8.0

Redazione

8.8

Lettori (59)


  • 77
  • 4
  • 109
  • 9

WipEout 2048Fast and Furious 19

Le fulminanti gare futuristiche di Wipeout accompagnano il lancio del nuovo portatile Sony. Che c'è di nuovo in questa versione?

Tornare in pista con Wipeout è sempre uno shock, sopratutto quando non se ne gioca uno da mesi. È difficile abituarsi alla sfrenata velocità degli eleganti veicoli (o velivoli?) che si danno battaglia a suon di missili nelle metropoli del futuro, ma la progressiva sensazione di miglioramento è una soddisfazione che è difficile mettere a tacere. L'appuntamento con Wipeout, almeno una volta se non due per generazione, è imprescindibile e fa piacere vederlo nella line-up iniziale della nuova console Sony, come accadde più di dieci anni fa in occasione del lancio della primissima console PlayStation, Fast and Furious anche perché è indubbiamente uno dei titoli visivamente più spettacolari disponibili per PlayStation Vita. Se state cercando un gioco da affiancare a Uncharted: L'Abisso d'Oro e Ultimate Marvel vs Capcom 3 per mostrare i muscoli della vostra nuova console, l'avete trovato. Con queste premesse si potrebbe pensare di avere tra le mani uno dei migliori Wipeout di sempre, purtroppo qualche magagna interviene a negargli l'eccellenza...

Speed racer!

Alla base, Wipeout 2048 è sempre il solito Wipeout, e questo è certamente un bene visto che dopo anni di perfezionamenti qualunque modifica di troppo potrebbe compromettere un delicato equilibrio che ormai caratterizza le meccaniche del franchise. Per chi non lo sapesse, le gare di Wipeout si svolgono tra futuristici veicoli antigravitazionali che sostanzialmente "scivolano" sull'asfalto. L'assenza di frizione comporta un controllo del veicolo sensibilmente diverso da quello a cui in genere si è abituati negli altri giochi di guida e per tutti coloro che non ci hanno mai giocato o hanno perso l'abitudine, i primi minuti, come dicevamo in apertura possono essere strazianti, punteggiati continuamente da collisioni e brusche sbandate. Fast and Furious Una volta capito come utilizzare propriamente gli unici due pulsanti adibiti al movimento del veicolo, un tasto per accelerare e uno per frenare, basta un po' di pratica per trasformare le gare di Wipeout 2048 in un elegante balletto dove si intromettono altri tre fattori: gli avversari, i power-up difensivi e le armi. In questa versione per PlayStation Vita i vari bonus che è possibile acquisire scivolando sugli appositi pannelli gialli o verdi ricoprono un ruolo ancora più importante a seconda della missione che stiamo affrontando: la modalità Campagna è infatti strutturata in un modo decisamente interessante e si dipana attraverso una serie di gare dagli obiettivi più disparati. In alcune dovremo guadagnare punti colpendo i nostri avversari, in un'altra dovremo arrivare minimo quinti al traguardo, in alcune gare dovremo solo fare del nostro meglio e battere un record e così via. Ogni missione è rappresentata da un esagono su una sorta di mappa che si sviluppa diramandosi lateralmente, dunque il giocatore ha l'opportunità di scegliere la prossima missione da affrontare, dirigendosi verso nuove sfide che ci permetteranno di ampliare il nostro parco di veicoli, caratterizzati da diversi valori di accelerazione, controllo, potenza difensiva e via dicendo. La modalità Campagna per un giocatore singolo di Wipeout 2048 non è particolarmente impegnativa ma nel giro di una manciata di gare diventa sempre più importante imparare a controllare perfettamente la propria vettura e, sopratutto, memorizzare la configurazione delle varie piste. Quest'ultima è una pratica comune nei giochi di guida e nella serie Wipeout specialmente, poiché aiuta a prevedere la posizione dei pannelli acceleratori, delle scorciatoie, dei power-up disseminati per tutta la pista. Fast and Furious Sapere quando cominciare a inclinare la vettura per prendere una curva un secondo prima degli avversari può fare la differenza tra la vittoria e la sconfitta, sopratutto in questa versione in cui i ragazzi di Studio Liverpool si sono letteralmente sbizzarriti con la creazione di piste davvero complesse, ricche di dettagli e realismo. Il colpo d'occhio complessivo è davvero eccezionale, non soltanto per lo stile come sempre accattivante e moderno di location e vetture, ma anche e sopratutto per l'elaborata varietà dei panorami e la moltitudine di effetti particellari che sfrecciano attorno a noi sullo splendido schermo dell'handheld. Tutto questo ben di Dio ha un prezzo: a differenza del precedente Wipeout HD per PlayStation 3 e i suoi 60 fps, Wipeout 2048 sfoggia "semplicemente" trenta granitici frame al secondo, un risultato comunque davvero impressionante che non inficia minimamente l'esperienza generale. WipEout 2048 - Trailer introduttivo WipEout 2048 - Trailer introduttivo

