Cars - Recensione  0

L'ultima fatica Disney-Pixar arriva finalmente anche su Nintendo Wii!

Spesso e volentieri, trovandoci d'innanzi ad un titolo tratto da un famoso franchise cinematografico, la prima reazione è quella di storcere il naso credendo che il gioco in questione sia un mero prodotto commerciale teso a sfruttare il nome altisonante che porta piuttosto che cercare di proporre qualcosa di nuovo o semplicemente di buono. La maggior parte delle volte tutto questo è vero: i tie-in, i prodotti ispirati dai film, sono molto spesso videogiochi mediocri, e se proprio va bene arrivano ad essere buoni titoli. Solo in rarissimi casi scopriamo grandi giochi. Cars è l'ennesima trasposizione videoludica di uno dei più grandi successi al botteghino della passata stagione, riuscirà a superare la prova su strada?

Il telecomando come un volante

I controlli sono molto semplici ed intuitivi. Si gira a destra e sinistra, si frena e si salta. Non esistono items da prendere sul percorso, nitro, stelline, banane, power up o oggetti da lanciare ai nemici: si tratta essenzialmente di correre ed arrivare primi, nulla di più. Il salto non è in realtà molto utile in gara e non è strettamente indispensabile, anzi, potreste anche non usarlo mai senza sentirne la mancanza. La sua funzione è più spesso legata all'ottenimento di particolari oggetti nelle missioni cittadine extra-gara, ovvero servirà per prendere qualcosa posto troppo in alto che altrimenti sarebbe irraggiungibile. Durante la gara i comandi funzionano abbastanza bene, ma con riserva. Piegando troppo il telecomando del Wii la macchina sembra non rilevare più il movimento desiderato ma anzi sterzerà nella direzione opposta. Una volta presa la mano sarà quindi un bene non esagerare con le sterzate altrimenti il rischio sarà quello di finire molto spesso fuori strada.

si tratta essenzialmente di correre ed arrivare primi, nulla di più

Il telecomando come un volante

Le derapate quindi non riescono sempre perfettamente anche perchè se tocchiamo il freno la reazione della vettura è quella di bloccarsi e non di lasciarsi andare in "scivolata" come succede in OutRun o Ridge Racer. Nelle opzioni non ci sono modalità per settare la sensibilità dello sterzo, ma solo per cambiare i tasti, per cui sarà necessario qualche test prima di iniziare a curvare decentemente. Se la nostra macchina uscirà dalla pista, dopo 3 secondi sarà riportata automaticamente al centro di essa. Il problema è che non esistono (per la maggior parte dei tracciati) muri invisibili, ma anche blocchi visibili che ci impediscano di pensare "ok, taglio la pista così guadagno qualche metro sull'avversario", quindi il nostro primo istinto sarà quello di andare fuori pista per guadagnare più terreno possibile, con risultati ovviamente negativi in quanto la macchina scomparirà dopo qualche secondo. Una volta imparato anche questo cercheremo di seguire il tracciato ma un'impostazione più "libera" della gara avrebbe sicuramente giovato maggiormente al gioco.

I mini giochi di Cars

Tra una gara e l'altra, Cars è farcito di una trentina circa di sub-quest, missioni e minigiochi. Alcuni si basano sulla collezione di particolari oggetti sparsi in giro per il "mondo", altri sulle competizioni ed altri ancora cercano di sfruttare il wiimote nei modi più originali e vari. In qualcuno di essi si utilizza il telecomando come succede in Super Monkey Ball ad esempio, in altri bisogna collezionare delle cartoline che sono nascoste nei luoghi più disparati. C'è da spaventare i trattori in alcune spassose scenette ambientate di notte, senza che il guardiano ci scopra, e si aiuterà Luigi a raccogliere tutti i copertoni abbandonati nella zona dietro a Radiator Springs. Andando avanti nel gioco guadagneremo punti necessari a sbloccare altre piste, macchine, ma anche pezzi di film, artwork, sketch e dietro le quinte da gustarci completamente in italiano con le stesse voci della pellicola.

