Asphalt 4: Elite Racing  0

Arrivata al quarto episodio, la serie racing di Gameloft si presenta con una serie di interessanti novità, ma soprattutto con un dualismo finora inedito: Asphalt 4 è infatti disponibile sia per cellulari convenzionali, sia per l'iPhone di Apple. Andiamo dunque ad analizzare pregi e difetti di questo titolo corsistico "alla francese", mettendo a confronto entrambe le versioni sopraccitate.

Sicuramente, l'interesse dei lettori sarà principalmente orientato alla grafica di Asphalt 4 ed alle differenze che intercorrono tra un cellulare di fascia alta ed un iPhone. Come era lecito aspettarsi, la versione per il dispositivo Apple ne esce vincitrice, pur lasciando la marcata sensazione che sarebbe stato possibile fare molto di più. Il frame rate è buono, i modelli poligonali di vetture e motociclette (una delle novità di questo episodio) appaiono sufficientemente curati e le ambientazioni denotano una varietà ed una complessità strutturale sicuramente lodevoli. Tuttavia, il prodotto soffre di bad clipping e di texture poco definite che ne inficiano l'impatto visivo generale. Su cellulare, la valutazione in merito alla media della piattaforma è senz'altro più che discreta, anche se rispetto ad iPhone vi è un sensibile dislivello in termini di fluidità e di numero di poligoni. Parlando del sonoro, la versione iPhone si dimostra globalmente migliore, nonostante l'assurda decisione di Gameloft di accompagnare l'atto delle derapate con un effetto fastidiosissimo ed assordante che può indurre da solo ad abbassare a zero il volume. Più sottile invece la linea di demarcazione che separa l'esperienza ludica sperimentabile nelle due versioni: nonostante il terminale Apple vanti la bellezza di tre sistemi di controllo legati al touchscreen ed all'accelerometro integrato, Asphalt 4 non si dimostra maggiormente godibile sull'una o l'altra piattaforma. In entrambi i casi l'accelerazione è automatica, ma mentre su cellulare si sfruttano il pad ed un paio di tasti, su iPhone per sterzare ci si può affidare al tilt sensor, oppure agire sui lati del touchscreen, o ancora sfruttare un volante on-screen da muovere con il pollice. Ogni metodo offre pregi e difetti, senza dominare sugli altri: il primo consente una maggiore fluidità della manovra a scapito della precisione, mentre il secondo offre l'esatto opposto, con il terzo a fare la parte della soluzione "né carne né pesce".

Quello che non convince appieno di Asphalt 4 è comunque il modello di guida, con auto e moto che non dimostrano grandi differenze prestazionali tra di loro e il cui comportamento su strada non lascia grandi soddisfazioni all'utente: una negatività che va sommata ad una sensazione di velocità davvero scarsa, con bolidi che fanno segnare i 300 all'ora ma non li fanno assolutamente "sentire". Peccato che Gameloft non abbia curato certi aspetti importanti, perché a livello strutturale Asphalt 4 è un prodotto che teme davvero pochi rivali: il gioco vanta infatti una vasta serie di tracciati ambientati in location suggestive (Los Angeles, Parigi e New York, solo per citare le più celebri), varie modalità che esulano dalle semplici gare, una componente tuning semplificata ma comunque gradevole, ed una sezione multiplayer wireless che su iPhone funziona davvero alla grande. Certo, anche qui non mancano le zone d'ombra -i takedown "rubati" a Burnout sono obiettivamente ridicoli- ma sicuramente la completezza è il maggior pregio della produzione francese. Per il prossimo capitolo, però, potrebbe essere una buona idea sacrificare qualcosa sull'altare della quantità in favore di un gameplay all'altezza della situazione...

Multiplayer.it

S.V.

Lettori

S.V.

Il tuo voto

Asphalt 4 è un racing game onesto sia su iPhone sia su cellulare, che però non è in grado di dare alla serie quella svolta qualitativa di cui si sarebbe sentito il bisogno. Gameloft continua dunque a "prendere in prestito" idee qua e là, applicandole con risultati alterni e non curando a dovere aspetti importanti quali il frame rate e la pulizia grafica (a parziale esclusione della versione iPhone), o il comportamento delle vetture su strada. La grande quantità di contenuti e tracciati dà comunque al prodotto una sferzata di vita, ma di spazio per migliorare ce n'è davvero tanto.

PRO

CONTRO

PRO

  • Grande quantità di contenuti
  • Auto e moto su licenza
  • Graficamente discreto

CONTRO

  • Un po' privo di mordente
  • Modello di guida migliorabile
  • Scarsa sensazione di velocità