Adventure Pinball: Forgotten IslandAdventure Pinball 

Per chi non lo sapesse, il motore grafico prescelto per il qui presente Adventure Pinball è quello di Unreal Tournament, il capolavoro di Epic Megagames che ancora oggi è stragiocatissimo in tutto il mondo, in virtù di una comunità videoludica decisamente vasta.

Adventure Pinball Adventure Pinball

Ma… mi ricorda qualcosa…

Per chi non lo sapesse, il motore grafico prescelto per il qui presente Adventure Pinball è quello di Unreal Tournament, il capolavoro di Epic Megagames (venduto adesso al prezzo folle di 19.900 lire, confezione dvd) che ancora oggi è stragiocatissimo in tutto il mondo, in virtù di una comunità videoludica decisamente vasta. Dopo che l’avrete installato (tranquilli, meno di 150 mb d’installazione!!!), come al solito il programma di setup procederà a configurare nel migliore dei modi i settaggi grafici in proporzione alla vostra macchina. I requisiti minimi di sistema prevedono un P2 266 mhz, 32 bm di ram, una scheda video non accellerata da 4 mb (smettetela di ridere!!!) e nel cd ci sono le Directx 8, indispensabili per il corretto funzionamento del pacchetto. Digital Extremes consiglia un P2 400 con 128 mb di ram ed una scheda video accellerata da 16 mb compatibile con Glide di 3dfx o Direct 3d di Microsoft, configurazione consigliata per giocare più che degnamente ed un P3 700, 128 mb di ram e scheda video da 32 mb per giocarci in maniera divina (eh si, la malattia chiamata Black And White ha colpito anche me…); con il mio P3 500 (ancora per qualche settimana), 256 mb di ram e GeForce DDR da 32 mb di Creative ho giocato al massimo dettaglio a 1024x768x32 con una fluidità più che buona (tra i 26 ed i 30 fps), minata di rado da qualche scattino.

I programmatori hanno inserito un grandissimo numero di textures, visto che le tavole a nostra disposizione sono ben nove ed ognuna di esse ha varie sottotavole tutte da scoprire; l’ambientazione scelta è quella della preistoria e il malcapitato di turno è Ooga, un cavernicolo che avrà davvero bisogno della nostra abilità con le palle (er..^_^’): in più di un occasione avrà a che fare con correnti di lava, tirannosauri inferociti, cascate e solo la nostra bravura con i flippers può tirarlo fuori dai guai o aprirgli nuove vie d’uscita. Graficamente possiamo ritenerci quindi soddisfatti sia per la qualità della grafica, sia per la quantità di poligoni e textures su schermo, senza dimenticare qualche sfizioseria come l’ottimo scorrere delle acque (punto di forza storico del motore di Unreal), lo sbuffare di un vulcano o gli effetti di trasparenza inseriti qua e là nei vari flipper. Per quanto riguarda il lato sonoro spero che abbiate (almeno) una Sound Blaster Live 1024 con le Cambridge Four Point Surround per godervi la magnificenza dell’environmental audio, ivi rappresentato con assoluta eccellenza: è davvero magnifico sentire alla propria sinistra lo scorrere delle acque, da un'altra parte la vostra pallina che rimbalza per ogni dove, garantendo una sonorità diversa a seconda del punto di contatto e della posizione della vostra testa, praticamente la stessa magnificenza sonora di Unreal Tournament e relativo “antenato”.

Adventure Pinball Adventure Pinball

Flipper mania!!!

Abbiamo parlato di nove flipper, ognuno di essi con più di un segreto da scoprire, bonus o intere nuove zone che siano, ma anche dell’aiuto che dobbiamo dare al cavernicolo Ooga; vi state chiedendo che c’entra questo con un flipper? La risposta ricade nella modalità di gioco più importante di Adventure Pinball, lo story mode, d’altronde se anche voleste provare le tavole una ad una, notereste che la stramaggioranza di queste ultime sono belle e inaccessibili, quindi volenti o nolenti dovrete, mano a mano, completare gli obiettivi che a mano a mano aiuteranno Ooga a sopravvivere più a lungo possibile e a trovargli la via d’uscita dal livello, finchè non avrete completato con successo tutte le tavole presenti in questo piccolo gioiellino targato Digital Extremes. Una volta fatto ciò, avrete nove ottime tavole da flipper tutte per voi e se già Pro Pinball Big Race Usa con una singola tavola assicurava un divertimento impareggiabile, cosa dovremmo dire adesso di queste nove tavole, una più bella e variegata dell’altra, tutte realizzate in maniera pressochè perfetta? Beh, la risposta è semplice: altre mappe, opss, tavole; pensateci bene, quante mappe extra esistono per Unreal ed Unreal Tournament? Un numero inimagginabile, lo stesso (o poco meno) che il sottoscritto si aspetta dalla comunità videoludica che di sicuro si verrà a formare, dopotutto sono in molti oramai i realizzatori di mappe extra per Unreal e Unreal Tournament quindi consiglio di tenere già da ora d’occhio l’homepage del gioco (http://www.pinball.ea.com/ ) per i futuri download.

