Justice League Heroes  1

Risveglia il supereroe che è in te!

Justice League Legends

Il gioco non fa sfoggio di modalità particolari, dunque dopo l'obbligatoria introduzione animata, che pone le basi della storia che verrà raccontata, Justice League Heroes permette semplicemente di cominciare una nuova partita, scegliendo se farlo da soli o con un compagno in un multiplayer cooperativo. Tale scelta non influenza lo svolgimento dell'azione, in quanto saranno comunque presenti due personaggi della Justice League contemporaneamente sullo schermo e ci sarà il medesimo numero di nemici, ma in single player si potrà in qualunque momento passare da un eroe all'altro, a seconda delle necessità; oppure si potrà far subentrare un giocatore umano, senza alcun problema e in qualsiasi fase di gioco. Se avete provato X-Men Legends, l'impostazione di Justice League Heroes vi sarà molto, molto familiare: il gioco utilizza un'interfaccia molto simile per l'uso dei superpoteri, inoltre presenta la stessa impostazione grafica: area visibile circoscritta, con la visuale ruotabile a piacimento utilizzando lo stick analogico destro e una mappa che viene visualizzata tramite la pressione dello stesso stick sulla propria asse. I personaggi si muovono e lo scenario scorre di conseguenza, invero mostrando una grande qualità di modelli e texture, oltre a un certo livello di interattività: gli eroi dotati di superforza possono sollevare auto, furgoni e altri oggetti pesanti per usarli come armi contro i nemici, mentre i vari Batman, Zatanna, Flash ecc. potranno al massimo caricarsi un cassonetto o sfilare l'asta di un segnale stradale. Ma chi sono i personaggi che ci troveremo a controllare? Be', andiamo con ordine...

Gli eroi

La Justice League è un supergruppo storico, formato dai più famosi e potenti supereroi della DC Comics. Nel gioco, la formazione base è costituita da Superman, Batman, Marthian Manhunter, Wonder Woman, Zatanna, Flash e Lanterna Verde. In panchina, pronti ad essere sbloccati tramite la spesa degli scudi raccolti, ci sono anche Freccia Verde, Hawk Girl, due differenti Lanterna Verde (tra cui quello originale, Hal Jordan), Aquaman e Huntress: potranno essere utilizzati solo negli stage che prevedono la scelta dei personaggi, però. Ogni supereroe vanta caratteristiche peculiari, l'analisi e il potenziamento delle quali va a costituire l'elemento RPG del gioco. In quest'ottica, Batman parte da un certo livello di forza e resistenza, Superman da un altro e così via. Ognuno ha a disposizione degli attacchi base, ovvero un colpo rapido e uno lento ma potente, la possibilità di saltare e volare (o planare per alcuni metri, a seconda dell'eroe) e un tasto azione che gli permette di attivare dispositivi e raccogliere oggetti. Il sistema di combattimento si basa fondamentalmente sulle combo, ed è possibile parare i colpi premendo uno dei tasti dorsali, con un effetto diverso da personaggio a personaggio. Un altro tasto dorsale, infine, è deputato all'attivazione dei superpoteri: appare una piccola interfaccia che assegna ai tasti principali del pad dei colpi speciali, fino a cinque. Prendendo ad esempio Superman, si può utilizzare la vista termica, il soffio congelante, un potente uppercut, una carica e un “potenziamento solare” (il personaggio diventa più forte e resistente). Batman, dal canto suo, può usare i vari batarang, il rampino in modi diversi e richiamare i propri pipistrelli perché colpiscano un nemico. Questi superpoteri denunciano una profonda conoscenza dei personaggi e della loro storia, del resto Justice League Heroes è costruito su di una trama scritta da un nome noto dell'industria dei comics, Dwayne McDuffie.

Poteri e superpoteri

Abbiamo detto cosa sono in grado di fare i personaggi che potremo controllare. Ora, come funzionano i poteri e i superpoteri nel gioco? Ogni eroe è dotato di una barra della salute e di una barra dell'energia, quest'ultima è quella che si svuota utilizzando i superpoteri. Ma descrivere il processo in questo modo appare riduttivo, perché gli sviluppatori del team Snowblind hanno implementato un sistema di potenziamento davvero articolato e particolare, che ci permette di correggere le eventuali carenze di ciascun eroe utilizzando i punti guadagnati combattendo. Ad ogni “level-up”, infatti, i personaggi ricevono in dono un punto, spendibile per potenziare una delle proprie capacità base o l'efficacia dei superpoteri. Si può dunque migliorare la capacità combattiva di un eroe, aumentare il livello della sua salute o della sua energia, migliorare i suoi poteri o sbloccare quelli ancora non disponibili. A tutto questo si aggiunge una variabile ulteriore, rappresentata dai power-up che si raccolgono negli stage e che possono favorire ognuna di queste voci sotto il profilo dei danni, della durata, della velocità e della fortuna. Power-up che si può anche “miscelare” per ottenere qualcosa di migliore...

