Piattaforme di cartone  4

Il titolo di debutto per Robots Vs. Wizards su App Store, prodotto da Crescent Moon Games, è un platform a metà fra LittleBigPlanet e i vari "doodle" che da anni ormai spopolano sui dispositivi iOS

Versione testata: iPhone

Può un mostro di carta incutere timore? Be', dipende da quanto è grosso, cosa che l'omino protagonista di Paper Monsters impara molto presto. Titolo di debutto per Robots Vs. Wizards su App Store, il gioco è un platform di stampo classico in "due dimensioni e mezzo", ovvero si presta in più di un'occasione a soluzioni visive che ci vedono attraversare lo scenario anche in profondità e materializzarci in lontananza sullo sfondo, intenti a raccogliere oggetti nascosti a una prima occhiata, magari per effetto della prospettiva.

Le dinamiche che regolano il "combattimento" sono le stesse dettate quasi trent'anni fa da Mario Bros., ovvero bisogna saltare in testa ai nemici per eliminarli. Talvolta non si tratta di avversari convenzionali e la loro esplosione può provocare un bel po' di danni, dunque bisogna fare attenzione, ma in generale l'elemento sfida latita e il divertimento viene affidato completamente all'esplorazione delle location, in particolare alla raccolta dei bottoni (la valuta del gioco, in pratica, tramite cui è possibile acquistare abiti e accessori per il personaggio) e alla ricerca delle tre "graffette" nascoste in ognuno dei dodici stage standard disponibili, distribuiti all'interno di quattro zone che culminano sempre con un boss fight. I livelli risultano ben differenziati e disegnati, invogliandoci a controllare qualsiasi angolo alla ricerca di bonus, e non mancano neppure le variazioni sul tema, come ad esempio le fasi sparatutto in cui ci si mette alla guida di un sottomarino e quelle in cui saliamo a bordo di uno slittino e dobbiamo saltare per evitare le trappole lungo il percorso.

Piccolo Grande Pianeta

Chi ha giocato con LittleBigPlanet su PlayStation 3 sa bene che il prodotto di Media Molecule è tanto straordinario e ricco sotto il profilo della creazione e delle potenzialità quanto "scivoloso" nei suoi risvolti platform. Nonostante ciò, la sua estetica ha evidentemente influenzato un mucchio di sviluppatori, visto che non solo Paper Monsters, ma anche una serie di altri videogame per iPhone e iPad (poco tempo fa è toccato a Cordy, ad esempio) vi si ispirano in modo palese. In questo caso specifico abbiamo le già citate escursioni in lontananza, le piattaforme mobili e tutta una serie di elementi che ricordano da vicino l'atmosfera di cui sono impregnate le avventure di Sackboy, inclusa la raccolta degli oggetti.

Il sistema di controllo scelto dai ragazzi di Robots Vs. Wizards si basa completamente sul touch screen ed è disponibile in due varianti: la prima, attivata di default, ci permette di muovere il personaggio agendo con il pollice sinistro su di uno stick virtuale invisibile, ma il fatto che tale stick si riposizioni ogni volta che tocchiamo lo schermo produce purtroppo tempi di reazione sopra la media, capaci di creare problemi quando dobbiamo spostarci rapidamente; la seconda variante, decisamente più pratica, consiste in un d-pad visibile e fisso, molto preciso anche se di dimensioni un po' troppo contenute (farlo più grande no, eh?). Lo story mode, come detto composto da un totale di sedici livelli (boss fight inclusi), viene coadiuvato da due simpatiche modalità extra. La prima si chiama "Drag 'n Dash" e consiste in un semplice running game, in cui bisogna saltare per evitare gli ostacoli e raccogliere al contempo il maggior numero di oggetti possibile. La seconda si chiama "Heartbreak Shakedown" ed è composta da un set di sei livelli aggiuntivi ispirati alla festa degli innamorati, a cui è possibile accedere una volta completata la modalità principale. Tecnicamente Paper Monsters si presenta come un bel titolo, forte di un'ottima scelta dei colori, scenari ben differenziati e personaggi interessanti, anche se dotati di animazioni non particolarmente varie (il protagonista, con la sua camminata così statica, è un esempio lampante).

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )

La versione testata è la 1.1
Prezzo: 0,79€
Link App Store

Multiplayer.it

8.2

Lettori (4)

6.1

Il tuo voto

Paper Monsters è un gran bel platform. Strutturalmente non gli manca nulla: è dotato di un buon numero di stage, di due simpatiche modalità extra (anche se il running game lascia il tempo che trova), di un level design più che discreto, che spinge sul pedale dell'esplorazione, e di un ottimo comparto tecnico. Ciò di cui avrebbe bisogno è una maggiore incisività in termini di gameplay, perché un salto in testa ai nemici non si nega mai, ma oggi come oggi serve qualcosa in più per emergere in un mercato così saturo e pieno di cloni più o meno validi. Il sistema di controllo di default dà qualche problema, ma per fortuna è presente un'opzione alternativa molto più precisa, e da questo punto di vista non ci si può lamentare di nulla: la risposta agli input è rapida e difficilmente vi capiterà di cadere in un dirupo per colpe non vostre. Se vi piace il genere, compratelo senza indugio.

PRO

  • Buona dotazione di livelli e modalità
  • Interessanti escursioni nel campo del 2.5D
  • Simpatiche le variazioni sul tema

CONTRO

  • Gameplay non molto incisivo
  • Animazioni fluide ma un po' povere
  • Minigame extra di scarso valore

VAI ALLA SCHEDA DEL GIOCO

In digital delivery su None