Heroes of Might and Magic III  6

The Restoration of Erathia

La missione a cui siete chiamati ha come scopo il recupero del regno di Erathia, caduto nel caos più totale in seguito all'invasione delle forze oscure e dell'occupazione delle principali città del reame.
Questa è solo una delle molteplici campagne a vostra disposizione, che possono essere affrontate a piacimento e nell'ordine che preferite. Ma come funziona tutto questo?
Sullo schermo appare la mappa in scala del mondo, con terre e lande tutte da esplorare. Su questa area di gioco farete muovere i vostri eroi, che potete reclutare alla taverna in città. Essi cresceranno di esperienza e acquisiranno abilità nuove e artefatti mistici lungo il corso del loro peregrinare, e per sopravvivere ognuno di essi avrà a disposizione le proprie truppe, che possono essere rimpinguate "acquistando" nuove creature e mettendole al soldo della vostra causa. Quando incontrerete degli avversari che faranno resistenza, la visuale di gioco si avvicina al campo di battaglia, mostrando schierati i due eserciti ai lati dello schermo. Oltre a questo dovrete dare un'occhiata alle città in vostro possesso, sincerandovi di farle crescere sia in quantità sia in qualità.

A questo punto qualcuno esclamerà: "Diamine, ma come faccio a tenere tutto sotto controllo? 
Semplice, HOMM3 è uno strategico a turni, di conseguenza avete tutto il tempo che volete per pianificare le vostre azioni. Una volta decise le modifiche da apportare in città, dopo aver fatto muovere i vostri eroi (potete averne fino a 8 contemporaneamente in viaggio, più quelli a protezione delle vostre fortificazioni), dopo tutti gli ingaggi di nuove creature e gli scambi di materie prime al mercato, con un semplice clic del mouse dichiarate finito il vostro turno e passate la palla all'avversario.
Attenzione! Non saltate a conclusioni affrettate pensando che il tutto sia una barba colossale, anzi! Parlarne sembra più complicato che agire...il tutto è stato reso molto semplice e intuitivo, e anche chi non è pratico può iniziare da subito a improvvisarsi stratega delle imprese più disparate. Potete anche cimentarvi novelli Indiana Jones alla ricerca del Santo Graal, sacrificando un turno di movimento per scavare il terreno oppure esplorando il sottosuolo entrando da portali antichi (raddoppiando di fatto la grandezza delle mappe).
Per poter contenere e trattare avventure e situazioni talmente vaste gli avvenimenti sono raccontati nei particolari da utili finestre pop- up che stuzzicano l'immaginazione e vi immergono nella situazione (avete presente i vecchi librogame su carta o le avventure testuali?). La grafica è molto particolareggiata e il sonoro azzeccato, con la musica che cambia addirittura all'interno della stessa mappa, a seconda che il vostro eroe si trovi in verdi pianure o su vette innevate.
Sotto il profilo del multiplay potete usufruire dei protocolli IPX, TCP/IP, via modem e connessione via cavo diretta per sfidare i vostri amici e in più potete avere a disposizione la modalità "Hotseat" ovvero combattere fino in otto sullo stesso computer, grazie alla natura a turni del gioco...grandioso!

La partita si svolge come in single: mentre aspettate che arrivi il vostro turno di gioco potete esplorare la mappa e visualizzare qualsiasi display informativo disponibile. Non potete però muovere i vostri eroi, aumentare la loro scorta, costruire nelle città e apportare cambiamenti all'ambiente di gioco. Tocca a voi quando la barra dello schermo diventa del colore della bandiera del vostro regno; siete avvisati da una finestra e da un suono apposito.
Potete anche "chattare" con gli altri giocatori, semplicemente premendo TAB e scrivendo il messaggio, oppure inviare messaggi ad un giocatore preciso, selezionandolo con i tasti da F1 a F8. Pensate che potete anche verificare quando volete chi è connesso e chi no, e anche a che velocità di connessione egli sta giocando, visualizzando a schermo il suo ping...in ogni caso il gioco si occupa da solo di verificare ogni dieci minuti. 
Va menzionato ad onore della produzione anche un packaging veramente degno di nota, contenente uno dei manuali più ampi e dettagliati che abbia mai visto più delle schede speciali a colori che illustrano i diagrammi ad albero delle costuzioni e delle creature in vostro possesso. Ovviamente potete trovare tutto completamente localizzato in Italiano, sia gioco che manualistica. L'assistenza e il supporto on-line 3DO sono sempre presenti, segno che il giocatore è sempre tenuto in considerazione e mai abbandonato a sé stesso. Ma io so che non ne avete mai abbastanza, ed è quindi arrivato il momento di parlare delle espansioni...

