Madden NFL 2005Madden NFL 2005: Recensione PS2 Xbox GC 

Come ogni anno puntuale arriva il titolo di football americano made in Electronic Arts: innovazione? delusione? online? venite a scoprirlo nella nostra recensione.

Madden NFL 2005: Recensione PS2 Xbox GC Madden NFL 2005: Recensione PS2 Xbox GC

Innovazione!

I titoli sportivi di Electronic Arts sono caratterizzati, da sempre, da tutto ciò che risulta essere il “contorno” delle varie discipline sportive: le licenze, i rooster aggiornati, gli sponsor originali e quant’altro fa da cornice ai ricchi sport dei giorni nostri. Ovviamente anche in Madden NFL 2005 non poteva mancare tutto ciò e, infatti, troveremo tutte le licenze aggiornate e migliaia di statistiche ufficiali sui nostri campioni. Ma questo lo sapevamo già prima di mettere il gioco nella console. La grossa novità portata da questa versione 2005 della serie Madden è la cura per la fase difensiva del gioco, una vera “botta” al gameplay capace di modificare profondamente quanto visto fino ad ora. Non che la parte riferita alla fase offensiva del gioco sia stata trascurata, ma le innovazioni introdotte alla difesa sono sicuramente le più rilevanti e le più succose. Innanzi tutto il nuovo sistema di controllo Hit Stick che ci permetterà, con il semplice tocco della levetta analogica destra e con il giusto tempismo, di intervenire in maniera dura ed efficace sul portatore di palla avversario. Attenzione, non è tutto così scontato come sembra dalla descrizione che abbiamo appena fatto, dal giusto tempismo infatti cambiano profondamente gli effetti della nostra mossa e, da eroi del placcaggio potremmo passare a zimbelli della partita, lasciando correre il giocatore avversario per diverse yard prima di riuscire ad acciuffarlo. Quindi dovremo stare molto attenti allo sviluppo dell’azione avversaria e cercare quasi di intuire il momento in cui utilizzare lo stick destro, per evitare di creare, in caso di fallimento della nostra azione, profondi buchi nella difesa del nostro team. Questo nuovo sistema è sicuramente la novità più eclatante ed influente sul gameplay ed il bello è che il tutto non è lasciato al caso ma, oltre al giusto timing dovremo anche scegliere il difensore giusto con il quale compiere l’azione, sennò rischieremo di vedere il nostro difensore letteralmente rimbalzare sul più corpulento avversario..

la cura per la fase difensiva del gioco è una vera “botta” al gameplay, capace di modificare profondamente quanto visto fino ad ora

Innovazione!

Oltre al nuovo sistema Hit Stick c’è la possibilità di utilizzare la funzione Playmaker difensivo indicando, in maniera facile ed efficace con la semplice pressione dello stick analogico destro dopo aver selezionato il giocatore prescelto, la direzione in cui si desidera fa muovere il nostro compagno. Questo, è quasi inutile dirlo, ci consente di creare nuove tattiche difensive in ogni momento e di anticipare con efficacia le scelte dell’avversario. A completare questo bel quadretto innovativo c’è una I.A. difensiva che è stata incrementata drasticamente rispetto alle vecchie versioni del titolo EA. Saranno sufficienti poche partite per rendersi conto di quanto sia vera questa nostra affermazione. La squadra avversaria, infatti, in difesa si muove in maniera assolutamente realistica, senza esitazioni o tempi morti e non solo gli intercetti ma anche i raddoppi di marcatura o i blitz sul nostro quarterback sono molto più frequenti. Le partite risultano essere quindi assolutamente combattute e parecchio spettacolari.

Madden NFL 2005: Recensione PS2 Xbox GC Madden NFL 2005: Recensione PS2 Xbox GC

Il cuore del gioco

Il fulcro di Madden NFL 2005 è certamente il Franchise Mode attraverso il quale entreremo a contatto con una delle storiche franchigie NFL e la gestiremo completamente cercando di portarla alla conquista del tanto ambito Super Bowl. All’interno di questa modalità controlleremo tutti gli aspetti importanti di una società di football: gli allenamenti e le situazioni tecniche come veri allenatori, i rapporti con la stampa nel Storyline Central fino ai rapporti con i giocatori e la discussione dei contratti. Ogni informazione sarà gestita attraverso un comodo PDA, nel quale riceveremo le email degli atleti e tutte le notizie a noi utili per la gestione della società. Potremo inoltre leggere i giornali nazionali come Usa Today e anche quelli locali, per toccare con mano cosa pensano i media e la gente del nostro lavoro, ma soprattutto per leggere i veri e propri sfoghi dei nostri giocatori. Saremo l’ago della bilancia in tutte le situazioni delicate che possono influire sul rendimento della squadra. Se venderemo l’asso del team tutto il gruppo ne risentirà a livello psicologico, se non faremo giocare un giocatore importante accadrà lo stesso oltre ad una ricaduta sullo stato di forma del giocatore stesso. Dovremo essere cauti e fare con attenzione le nostre scelte per riuscire ad arrivare al Super Bowl. Dal punto di vista strettamente tecnico potremo creare i nostri schemi e personalizzare in toto la nostra squadra a livello di immagine con uniformi nuove e nuovi colori sociali. Ovviamente all’inizio dell’anno sportivo potremo giocare partite amichevoli e prepararci così alla stagione, mentre una volta conclusa la stessa season ci butteremo sul mercato e sul Draft. Capite quindi quanto sia profonda questa modalità e quante ore di divertimento può regalare all’appassionato di football americano, certo, a contrario, può risultare ostica e dispersiva per l’utente meno esperto. Oltre alla riconfermata modalità di creazione del giocatore, è stata introdotta la possibilità di creare i tifosi della nostra squadra e personalizzarli davvero nei modi più ridicoli, una simpatica aggiunta che crea un po’ di goliardia che non guasta mai. Sono state confermate le classiche opzioni di gioco quali la possibilità di disputare, oltre al Franchise Mode, altri tornei e gare di pratica, ed in più sono stati introdotti dei simpaticissimi minigame, utili per perfezionare il nostro stile di gioco.