Trofei PlayStation 3

I Trofei di Wipeout 2048 non sono tantissimi ma i collezionisti dovranno sudare le proverbiali sette camicie per sbloccare 14 Trofei Bronzo, 9 Argento, 6 Oro e il Platino. Dovrete compiere giri perfetti in svariate piste, completare la campagna, giocare a lungo la modalità multigiocatore e, in generale, conoscere a menadito le varie piste.

Troppo veloce per notarlo

La complessità visiva e strutturale delle piste purtroppo contribuisce a rendere l'approccio di un neofita molto più difficile, nonostante la soddisfazione che ne consegue dopo averle giocate e imparate a sufficienza. Questo d'altra parte è un problema minore, Wipeout 2048 ne ha qualcuno un po' più antipatico. Quello sicuramente più evidente consiste nella durata dei caricamenti: nonostante l'installazione della patch appositamente rilasciata per ridurli, il loading delle varie gare può richiedere fino a quaranta o quarantacinque secondi di tempo; una mole decisamente infelice per una console portatile e un gioco che dovrebbe prestarsi a rapide partite, magari sui mezzi urbani. Pollice in basso anche per il peculiare sistema di controllo sviluppato approfittando del sensore di movimento integrato nell'hardware, decisamente frustrante, impreciso e scomodo. Ottima invece la performance dello stick analogico, che si rivela ancora una volta preciso e funzionale. Non abbiamo menzionato l'eccellente colonna sonora, una quindicina di tracce composte da artisti che non hanno bisogno di presentazioni tra i quali Kraftwerk, Orbital e i Chemical Brothers. Abbiamo lasciato per ultima la componente multigiocatore, che merita un discorso più ampio e incide in modo particolare sulla valutazione finale. Wipeout 2048 sfrutta alcune inedite funzioni di PlayStation Vita in modo davvero ingegnoso per arricchire una modalità multigiocatore che, d'altra parte, lascia un po' a desiderare. Fast and Furious Mentre si gioca è possibile ricevere avvisi in tempo reale dei record e progressi degli amici nella lista dei contatti ed è anche possibile scattare una propria foto prima di una gara per mostrarla ai concorrenti; il gioco supporta inoltre il Cross-Play con i possessori di Wipeout HD/Fury per PlayStation 3, con cui è possibile gareggiare sulle stesse piste. La modalità multiplayer vera e propria, invece, è strutturata in modo abbastanza originale: i giocatori infatti vengono scaraventati in gare "a missioni" esattamente come nella campagna per un singolo giocatore e devono mettersi alla prova nei modi più diversi. A volte basta soltanto partecipare, altre volte bisogna tagliare il traguardo prima degli altri, in altri casi più intricati bisogna invece colpire un determinato avversario con una certa arma. La campagna multiplayer ha due grandi pregi: in primo luogo, è un simpatico diversivo rispetto alle solite gare monotematiche; inoltre, permette di gareggiare senza enormi svantaggi contro i giocatori più esperti in velocità e conoscenza delle piste. Purtroppo però è anche una modalità davvero poco configurabile da parte del giocatore, il quale si trova alla mercé delle regole preimpostate, senza avere alcun controllo su di esse. È possibile configurare invece, ma sempre entro certi limiti, le partite multigiocatore ad hoc ma si sente comunque la mancanza di una modalità multiplayer maggiormente personalizzabile.

Se uno degli obiettivi dei ragazzi di Studio Liverpool era stupirci con mirabolanti effetti speciali, bisogna dire che ce l'hanno fatta in pieno: Wipeout 2048 è una vera e propria gioia per i sensi e non ha nulla da invidiare alla versione casalinga, a parte 30 fps di differenza. D'altro canto, è sempre il solito Wipeout che ormai fa fatica a stupirci nonostante la sempre altissima qualità di piste e design. Ci stupiscono invece le lacune nella modalità multigiocatore e i tempi di caricamento davvero troppo lunghi: speriamo che non si facciano attendere patch mirate a risolvere questi problemi con accorgimenti e modalità nuove di zecca.

Christian La Via Colli

Pro

  • Graficamente fantastico
  • Ottima colonna sonora
  • Sempre divertente, regala grandi soddisfazioni

Contro

  • Piste eccessivamente intricate
  • Caricamenti troooppo lunghi
  • Modalità multigiocatore lacunosa