NHL Hitz 20-02  0

Dopo NBA Jam, Midway torna "on fire" e reinventa l'hockey su ghiaccio in un gioco che si spinge oltre ogni limiti dell'arcade.

Uno sport violento

Questo NHLH offre una buona dose di divertimento sia nel gioco singolo che nella modalità multiplayer. Non aspettatevi una perfetta simulazione di questo frenetico sport qual’ è l’hockey su ghiaccio in quanto il prodotto Midway presenta un’impostazione di stampo arcade. Lasciate a casa tecnicismi vari o strategie di squadra che caratterizzano maggiormente giochi più seri. Qui tutto ciò che conta è correre, segnare e difendere (magari a colpi di mazza o con spintoni fuori dalle balaustre…). Innanzitutto, oltre alla già citata mancanza di punizioni ecc., i giocatori (picchiatori) in campo saranno tre (più l’immancabile portiere). Potete già capire, quindi, in che tipo di gioco state andando incontro. Il sistema di controllo si presenta bene e la risposta ai comandi impartiti al joypad è ottima. La disposizione dei tasti è alquanto semplice ed intuitiva. Essi, in fase offensiva, sono dedicati al passaggio, al tiro, alla corsa ed alla finta; mentre in fase difensiva troviamo anche i tasti per effettuare entrate barbariche sugli avversari come spintoni, colpi di mazza e scorrettezze sui punti bassi. Fino ad arrivare, finalmente, alle vere e proprie mazzate tra avversari. Questa specie di “mini-rissa” è abbastanza gratificante soprattutto quando si gioca con altri amici. Qui saranno presenti il tasto per il jab, per il pugno basso, per la parata e per la presa. Una volta concluso il blastaggio, il giocatore al tappeto sarà costretto a lasciare il campo per tutta la partita, mentre il vincitore riceverà calorosissimi applausi dal pubblico in delirio. Come nei vari Nba Jam anche qui i giocatori, dopo tre segnature consecutive, diventano “on-fire” riuscendo a correre più degli altri e ad effettuare tiri più potenti e precisi. Lo scorrimento della partita è molto fluido e veloce, mentre giocare risulta abbastanza divertente. Aggiungete poi l’inclusione di una modalità fino a sei giocatori contemporaneamente tramite multitap e la frittata è fatta. NHLH 2002 è un gioco divertente e spassoso, maggiormente in compagnia. Questo è ovvio.

Un buon look

Il gioco in questione, sviluppato dai Black Box Games per Midway, risulta abbastanza carino e pulito all’occhio del gamer. Ciò vuol dire che la veste grafica è stata ben curata dai programmatori non solo per quel che concerne il design dei vari giocatori e degli stadi, ma anche per quanto riguarda le animazioni. Quest’ultime si attestano sui sessanta frames costanti, grazie anche ad un numero di poligoni non troppo elevato. Non è che li abbia contati (!?), ma la loro quantità non arriva certo a quella vista in giochi più massicci come Devil May Cry. I giocatori in campo sono comunque ben definiti, colorati, e si muovono con estrema fluidità e disinvoltura durante il corso di tutta la partita. Ciò che stupisce maggiormente dell’aspetto visivo del gioco è senza dubbio la sua velocità. Proprio per questo motivo capita, anche se raramente, di perdere di vista il dischetto e di non capire quale dei giocatori ne è in possesso. Questo accade soprattutto quando la CPU inventa delle trame di gioco che puntano su scambi velocissimi e potenti tiri al volo (one-time shot). Una nota di merito va infine al pubblico digitale realizzato da tanti bei colorati poligoni e non da piattissimi sprites come nella maggior parte delle produzioni odierne (GT3 A- Spec?). Sul piano cosmetico NHLH 2002 svolge onestamente il proprio lavoro pur non essendo un mostro sacro in questo campo.

Quante modalità!

Una cosa che salta subito all’occhio fin da subito, cioè fin dalla prima schermata del gioco, è certamente il numero di modalità disponibili. Infatti oltre alle ormai convenzionali Exhibition e Championship (da notare la presenza di tutti i giocatori professionisti con rispettivi nomi e volti), nel prodotto Midway sono presenti il Custom team, con cui sarà possibile creare la propria imbattibile squadra, la modalità Franchise, grazie al quale spendere i punti accumulati durante le vittorie nell’acquisto dei più disparati items (maglie del passato, improbabili stadi come discoteca, casa dei fantasmi ecc.). Altra novità è l’inclusione dell’opzione denominata Skills tramite la quale è possibile partecipare ad una serie di prove che testeranno le diverse abilità del giocatore nel mondo dell’hockey. Conclusa questa saranno sbloccate altre novità… Tutta questa quantità di extra nel gioco fanno da contrappeso ad un genere che di solito pecca in profondità. Una bella sorpresa è rappresentata dall’accompagnamento musicale che riesce benissimo a deliziare i nostri timpani grazie soprattutto a gruppi musicali come Limp Bizkit e Korn. Spassoso anche il raro commento durante la partita vera e propria. E’ meglio chiarire che questo NHLH 2002 è un gioco carino, che appassionerà tantissimi fans di questo violento sport, sempre che non disdegnino i giochi di stampo arcade. Se poi si ha la possibilità di giocare con altri tre, quattro o addirittura cinque amici, il prodotto in questione potrebbe rivelarsi un felicissimo passatempo dalla durata illimitata. Chi, invece, ha qualche dubbio oppure non ama particolarmente lo sport sul ghiaccio farebbe meglio a lasciar perdere ed a rivolgere i propri dindini altrove.

    Pro:
  • Divertente con gli amici
  • Fluido e veloce
  • Tante modalità
    Contro:
  • Sconsigliabile se non appassionati di hockey
  • Noiosetto in singolo

Midway, quanti ricordi

Midway, softco famosa da anni per titoli del calibro di “Nba Jam”, torna alla riscossa col sequel del suo gioco di hockey “Nhl Hitz 2001” che con questo sport differisce per alcune, piccole aggiunte (o mancanze?) … Aspettatevi un gioco dedicato ai rosters dell’NHL senza regole in cui si può segnare un punto anche vincendo un round di boxe con un giocatore della squadra avversaria. Non sto scherzando! Dopotutto, Midway ci ha abituati a queste sue belle reinterpretazioni dei vari sport. Evvai con i tiri infuocati!