Dr. Mario & Puzzle League  0

Intelligent Systems riprogramma due super-classici del puzzle game e li riconfeziona in un'unica cartuccia per gli amanti dei rompicapo.

Dr Mario

Vero e proprio classico dell’epoca del NES, Dr Mario è un puzzle game in cui resistenza e riflessi costituiscono il vero banco di prova per il giocatore. Il giocatore impersona Mario, intento ad eliminare i virus all’interno di una provetta attraverso il lancio di pillole medicinali al suo interno. I virus si presentano con colori diversi, e vanno eliminati affiancandovi pillole dello stesso colore in modo da formare file composte da quattro o più elementi. Il giocatore supera i livelli eliminando tutti i virus, mentre il gioco termina quando le pillole o i virus raggiungono il soffitto. Parte della difficoltà del gioco risiede nella macchinosità delle operazioni orizzontali e nel grado notevole di impegno che è richiesto, non appena la velocità di gioco si fa sostenuta, per raggiungere il fondo della provetta e far fronte all’accumulo di pillole. In questo senso, Dr Mario non esplode mai veramente come gioco strategico, ma si limita a un grande laboratorio di rapidità e pragmatismo mentale. In questa versione, provvista anche della possibilità di giocare in connessione sfidando un altro giocatore, Intelligent System ha approntato per Nintendo anche una nuova modalità di gioco in cui lo scopo della partita è quello di eliminare solo alcuni tra i virus presenti nella provetta, particolarmente inaccessibili o da sterminare in tempi molto ristretti. La modalità di gioco è particolarmente azzeccata, e in alcuni momenti non fa rimpiangere il modo di gioco tradizionale, perché lavora intelligentemente sulla meccanica originale di Dr. Mario, arricchendola di un momento strategico in parte prima non sviluppato. E’ inoltre presente un breve tutorial-guida, in verità abbastanza superfluo e che tradisce la scarsa complessità “sulla distanza” di Dr. Mario.

Puzzle League (già Tetris Attack / Panel de Pon)

Panel de Pon, nome primigenio di un gioco poi più noto come Tetris Attack (con i personaggi di Yoshi’s Island) e qui noto come Puzzle League, è semplicemente uno dei migliori puzzle game della storia. Il meccanismo di gioco prevede che si diano blocchi di diversi colori a riempire lo schermo, salendo dal basso verso l’alto, e che il giocatore possa utilizzare un cursore largo quanto due blocchi posti orizzontalmente per scambiare a due a due i tasselli, eliminandoli una volta che tre o più di essi dello stesso colore vengano a contatto. La forza di Puzzle League risiede in particolare nel momento strategico e cerebrale: il giocatore può decidere se vivere alla giornata, eliminando di volta in volta i blocchi che affiorano, o se puntare su uno stile di gioco più complesso e tecnico, forzando la salita più rapida della colonna di blocchi in modo da studiare combinazioni complesse. L’eliminazione dei blocchi prevede che quelli sovrastanti cadano riempiendo tutti gli spazi lasciati vuoti e generando a loro volta delle eliminazioni nel caso in cui cadano in modo da combinarsi con altri dello stesso colore. Portata a un certo livello strategico, questa meccanica è in grado di dar vita a spettacolari combinazioni ragionate, in cui blocchi su blocchi continuano a cadere dando vita a reazioni a catena. La complessità dei risultati è, ovviamente, premiata dal gioco, in particolar modo in tutte le modalità che non prevedono la semplice traversata del traguardo del numero di blocchi da eliminare ma la sfida contro avversari umani o della CPU. In questo caso, tanto più le combinazioni e le reazioni a catena si riveleranno complesse, tanto più sarà il danno trasferito ai nemici sotto forma di blocchi che piombano dall’alto, minacciando di tracimare dall’orlo superiore dell’area di gioco e causare la sconfitta, che non è immediata. I blocchi tenteranno di comprimersi e resistere per qualche secondo, lasciando al giocatore in difficoltà un lasso di tempo brevissimo ma cruciale per risolvere la situazione. Eliminando dei blocchi adiacenti alle zavorre, queste si trasformeranno in blocchi a loro volta. Nel tempo successivo alla trasformazione e precedente alla loro caduta, variabile a seconda della massa in trasformazione, il giocatore avrà il tempo di sistemare i blocchi sottostanti in modo tale da costruire combinazioni e rendere pan per focaccia all’assalitore.

