Magic MatchMagic Match 

Il genere dei puzzle game su cellulare si arricchisce di un nuovo titolo. Sviluppato da Oberon Games, Magic Match prende spunto dal mondo della magia, quello narrato nelle favole, per giustificare la propria meccanica. Di fronte a un tabellone pieno zeppo di elementi, infatti, dovremo eliminare quelli che ci interessano per comporre delle pozioni. Saremo in grado di diventare dei veri maghi?

I puzzle game come Magic Match hanno alle spalle una storia lunghissima, essendo nati sulla scia di Tetris. Giochi in cui non bisogna incastrare dei pezzi per proseguire negli stage, però, bensì (come accadeva in un classico come Columns) affiancare gli elementi uguali in un numero di tre o più perché questi vengano eliminati. In questo caso specifico, far scomparire dei blocchi non sgombra lo schermo, piuttosto ne modifica l'assetto per creare eventualmente nuove possibilità. In Magic Match tutto ciò viene giustificato dai numeri che si trovano a destra del tabellone, che indicano quante unità per ogni tipo di ingrediente ci servono per creare una pozione e, dunque, proseguire verso il livello successivo.

I quarantadue stage che compongono Magic Match sono divisi all'interno di location, ognuna introdotta da una sorta di "karaoke" che suona una musichetta su di un testo in rima. La disposizione del tabellone si fa man mano più complessa, e se nei primi livelli riusciremo a mettere insieme gli ingredienti necessari senza troppi problemi, più avanti sarà necessario di tanto in tanto ricorrere alla magia: premendo il tasto funzione sinistro, potremo scegliere se mischiare gli elementi del tabellone o se scambiare la posizione di due celle adiacenti. Il funzionamento del gioco è piuttosto semplice: dovremo individuare gli ingredienti disposti in gruppi di tre o più elementi adiacenti, quindi selezionare una cella spostandoci su di essa e premendo il tasto FIRE (o 5), seguire il percorso sulle tabelle adiacenti e uguali, quindi premere di nuovo il pulsante per far scomparire gli ingredienti in questione e vederli scalati dalla conta presente nella parte destra dello schermo. Tutto ciò finché non avremo gli ingredienti necessari per creare la pozione desiderata, cosa che ci farà passare automaticamente allo stage successivo. A rendere le cose più complesse, sul tabellone inizieranno a comparire degli elementi extra che possono rappresentare un vantaggio o uno svantaggio: blocchi solidi che non è possibile eliminare, ma anche caselle lampeggianti in grado di associarsi a qualsiasi ingrediente, o ancora "bombe" che eliminano una categoria di elementi sullo schermo. A scandire il tempo ci penserà una barra posta nella parte alta, che si svuota man mano che passano i secondi e che determinerà il game over una volta arrivata a zero.

Come in qualsiasi puzzle game per cellulare, Magic Match non vanta una realizzazione tecnica sconvolgente e non ne ha bisogno: la grafica riesce a essere funzionale all'azione e non si rilevano problemi di sorta, anche se il design in generale è contraddistinto da uno stile che è tutto fuorché esaltante. Si riesce a identificare gli elementi sullo schermo in modo abbastanza rapido, anche se risulta quasi impossibile "ragionare" sugli spostamenti perché le cose sono piuttosto confuse: non c'è una differenziazione troppo netta degli ingredienti a livello cromatico, dunque bisogna fare un po' di attenzione. Il sonoro ha il merito di accompagnare le partite in modo simpatico, con alcune musiche orecchiabili e una serie di effetti estremamente semplici. Niente da dire sul sistema di controllo, che di fatto consta solo del joystick e del pulsante FIRE, oltre che dei tasti funzione (il sinistro per utilizzare la magia, il destro per mettere in pausa ed eventualmente salvare): si impara a giocare dopo pochi secondi.

Clicca per votare!
S.V.

Redazione

S.V.

Lettori

Magic Match è un puzzle game simpatico, con alcune trovate relativamente originali e un buon numero di stage. I suoi problemi non sono tanto di livello tecnico, visto che vanta una realizzazione nella media per il genere, bensì risiedono proprio nel gameplay: il gioco è divertente, ma non più di tanto... anzi, può anche annoiare dopo qualche partita. Di prodotti del genere in ambito mobile ce ne sono davvero decine e decine, dunque per farsi notare c'è bisogno di una struttura che davvero riesca a sorprendere e conquistare il giocatore. Così com'è, Magic Match è un titolo discreto, ma nulla più.

Tommaso Pugliese

Pro

Contro

Pro

  • Semplice e immediato
  • Un buon numero di stage
  • Qualche buona trovata...

Contro

  • ...ma il gioco non coinvolge più di tanto
  • Grafica talvolta confusionaria
  • Non il miglior puzzle game di sempre, anzi

TI POTREBBE INTERESSARE