Madden NFL 2005: Recensione PS2 Xbox GC Madden NFL 2005: Recensione PS2 Xbox GC

Online o no?

Tecnicamente il gioco si presenta pressocchè uguale sulle tre console, leggermente superiori risultano essere le versioni per la console Microsoft e per il Gamecube a livello di texture e nitidezza di immagine. Il gioco vanta modelli poligonali molto definiti, addirittura i copri-spalla protettivi, per la prima volta in un gioco, sono realizzati a parte rispetto al modello dell’atleta e quindi li vedrete muoversi indipendentemente dal corpo. Le animazioni sono fluidissime e risaltano soprattutto, per la loro bellezza, quelle relative alle mosse difensive effettuate con l’Hit Stick. In quest’ultima versione del titolo EA sono state inoltre introdotte le condizioni atmosferiche e di luce variabili durante la partita, per rendere in modo ancora più realistico le sensazioni di una serata NFL. Un altro tocco di classe è dato dalla introduzione di alcune scenette celebrative del touchdown che sono “esclusive” di quel singolo atleta: sui nostri schermi videoludici ecco scendere in pista il vero football a stelle e strisce. Il sonoro risulta particolarmente curato e la telecronaca di Madden è come sempre eccezionale anche se esclusivamente in inglese, come del resto tutto il gioco.

sui nostri schermi videoludici ecco scendere in pista il vero football a stelle e strisce

Online o no?

La pecca maggiore che abbiamo riscontrato giocando a fondo Madden NFL 2005 è la mancanza sia per PlayStation 2 che per Xbox di una modalità online. E’ abbastanza incomprensibile la scelta fatta da Electronic Arts di limitare questa possibilità solo ai giocatori americani. Avete capito bene, nella versione U.S.A. del gioco, infatti, tale modalità è presente e ottimamente realizzata, tanto da garantire ovviamente una longevità incredibile, l’aggiornamento delle rose e addirittura limitare al massimo la presenza di eventuali cheaters con uno speciale sistema di riconoscimento. Certo in Europa non pratichiamo molto il football, ma di appassionati ce ne sono migliaia e ogni anno tale numero è destinato a salire in presenza di eventi quali il Super Bowl, proprio per questo la scelta dei programmatori ci risulta ancora più incomprensibile.

Madden NFL 2005: Recensione PS2 Xbox GC Madden NFL 2005: Recensione PS2 Xbox GC

Commento

Madden NFL 2005 è quanto di meglio si può desiderare da un gioco di football americano, divertentissimo da giocare, allo stesso tempo semplice e profondo a livello di giocabilità e destinato a fare scuola grazie alle novità introdotte, prima fra tutti il sistema dell’Hit Stick. Certo la mancanza della modalità online rende il prodotto un po' limitato, soprattutto nel lungo periodo, venendogli a mancare un ottimo strumento per incrementarne la longevità e dato che trovare in rete degli avversari sarebbe stato più facile che cercarli nella cerchia dei propri amici. Tecnicamente le tre versioni del gioco sono quasi identiche e quindi la scelta spetta a voi: se siete appassionati di football, non dovreste farvi scappare questo nuovo capitolo della saga EA. Pro Profondo e completo Giocabilità a livelli elevatissimi Tecnicamente ben fatto Contro Mancanza della modalità online A volte ostico se non si è esperti di football Tutto esclusivamente in inglese

Ogni anno la sfida tra i giochi di football americano è sempre più agguerrita, da una parte abbiamo la serie Espn di Sega e dall’altra il colosso Electronic Arts con il suo Madden. Non sempre entrambi i titoli giungono sul suolo europeo e, in attesa di sapere se Espn 2k5 arriverà, vi proponiamo la recensione della versione Pal, disponibile per tutte e tre le next generation console, del titolo Ea, che sicuramente scava un solco profondo in quanto proposto fino a qui dai titoli dedicati al football.

TI POTREBBE INTERESSARE