Il gioco

Scandita dalla presenza di numerose sequenze animate, la storia di Justice League Heroes vede i più potenti eroi DC affrontare una minaccia gravissima, che inizialmente si manifesta attraverso l'impazzimento di numerosi androidi da lavoro, che cominciano ad attaccare le persone, e poi tramite la comparsa di esseri derivati dagli insetti, che riescono a controllare la mente di quelli che pungono. Ben presto, Batman e gli altri scopriranno che dietro tutto ciò si nascondono le azioni di Braniac, un cyborg dotato di conoscenze ed esperienza fuori dal comune e con intenzioni di conquista. Ma chi c'è dietro di lui? Quale forza si cela all'interno del frammento di meteorite raccolto dal malvagio androide? Per scoprirlo scenderemo in campo, come detto due alla volta, e ci faremo largo tra numerosissimi nemici, variabili a seconda dello stage. I personaggi che ci troveremo a controllare sono, nella maggior parte dei casi, predeterminati: solo in alcune occasioni potremo selezionarli, per formare delle squadre con obiettivi particolari. Il gioco è tutto azione e spettacolo, senza alcun punto morto se non verso la fine (un livello in cui vi converrà prendere carta e penna per segnarvi quale passaggio porta dove), e prevede lo scontro con un boss al termine di ogni stage. La difficoltà può trarre in inganno: all'inizio quasi si evita di parare i colpi, preferendo un approccio diretto allo scontro, ma già a metà del gioco dovremo scontrarci con troppi nemici perché sia possibile ignorarne gli attacchi, dunque approfitteremo spesso delle capacità rigenerative di ogni personaggio per poi passare all'ondata successiva.

Realizzazione tecnica

La grafica di Justice League Heroes è ottima: i modelli poligonali dei personaggi sono davvero ben fatti e aderenti alle versioni originali, con delle buone animazioni e qualche tocco di classe (vedi lo svolazzare dei mantelli, davvero bello). È possibile avvicinare o allontanare l'inquadratura (ce ne sono tre disponibili) per vederli meglio, e magari per apprezzare la definizione delle texture utilizzate, abbastanza rara su PS2. Anche le location sono ben fatte, pur con alti e bassi (meglio le ambientazioni urbane di quelle extradimensionali, poco ma sicuro), e il livello di interattività è piuttosto alto, con un'ottima rappresentazione sia degli oggetti che è possibile afferrare (gli eroi dotati di superforza possono sollevare in un attimo anche auto e furgoni, che diventano semitrasparenti per non ostacolare la visuale) sia dei nemici, che in alcuni casi possono perdere pezzi prima di esplodere. La cosa che stupisce di più, comunque, è la fluidità con cui tutto si muove, davvero ottima. Di contro, il motore grafico talvolta fa fatica e si verificano dei rallentamenti, che non pregiudicano la giocabilità ma che ovviamente finiscono per macchiare un aspetto altrimenti straordinario. Il comparto sonoro si difende anch'esso molto bene e, in definitiva, è all'altezza della grafica per pro e contro: le musiche sono davvero molto belle e coinvolgenti, gli effetti offrono un realismo sufficiente (con qualche eccezione) e il gioco è completamente doppiato in Italiano. Si tratta di un doppiaggio di fattura non eccellente, ma che rappresenta un gradito extra e non va assolutamente disprezzato. La traduzione, in generale, è di ottimo livello.

Commento

Se vi piacciono i supereroi DC Comics, non dovete farvi scappare Justice League Heroes. Si tratta di un prodotto che “fa una cosa sola, ma la fa bene”, nel senso che vanta una sola modalità di gioco (arricchita da un multiplayer cooperativo da non sottovalutare, anzi) ed è incentrato sull'azione arcade in modo spregiudicato, ma che sotto è ricco di sfaccettature sottoforma di potenziamenti ed extra sbloccabili (personaggi e costumi alternativi). La storia è appassionante, compaiono tantissimi personaggi dell'universo DC e la realizzazione tecnica è quasi impeccabile... considerate pure un punto in più per il voto globale, in questo caso. Se invece non conoscete i personaggi del gioco, potreste avere grossi problemi ad apprezzarne i pregi e un occhio più critico verso i suoi limiti e i suoi difetti.

    Pro:
  • Ottima realizzazione tecnica
  • Grande spessore per i potenziamenti e gli extra
  • Multiplayer cooperativo
    Contro:
  • Qualche incertezza del motore grafico
  • Una sola modalità di gioco
  • Se non conoscete i personaggi, perde fascino

I supereroi Marvel hanno da tempo guadagnato una popolarità maggiore rispetto alle controparti di casa DC Comics. Fatta eccezione per Superman, Batman e Wonder Woman, infatti, è raro che la gente della strada riconosca Flash, Green Lantern, Marthian Manhunter e così via, personaggi di tutto rispetto e con una grande tradizione alle spalle, ma che non possono vantare la notorietà di Spider-Man, Daredevil, Hulk, i Fantastici Quattro, gli X-Men... e l'elenco è davvero lungo. Sicuramente i film prodotti negli ultimi anni hanno una certa responsabilità in merito, e la situazione si riflette anche nel mercato dei videogame. Justice League Heroes, dunque, si pone l'obiettivo di rimediare allo strapotere che Marvel detiene anche nel campo dei tie-in. Ci riuscirà?