Operation Flashpoint: Cold War CrisisOperation Flashpoint 

Operation Flashpoint è la dimostrazione di come un titolo può riuscire senza creare aspettative a raggiungere i suoi obiettivi: unire un buon action in prima/terza persona ad una simulazione di guida di mezzi di combattimento moderni. Insomma siamo rimasti proprio sorpresi ed ecco in anteprima assoluta la recensione del gioco.

Qualche caratteristica qua e là

Dal punto di vista tecnico lascio parlare le specifiche riportate nella home page: motore grafico 3D proprietario, sistema di dettaglio grafico scalabile (nelle opzioni si può scegliere il "grado" di scalabilità), simulazione real time di condizioni metereologiche (vento, pioggia, nebbia, nuvole, luce e cielo: tutti elementi che si modificano in modo dinamico con lo scorrere del tempo), animazioni create con il supporto del motion capture, sistema di comunicazione vocale inserito nel motore del gioco che utilizza il nuovo set di istruzioni del Direct Play delle Dx8, editor delle missioni incluso (molto bello e completo, anche se destinato ai più esperti per la complessità dello strumento). Gioco multiplayer supportato attraverso il "Codemaster’s Multiplayer Network" e possibilità di giocare su server dedicati in internet e in rete locale.

Una perplessità che mi ha colto giocando a O.F. è il motore grafico: davvero pesante in termini di richieste hardware (le richieste minime parlano di "Pentium II 266 MHz, 64 MB RAM, 8 MB 3D Accelerated Video Card", ma sono insufficienti: con un Celeron 900, GeForce MX400 e con 400 mega di ram il gioco a 1024 non è mai abbastanza fluido e nei momenti di maggiore confusione scatta vistosamente). Accompagnato all'exe del gioco c'è un'utility che permette di settare in modo personalizzato diversi paramentri grafici: con poco sforzo si dovrebbe riuscire ad abbassare la qualità grafica e a migliorare il framerate. Questo non toglie che le richieste hardware siano davvero esose. D'altra parte non si può negare che il motore di Operation Flashpoint abbia delle caratteristiche davvero esaltanti, essendo in grado di renderizzare ambienti vastissimi e con una buona qualità di texture (solo il motore di Delta Force era in grado di renderizzare spazi così vasti, ma in termini di qualità il paragone non regge: in O.F. il realismo grafico non ha paragoni). Comunque per verificare se il vostro sistema sarà in grado di far girare il gioco in maniera decente vi consiglio di scaricarvi il corposo demo del gioco (grazie al quale potrete provarne un assaggio).