Conclusioni: must have game!

Potrei finire questa recensione dicendo che chi ama i flipper deve ASSOLUTAMENTE acquistare Adventure Pinball ma è bene fare un breve sunto delle caratteristiche di questo titolo per chi non li digerisce (il mondo è bello perché e vario, vero?): ottima grafica (stracollaudata, verrebbe da dire), eccellente sonoro ambientale, divertimento alle stelle e una eccellente giocabilità (per superare record su record farete notte, per la solita “ ultima partitina e poi basta”), coaudiuvata da una longevità mai vista per un flipper game senza dimenticare che il sottoscritto sta volutamente tralasciando la possibilità di aumentare esponenzialmente la longevità del gioco con le future tavole extra, basando tutti le sue lodi sperticate a quello che trovate nella confezione dvd di questo piccolo capolavoro. E le sale giochi rimasero deserte…

Adventure Pinball Adventure Pinball

Breve intro nostalgica

Negli ultimi anni, da quando le console e i computer hanno raggiunto una considerevole evoluzione dal punto di vista delle prestazioni tecniche, le sale giochi, da sempre affolate dagli hardcore gamers, hanno conosciuto una grave crisi e, prima di esse, il mercato dei flipper. Se fino ad una dozzina d’anni fa non era improbabile trovare tra un platform ed un picchiaduro qualche bel flipper (in genere della Bally Midway o Data East, per citare le ultime grandi di questo settore), adesso trovare un flipper (anche di qualche anno fa) è come fare un terno al lotto, data la mutata situazione dei cosiddetti arcade center. Si potrebbe dire che come il coin-op, mano a mano evolutosi, abbia soppiantato il classico flipper, nella stessa maniera il videogioco casalingo ha superato in termini di fruizione e popolarità il “cugino” da sala giochi, arrivando ad un inevitabile crisi del settore ed inducendo gli operatori ad inserire sempre di più tavole da biliardo e calciobalilla, a fianco di coin-op la cui probabilità di successo, in caso di conversione, per il mercato home è decisamente esigua (ogni riferimento a Walk The Dog di Sega, simulatore di, errr, dog sitter, è puramente voluto). Cosa può fare allora un appassionato di flipper? Scordare i bei tempi andati? Dimenticare quei magnifici flipper primi anni’80, ad esempio quello il cui tema rappresentava una partita a bowling o quello western? Soppiantare la bgm di Ken Masters di Street Fighter 2 nell’omonimo (e fantastico) flipper? Rimuovere dalla memoria collettiva la tavola di Batman, miglior esempio di tie-in cinematografico per il settore interessato in questo paragrafo? Nossignori!
In virtù della summenzionata potenza delle attuali macchine da gioco, tanto le console quanto il nostro amato pc, ogni tanto fa capolino qualche bel flipper con cui dilettarci a battere il record firmato poc’anzi con tanto gaudio!!! Avendo il pc da quasi 2 anni, l’unico flipper (qui degno di menzione) da me testato su computer è stato Pro Pinball Big Race Usa di Empire, ottimo flipper con tema tassistico (Hit Maker, creatori di Crazy Taxy ed il suo imminente sequel di sicuro l’avranno adorato alla follia ^_^), penalizzato però da una sola tavola per quanto magnificamente ben implementata. Dopo la release di quest’ultimo nella collana budget di Halifax, spunta all’orizzonte quatto quatto (a parte la demo che consiglio di scaricare dalla nostra area files) questo Adventure Pinball: Forgotten Island, realizzato da Digital Extremes e distribuito da Electronic Arts, che, come al solito, ha fiutato qualcosa d’appetitoso…

TI POTREBBE INTERESSARE