Puzzle League (già Tetris Attack / Panel de Pon)

La combinazione di strategia, tensione emotiva e livelli di impegno, unita alla fantastica dinamica di sfida, rendono Puzzle League un gioco eccellente, degno di figurare in qualunque softeca degna di tale nome. La conversione per GameBoy Advance, nonostante il titolo poco ispirato e una generale sciattezza nella presentazione, si presenta con una serie di nuove opzioni in aggiunta a tutte le modalità di gioco. Sono presenti le la modalità di sfida semplice, l’avanzamento nei livelli (privato dalla simpatica componente estetica della versione per SNES), la sfida contro la CPU, l’allenamento, il tutorial e, soprattutto, il fantastico puzzle mode in cui il giocatore deve distruggere tutti i blocchi presenti su schermo con un numero limitato di sostituzioni. Rispetto alla versione per SuperNES, tuttavia, il gioco è molto più customizzabile: praticamente ogni aspetto del gioco, dalla velocità di salita della colonna di blocchi fino alle musiche (poche, in realtà, e non ispirate come quelle per SNES) e alla possibilità di attivare o disattivare elementi come la sua velocizzazione a piacere, è altamente “scalabile” e adattabile allo stile e livello di gioco che si vuole intraprendere. Altre aggiunte, come la modalità “rifiuti” che simula l’attacco avversario, vanno a corredo di una modalità con il link cable capace di far diventare Puzzle League un appuntamento fisso dei momenti multiplayer. Estetica a parte (che è mogia, ma risulta comunque customizzabile, con un vasto set di sfondi e regolazione di colore, opacità e loghi su schermo), si tratta di un’ottima versione di uno tra i migliori puzzle nella storia.

Commento

Dr Mario & Puzzle League è un semplicissimo bundle in cui due classici vengono messi in vendita a prezzo ridotto. Non tenta neanche la strada della raccolta vera e propria, quindi non è del tutto logico accusarlo di non corredare storicamente i titoli o fornire una presentazione adeguata. Certo, quest’ultima è molto piatta. Sarebbe stato bello avere una rielaborazione esteticamente più sofisticata di questi classici (il GBA viene usato al minimo del suo potenziale), magari corredata dall’emulazione fedele degli originali (o del solo Dr Mario). In realtà, tuttavia, questo avrebbe cambiato di poco l’ottima sostanza ludica. Se Dr Mario è un puzzle più che discreto, Puzzle League è un titolo eccellente sotto tutti i punti di vista, tanto che presentarlo in un bundle con un altro gioco è quasi un torto al suo valore. Considerata la quantità di opzioni, la fedeltà delle versioni e le modalità in multiplayer, la cartuccia ri-elaborata da Intelligent Systems è un aggiunta solidissima per ogni softeca. Il giocatore, del resto, non si faccia ingannare da questo voto finale “di media”, assegnato alla confezione, e valuti soprattutto tenendo conto del valore dei giochi contenuti.

Pro

  • Due classici in un solo colpo
  • Puzzle League è un gioco eccellente
  • Modalità multiplayer e ricche opzioni
Contro
  • Assenza di extra storici o accessori
  • Presentazione estetica un po' troppo minimale

Dr. Mario & Puzzle League
Doctor Mario and Puzzle League

Dr. Mario e Puzzle League è una cartuccia che, come il nome lascia in parte presagire, riunisce due tra i più classici e celebri puzzle games di tutti i tempi. Dr. Mario risulterà a molti un nome ben noto: si tratta di un titolo prodotto originariamente da Nintendo per il NES, la sua console a otto bit. Puzzle League suonerebbe come un gioco nuovo, ma il nuovo titolo cela un prodotto già famoso in epoca a sedici bit come Tetris Attack o Panel de Pon (e, dopo, Pokemon Puzzle League). Entrambi i titoli sono stati fedelmente convertiti e riverniciati, guadagnando alcune nuove modalità. Al primo contatto, l’operazione lascerebbe pensare a un momento di puro riciclaggio. Tuttavia, le poche ma gradevoli aggiunte, il prezzo ridotto della confezione e soprattutto la qualità intrinseca dei due giochi riescono, nonostante la non originalità del pacchetto, a rendere Dr Mario & Puzzle League un acquisto decisamente consigliato per chiunque ami i rompicapo o i buoni giochi in generale.