Operation Flashpoint Operation Flashpoint

One shot, one kill

Le missioni si svolgeranno in quattro isole, davvero immense. All'interno di queste saranno presenti degli scenari molto diversificati: colline, boscaglie, strade asfaltate e sterrate, città abbandonate, accampamenti militari di piccole o grosse dimensioni (e altre strutture davvero singolari, scorrete gli screenshot per vederne alcune). La vastità delle mappe non deve spaventare: a nostra disposizione, infatti, avremo una serie di mezzi di trasporto da terra che ci permetteranno di muoversi tra un punto e l'altro velocemente (ci sono macchine, camion, jeep..). Oltre a questi il gioco ci mette di fronte anche a mezzi bellici: tanks, elicotteri, aircraft. Per impratichirci con questi potentissimi strumenti di guerra, durante lo svolgimento del gioco in modalità Campagna ci sarano dati compiti precisi con difficoltà progressiva, come in una specie di tutorial (trasportare il team attraverso dei posti di blocco guidando un camion, oppure attaccare postazioni nemiche con un tank).
La presenza di questi mezzi è decisamente innovativa per un gioco FPS e oltre a dare un grosso spessore al gioco in singleplayer, rende una esperienza unica la modalità multiplayer (immaginatevi le due squadre che utilizzano mezzi per spostarsi o/e per attaccare!). Forse avevamo già visto qualcosa di simile in Tribes o in Codename Eagle, ma in Operation Flashpoint l'attenzione viene posta sul realismo, che, anche grazie a queste chicche, raggiunge livelli davvero sublimi. Altro elenco da fare è quello delle classi disponibili: soldato, soldato anti-tank, medico, ufficiale, granatiere, cecchino, civile, sabotatore, machine gunner e così via, per un totale di 11 "personaggi". La differenzazione è sia a livello di modelli e texture, sia di armamento e di libertà di azioni. L'ufficiale potrà infatti impartire ordini agli inferiori, mentre il soldato semplice potrà al massimo segnalare le posizioni dei nemici e sparacchiare a destra e a manca.
Avvicinandovi ad un cadavere, comparirà un menù che permetterà di prendere munizioni aggiuntive, cambiare arma o prendere bombe. Lo stesso quando vi avvicinerete ai "magazzini" di raccolta delle armi. Realismo vuole che potrete traspostare solo un numero limitato di caricatori e bombe e una sola arma (a parte rari casi).
Una simulazioni di guerra non può prescindere dall'uso delle armi e Operation Flashpoint anche in questo campo NON lascia l'amaro in bocca. Siccome non sono un esperto vi elenco le armi che sono disponibili nel gioco: M16A2 Assault Rifle, CAR-15 Carbine, M21 Sniper Rifle, M60 Machine Gun, FIM92A "Stinger" AA Missile, M136 AT4 Anti-Tank Gun, LAW 80 Light Anti-Tank Weapon (queste per le forze della NATO) AK74, AK47 Assault Rifles, Dragunov Sniper Rifle, PK 7.62 Machine Gun, RPG - 7 Rocket Propelled Grenade (per la controparte SOVIETICA). Tutte le armi presentano tre differenti visuali: quella classica, quella zoomata, quella caratteristica. La prima è quella classica dei FPS, mentre la terza ci fa comparire l'arma come se stessimo davvero guardando con un occhio dentro il mirino (è fondamentale per lo sniper rifle e per i lanciarazzi, ma solo scena per i fucili normali).
Oltre alle armi vere e proprie avrete a disposizione anche altri armamenti e/o ausili come il cannocchiale, le bombe da lancio, le mine anticarro e il visore a raggi infrarossi.

Operation Flashpoint Operation Flashpoint

Un sacco di lavoro da fare

Il numero delle missioni è decisamente alto, quindici per il singleplayer, una trentina per la modalità "campagna" affrontabili in due livelli di difficoltà. Le missioni della campagna non sono lineari, potremmo infatti fallire in alcuni punti della missione, ma senza per questo compromettere l'esito complessivo della missione, che si evolve in modo dinamico in base alle nostre azioni. Le missioni sono perfettamente collegate le une alle altre per mezzo di cinematics che utilizzano il motore del gioco che ci fanno partecipare allo svolgersi della trama (ebbene sì, c'è una trama, una storia). Contando il gioco singleplayer, il gioco multiplayer e le missioni custom che gli appassionati costruiranno e renderanno disponibili via internet, Operation Flashpoint offre un numero davvero elevato di ore di gioco (senza tenere conto del fatto che le missioni possono essere rigiocate seguendo strategie e tattiche ogni volta diverse).

Operation Flashpoint Operation Flashpoint

In definitiva

Operation Flashpoint è un bellissimo Tactical Squad-Based Military FPS, cioè un gioco militare in prima persona in cui è fondamentale il gioco di squadra. Detto così è comunque davvero riduttivo. O.F. può essere tranquillamente definito un'esperienza. Qualcosa di talmente completo e innovativo che sfugge ad una classificazione rigida (un po' come era successo con Deus Ex). La strategia action online con Operation Flashpoint raggiunge la perfezione. E' vero che il target è un giocatore esperto e desideroso di imparare a giocare in team, ma visto il successo di counter strike e il prolificarsi di clan, credo che una buona fetta di pubblico sia pronta per avventurarsi in questo gioco, caratterizzato da un'incredibile realismo e gameplay di altissimo livello.

Operation Flashpoint Operation Flashpoint
Operation Flashpoint Operation Flashpoint

Altri screenshot

13

So che questo è un titolo che molti appassionati aspettano da tempo, ma che credo possa piacere ad una vasta schiera di videogiocatori. Quindi farò in modo di elencare tutto il ben di dio che il gioco offre sottolineando di volta in volta i pregi (molti) e i difetti (davvero pochi) di questo capolavoro.

TI POTREBBE INTERESSARE