La realizzazione di Cars

Il livello tecnico raggiunto dagli sviluppatori di Cars su Wii è pari a quello della versione GameCube con qualche aggiunta. Le macchine hanno qualche poligono in più e gli effetti di luce sono più convincenti. Il gioco gira a 480p in 16/9 e questo aiuta molto la qualità generale dell'immagine, sopratutto se come collegamento video abbiamo optato per un component. Occasionalmente si può notare la presenza di qualche pop-up all'orizzonte e di qualche compenetrazione poligonale. Il vero problema di Cars è però la scarsa sensazione di velocità che dona al giocatore. Come detto in precedenza ci troviamo di fronte ad un titolo prettamente di "corse", ovvero dove non c'è nulla da fare eccetto che accelerare, curvare ed arrivare primi al traguardo; detto questo era lecito aspettarsi da Cars una maggior sensazione di freneticità e di azione.

il livello tecnico raggiunto dagli sviluppatori di Cars su Wii è pari a quello della versione GameCube con qualche aggiunta

Forse per venire incontro alle esigenze dei più piccoli, gli sviluppatori hanno pensato di rendere il titolo più semplice da gestire con uno scrolling non esasperato. Inoltre se usciamo di pista e la CPU ci farà rientrare, spesso "barerà" piazzandoci ben più avanti del punto in cui siamo usciti e regalandoci così un piccolo vantaggio. Per la prima metà di gioco, Cars risulterà veramente facile ed agevole ai più smaliziati, salvo poi diventare leggermente più impegnativo sul finale. Il comparto audio è da un lato molto ricco, con tutte le voci originali del cast, scenette doppiate, parlato in-game durante le corse e così via, ma il rovescio della medaglia è una scarsa varietà di canzoni e musiche di sottofondo, che alla fine diventano ripetitive e monotone. Gli effetti sono invece nella norma e riprendono per la maggior parte i rumori, i "ruggiti" dei motori e gli effetti "cartooneschi" del film.

Commento

Cars è un buon gioco di corse, divertente, vario e adatto sopratutto ai più piccoli in quanto molto semplice e facile da giocare. Il telecomando Wii poteva essere utilizzato meglio in gara ma è molto divertente nei mini-giochi, che sono un ottimo diversivo e regalano molti momenti buffi tra una competizione e l'altra. Si tratta per lo più di un gioco spensierato senza troppe pretese, dalla realizzazione tecnica abbastanza discutibile ma che può ugualmente risultare piacevole in virtù dell'ottimo doppiaggio italiano preso di peso dal film d'animazione dal quale è tratto. Consigliato solo ai veri amanti della pellicola Disney.

Pro

  • Ricco di minigiochi
  • Un mondo esplorabile
  • Ottimo doppiaggio
Contro
  • La CPU spesso bara
  • Troppo semplice
  • Scarsa sensazione di velocità

Cars è disponibile per GameCube, PC, PlayStation 2, Xbox e Xbox 360.
La versione testata è quella per Nintendo Wii.

Saetta McQueen arriva anche sul Wii!

Saetta McQueen, Cricchetto e tutta l'allegra combriccola di Radiator Spring si ritrovano su Wii in questa nuova produzione dell'acclamato binomio THQ-Disney. Spesso e volentieri le avventure videoludiche tratte da film ricalcano fedelmente la storia già apprezzata sul grande schermo, lasciando ben poca immaginazione per quanto riguarda trama e storia. Cars segue invece una strada tutta nuova e diversa rispetto alla pellicola, l'impostazione è quella del free roaming, ovvero del "libero vagare" attraverso un mondo digitale fedele alle ambientazioni del cartoon fedelmente riprodotto in ogni dettaglio. Gli sviluppatori del gioco sono gli americani di Rainbow Studios, specializzati in titoli di corse con la serie ATV Offroad Fury, Motocross Madness, Matt Hoffman's BMX e Splashdown per PlayStation 2.

Saetta McQueen, Cricchetto e tutta l'allegra combriccola di Radiator Spring si ritrovano su Wii

Il cuore di Cars è ovviamente lo story mode, egregiamente scenografato da decine di intermezzi animati in modo splendido e doppiati completamente in italiano. La verve comica ed i personaggi sono gli stessi già apprezzati al cinema: tra una scenetta e l'altra le gare saranno il vero divetimento di Cars. Inizialmente ci troviamo nel deserto e le prime competizioni si svolgono in ambito cittadino, con vetture di scarsa potenza e con piste relativamente brevi. Man mano avanzando di livello sarà possibile scegliere vetture più potenti fino ad arrivare alle competizioni in stile Nascar. Per correre si utilizza ovviamente il wiimote come fosse un vero volante, proprio come già successo in GT e Monster 4x4 sempre per Nintendo Wii. Se avete già acquistato uno di questi ultimi due giochi sarà inoltre possibile utilizzare il volante che già possedete.