Alpha Wing 2  0

Ad alcuni anni di distanza dall'uscita del primo episodio, Glu riprende la serie Alpha Wing e la rivoluziona per adattarne i contenuti ai cellulari di nuova generazione. Lo scrolling da orizzontale diventa verticale e viene introdotta la possibilità di scegliere il proprio personaggio fra i tre disponibili (ognuno dotato di una nave spaziale dalle caratteristiche differenti), ma rimane invariato il fascino di uno shoot'em-up classico.

Alpha Wing 2 fa parte della nuova collezione firmata da Glu, software house che ha già realizzato titoli di grande impatto in ambito mobile e che stavolta ci tiene a dimostrare la propria versatilità, lavorando su di un terreno non facile. Gli shoot'em-up per cellulare, infatti, in alcuni casi vantano una buona realizzazione tecnica ma non si adattano al tipo di dispositivo su cui girano, risultando macchinosi o addirittura frustranti. Sembra che ora le cose stiano cambiando, gli sviluppatori evidentemente hanno cominciato a tenere in considerazione i limiti del sistema di controllo relativi a tantissimi telefoni, e stanno cercando delle soluzioni efficaci. Nella fattispecie, Glu di soluzioni per Alpha Wing 2 non ne ha trovato poche, anzi ha fatto davvero un lavoro magistrale.

Come anticipato, il gioco ci permette di selezionare uno fra i tre personaggi disponibili (una ragazza, un alieno e un androide) basandoci sulle caratteristiche dei rispettivi veicoli, non tanto relative all'agilità del mezzo quanto al tipo di fuoco che produce. Effettuata la scelta, si parte per il primo dei tre sistemi planetari, ognuno diviso in tre stage più il boss fight, e si comincia a prendere confidenza con la filosofia alla base di questo shoot'em-up. In primo luogo, la meccanica di gioco è classica: scrolling verticale (ideale per lo schermo del cellulare), orde di nemici che si avvicinano in modalità prestabilite e ci sparano contro l'impossibile, veicoli da distruggere che rilasciano dei potenziamenti. L'unica cosa che manca ad Alpha Wing 2 è la classica "smart bomb", ma in compenso abbiamo uno scudo energetico che, una volta attivato, ci protegge dal fuoco nemico fino al suo esaurimento. Per usarlo nuovamente dovremo attendere che la relativa barra si riempia di nuovo, il che si traduce in un elemento strategico non da poco, visto che bisogna usare la protezione solo quando non si riesce proprio a evitare un attacco. La prima soluzione intelligente trovata da Glu riguarda la velocità del fuoco nemico, regolata in modo che si possa evitarlo anche disponendo di un joystick lento e poco sensibile. La seconda soluzione ha a che fare con la gestione dei potenziamenti e la longevità del gioco: con i suoi nove stage in totale (più i boss), Alpha Wing 2 non si può definire uno shoot'em-up lunghissimo, dunque gli sviluppatori hanno pensato bene di non darci la possibilità di continuare la partita dopo un game over, riservandoci però il diritto di accedere subito a uno qualunque dei livelli già raggiunti in precedenza. Sembra la stessa cosa, ma non è così: i potenziamenti delle armi sono la chiave per superare gli stage avanzati, dunque cominciare da zero l'ultimo livello di un'ambientazione si traduce in una rapida dipartita, spingendoci a cominciare da uno stage precedente o addirittura dall'inizio per preservare la potenza di fuoco.

La terza soluzione che Glu ha trovato per rendere il suo nuovo titolo un prodotto di grande qualità si palesa nella sua realizzazione tecnica. A livello visivo, infatti, Alpha Wing 2 è probabilmente il miglior shoot'em-up disponibile per cellulare: le schermate statiche vantano un character design davvero ottimo unito a una grande definizione grafica, mentre il gioco vero e proprio è un ottimo mix di grafica bitmap e poligonale. Le navicelle sono tutte ben disegnate, le esplosioni sono fatte molto bene e lo scenario tridimensionale scrolla in modo piuttosto fluido, cambiando in modo radicale a seconda dell'ambientazione. L'uso dei colori è ottimo in ogni frangente, e il comparto sonoro pur non brillando agisce in modo funzionale all'azione, senza sfigurare. Il controllo dell'astronave è estremamente semplice: la si muove con il joystick ed è possibile impostare l'autofire dalle opzioni (vivamente consigliato), mentre premendo il tasto 0 si attiva lo scudo energetico. Naturalmente la bontà del joystick del cellulare può trasformare l'esperienza di gioco, ma in linea di massima il titolo Glu riesce ad adattarsi anche ai dispositivi più ostici in tal senso.

Multiplayer.it

S.V.

Lettori (1)

6.9

Il tuo voto

Alpha Wing 2 è davvero una gradita sorpresa, un titolo imperdibile per tutti gli amanti degli shoot'em-up. Glu è riuscita a fare un ottimo lavoro: da un lato il gioco è tecnicamente eccezionale, dall'altro riesce a essere giocabile e divertente su tutti i terminali, indipendentemente dalla bontà del sistema di controllo. Uno dei difetti storici del genere, inoltre, è stato quantomeno limato grazie a un sistema di potenziamento che si rivela subito vitale per non soccombere sotto il fuoco nemico, e che dunque difficilmente ci permette di trovare scorciatoie troppo rapide verso il completamento di uno scenario. Se possedete un telefono abbastanza potente e vi piace il genere degli shoot'em-up, Alpha Wing 2 è un acquisto caldamente consigliato.

PRO

CONTRO

PRO

  • Tecnicamente eccezionale
  • Giocabile e divertente
  • Longevità superiore alla media...

CONTRO

  • ...ma resta sempre il difetto degli shoot'em-up
  • Solo per gli amanti del genere
  • Necessita di un terminale potente