Armageddon's Blade (Data Disk 1)

Il primo data disk di HOMM3 si chiama Armageddon's Blade, nome dato dalla campagna-guida che vi vede contrapposti al re demoniaco Lucifer Kreegan. Dopo la sconfitta del grande re Xenofex da parte delle forze del bene di Erathia un sogno turba il sonno del malefico signore. La fiammeggiante Spada dell'Armageddon che sovrasta le terre bruciate e purificate dal fuoco infernale accompagnata dalla presenza oscura del re decaduto sono un chiaro presagio: gli occorre possedere la lama assieme agli artefatti maledetti della Corazza di Zolfo e dello scudo dei Dannati per adempiere ai suoi scopi. Lo dovete assolutamente precedere, impossessandovi delle sacre reliquie prima di lui.

Ci sono parecchie cose nuove in questa espansione, ma lasciamo parlare i numeri: in primis ben sei nuove campagne, tutte giocabili separatamente dato che ognuna ha una trama a sé stante. Poi ci sono 38 scenari singoli da esplorare e giocare separatamente dalle trame, e vi garantisco che anche un singolo scenario vi "catturerà" davanti al monitor per molto tempo. Se a questo ci aggiungiamo un vero e proprio generatore di mappe casuali e 10 nuove mappe studiate appositamente per il multiplay la longevità è pressoché infinita. Ci sono ben 23 nuove creature e 16 eroi, 1 nuovo tipo di città, chiamata la Confluenza degli Elementali emersa forse per simboleggiare la prosperità di Erathia, come forse per segnarne la catastrofe totale. Sono presenti anche migliorie più piccole ma non meno importanti come il controllo degli arcieri delle torri durante la difesa di una città sotto assedio oppure la possibilità di mettere delle creature di guardia alle miniere e alle postazioni di importanza strategica.
Non è stata dimenticata l'espandibilità e versatilità del gioco originale, dando attenzione anche alla parte di editing: un nuovo Editor delle mappe, che comprende tutti gli oggetti presenti nel gioco più la funzione di random menzionata sopra.
Ma la ciliegina sulla torta secondo me è l'Editor di Campagne. Sentite qua: potete collegare tra loro diversi scenari, definire una trama, le sequenze cinematiche (!) gli oggetti iniziali e quelli da portare avanti negli scenari multipli...una pacchia senza precedenti!!! E' per questo che il termine data disk calza un po' stretto ad A'SB...è un vero e proprio miglioramento dei fondamenti di base del gioco originale!

The Shadow of Death (Data Disk 2)

La seconda e più attuale espansione di HOMM3 è fresca di stampa, dato che la versione da me provata è esclusivamente in madrelingua, e anche in questo caso non si può parlare di una semplice serie di livelli in più.
In effetti questa è una vera e propria versione riveduta e corretta del gioco originale, una versione di lusso contenente tutte le campagne di "Restoration of Erathia" più le nuove sette campagne di Shadow of Death che seguono la politica non lineare di Armageddon's Blade, quindi giocabili nell'ordine che preferite.
In sostanza un prodotto "stand alone" che non necessita di avere installato il gioco originale, come la maggior parte delle espansioni, dato che esso stesso contiene al suo interno tutto il necessario per lanciarsi di nuovo nella mischia.
La trama guida stavolta vede le brame di potere del Negromante Sandro (forse un nostro perfido connazionale? ^_^') assecondate quasi inconsapevolmente da quattro "eroi": il barbaro Yog e l'arciere elfo Gelu, che sono convinti di raggiungere i loro sogni di gloria seguendo la causa poco ortodossa dell'oscuro signore. Il mercenario Crag Hack, invece ha in mente qualcosa di più semplice: l'oro. Infine, fresca dalle Guerre di Successione c'è Gem che vuole lasciarsi alle spalle i fantasmi dei suoi compagni caduti sul campo di battaglia. Se i quattro riusciranno a "svegliarsi" in tempo realizzando che il Negromante punta solo al dominio per se stesso, potranno creare assieme un esercito in grado di contrastare l'invasione che si sta per abbattere su Erathia.

