre l'arciere o il mago arrecano danno anche da lontano e senza far allontanare il nemico; ogni turno permette l'esecuzione di 5 mosse (a scelta tra movimento, attacco, guarigione, evocazione di personaggi o incantesimi). Nella scacchiera di gioco si trovano poi casualmente bonus particolari, indicati da simboli come lo scudo, che aumenta le difese di quella particolare unità, la spada, che incrementa il danno inflitto e la piastrella Assalto, che riduce invece i punti vita del cristallo avversario. Gli stessi bonus vengono a volte regalati e posizionati nella barra inferiore delle unità, in modo da attivarne gli effetti manualmente sul lottatore che si preferisce aiutare. Altri potenziamenti donati in maniera casuale sono la palla di fuoco, da lanciare indifferentemente su unità nemiche o sul cristallo, e l'elmo, che rinforza sia in statistiche sia esteticamente il personaggio che ne fa utilizzo. La grossa problematica, forse l'unica seria che affligge Hero Academy, è il tempo biblico di attesa che intercorre tra un turno e l'altro del proprio avversario. Essendo un titolo online infatti, è inevitabile aspettare qualche secondo che l'alter ego umano rifletta prima di agire. Nelle prove effettuate però, si è arrivati anche ad attese di oltre 10 minuti prima di vedere notificata l'esecuzione delle mosse. Anche quando l'altro giocatore si dimostri particolarmente attivo però, il ritmo di gioco risulta essere estremamente lento. E' un vero peccato infine che non esistano al momento sistemi di "punizione" per gli utenti poco sportivi che, una volta accertata l'inevitabile sconfitta, abbandonano prima la partita, lasciandola perennemente in sospeso. Hero Academy - Trailer Hero Academy - Trailer

La versione testata è la 1.0.2
Prezzo: gratuito con formula Freemium
Link App Store

Hero Academy è un coraggioso esperimento nell'intricato mondo dei titoli freemium, un gioco dedicato agli amanti dei vecchi strategici, curato tecnicamente ma piuttosto scarno a livello di contenuti (soprattutto se si è particolarmente attenti alle spese extra). Il ritmo eccessivamente lento tuttavia lo penalizza abbastanza pesantemente, considerata la veloce e agile piattaforma su cui gira. Una modalità single player contro la CPU in realtà fornirebbe una più che gradita scusa supplementare per giustificarne il download ma, visto il prezzo iniziale nullo, una rapida prova è in ogni caso consigliabile a tutti gli appassionati.

Giovanni Polito

Pro

  • Formula freemium tutto sommato bilanciata
  • Potenzialmente molto divertente
  • Gioco online...

Contro

  • ...e basta!
  • Ritmi di gioco lentissimi
  • Peccato per gli Elfi Oscuri a pagamento