Bonk's ReturnBonk's Return 

Direttamente dalla preistoria (intesa sia come era geologica che videoludica), arriva Bonk's Return, esordio su cellulare del cavernicolo macrocefalo mascotte della storica console Pc Engine. Vediamo ora se il caro vecchio Bonk è riuscito ad adattarsi bene al mobile gaming...

Bonk's Return si prefigura come un platform di stampo estremamente classico, che non intende togliere né aggiungere nulla allo spirito dell'originale versione Pc Engine. Il risultato è immediatamente riscontrabile già dopo pochi minuti di gioco, durante i quali la natura old school del titolo Hudson viene fuori in tutto il suo splendore. Bonk's Return ha infatti l'innata virtù di essere un prodotto molto semplice, cosa che lo rende allo stesso tempo un perfetto mobile game e un fedele omaggio al gameplay del passato. Nei panni del pelato protagonista, l'utente non deve far altro che saltare di piattaforma in piattaforma, raccogliere bonus e fare fuori nemici a colpi di testate, in un'avventura che vede Bonk impegnato a salvare la principessa dalle grinfie del malvagio Drool. Il gioco è suddiviso in una serie di stage -non moltissimi, per la verità- inframmezzati da simpatiche sequenze statiche di dialogo tra Bonk ed il cattivo di turno, che il più delle volte si prendono a insulti in maniera decisamente originale e divertente.

Oltre al principale Story Mode, l'opera Two Tribes offre anche una sezione dedicata ad una manciata di sfide (scalata, gara folle, gara molle, vulcano) con tanto di scoreboard che contribuiscono ad aumentare la longevità del titolo. Come è evidente, Bonk's Return non stupisce con effetti speciali, ma mette invece sul piatto una pietanza semplice ma gustosa: il prodotto Hudson è infatti molto divertente, di fatto rivelandosi uno dei pochi platform di recente uscita capaci di coinvolgere realmente il giocatore. Merito di una struttura ludica efficace, di un level design degno di questo nome e di un sistema di controllo intuitivo e funzionale, senza dimenticare l'importante ruolo giocato dalla realizzazione grafica. I ragazzi di Two Tribes hanno fatto davvero un buon lavoro, portando su schermo una versione di Bonk immediatamente riconoscibile dagli affezionati alla serie (nemici, bonus e scenari sono sempre gli stessi) e allo stesso tempo all'altezza degli odierni standard cosmetici del mobile gaming: ottime in particolare le animazioni del protagonista, fluide e numerose, ma un grande merito va dato anche alle dimensioni generose degli sprite e all'impeccabile utilizzo dei colori. La bontà tecnica di Bonk's Return è inficiata soltanto da un comparto sonoro troppo poco presente, anche se il prodotto Hudson va lodato per essere uno dei pochi titoli per cellulare ad includere l'apprezzatissima opzione di regolazione del volume.

Clicca per votare!
S.V.

Redazione

S.V.

Lettori

Bonk's Return è un platform game di razza, senz'altro tra i migliori visti negli ultimi tempi su cellulare: al successo dell'opera Two Tribes concorre soprattutto un eccellente rapporto semplicità/divertimento, che rende il titolo intuitivo ma non per questo poco appassionante. Se a ciò aggiungiamo una realizzazione tecnica pregevole (sonoro a parte) e una buona dose di humour che non guasta mai, apparirà evidente come Bonk's Return sia un download irrinunciabile per gli amanti del genere.

Fabio Palmisano

Pro

Contro

Pro

  • Semplice e molto divertente
  • Ottima veste grafica
  • Sistema di controllo impeccabile

Contro

  • Sonoro piuttosto scarno
  • Un po' corto

TI POTREBBE INTERESSARE