Anche questa volta c'è tanta sostanza, e come in precedenza la carne al fuoco non manca. Potrei di nuovo limitarmi a fare un elenco delle nuove features che sono davvero tante, ma preferisco dirvi che sono state apportate tutte le migliorie che fanno di HOMM3 un Signor Gioco. Immaginate che tutto quello di cui vi ho scritto in precedenza nella recensione sia ampliato all'ennesima potenza, sia nelle cifre che nella qualità...avrete come risultato Shadow of Death.
Sicuramente un dono da parte degli ideatori a tutti i fan attorno al globo di questa epica saga, che pare tutt'altro che alla fine.

Alla fine...

Credetemi, per me è estremamente difficile dare un giudizio imparziale, dato che HOMM3 mi ha sempre entusiasmato nel profondo e sicuramente lo colloco nel mio piccolo "pantheon" di giochi preferiti di sempre. D'altronde sono sempre stato uno che dà importanza alla sostanza che sta dietro al primo impatto iniziale, ecco perché prima ho fatto leva sul genere strategico a turni come punto di forza, proprio perché la sua natura ha permesso di creare situazioni sempre diverse, senza limiti alla fantasia, sia per chi programma sia per chi gioca. Inoltre questo vero e proprio "mondo parallelo" di Heroes è fruibile da una grande fetta di mercato, dato che i requisiti minimi di sistema sono davvero irrisori (parola mia: da un P200 con 32 MB di RAM vi potete già aspettare una discreta resa) e permettono di non soffrire affatto dei tempi tristemente famosi in rete dalle nostre parti.

Se vogliamo proprio tirare fuori un difettuccio forse si potrebbe dire che alla lunga il meccanismo potrebbe sembrare ripetitivo e chi è abituato ad essere "guidato" negli eventi in tutto e per tutto (intendo anche visivamente, con una rappresentazione sempre esplicita di ciò che succede) potrebbe inizialmente restare un po' spaesato...Ragazzi, con Heroes la mente fantastica e vola! Un orda di nemici è disegnata a video da un solo avversario con in basso un riquadro che riporta il numero totale (lo vedete da soli negli shots) ma penso che non sia difficile immaginare i tremendi colpi di spada e gli scontri sanguinari. Vi garantisco che vi affezionerete sempre di più ai vostri eroi che galopperanno per le mappe di Erathia, sopravvivendo alle mille insidie raccontate per voi su schermo.
C'è poi la longevità assicurata dalla duttilità dell'engine che vi darà materiale infinito sul quale creare i vostri mondi e le vostre saghe, la comunità web consolidata da mesi ormai (basti pensare che il titolo in oggetto è stato in testa alla classifica dei TOP 100 in assoluto fino a due mesi fa, sono andato a controllare di persona).
In conclusione posso solo mettere la mano sul fuoco ed affermare: se lo vedete in giro fatelo vostro, nel nome di Erathia! (e del sano divertimento, che poi è quello che conta di più!)

Introduzione

I fenomeni del momento passano, le grandi idee restano.
Volevo aprire con questa frase perché credo che al gioco di cui stiamo per parlare calzi veramente a pennello.
Il meccanismo che sta alla base di Heroes of Might and Magic 3 (d'ora in poi HOMM3) e che lo ha reso un capolavoro della passata stagione è fatto di idee e concetti semplici ma vincenti, presentati come si deve e come è giusto che sia.
Un successo confermato dal fatto che oggi, a più di un anno di distanza dalla sua uscita siamo qui a giocare non una ma ben due espansioni ufficiali: un chiaro segno che la sostanza c'è, ragazzi.
Non me ne vogliano gli esperti del gioco, ma penso che possano concedermi qualche minuto per dare modo a chi ancora non conosce HOMM3 di appassionarsi a questo titolone (e di rimediare al tempo che hanno perso altrove! ^_^). Bene signori, andiamo a incominciare...