Pop! - Recensione  0

L'ultimo arrivato su WiiWare è un puzzle game dai colori tenui, a base di bolle di sapone, flebili e leggere. Come la struttura stessa di questo gioco.

Leggermente effervescente

Sullo schermo, che scrolla continuamente in verticale, scorrono una grande quantità di bolle di diverso colore. Puntando il Telecomando su di esse e premendo A o B, queste scoppiano. Essenzialmente, questa è la base del gioco, una sorta di tiro a segno con le bolle come bersagli. Su questo impianto prende vita una classica sovrastruttura fatta di bonus, combo e moltiplicatori. Le bolle più piccole valgono più punti, quelle più grandi meno. Colpendo più bolle sovrapposte il loro punteggio verrà sommato, mentre concentrandosi e cercando di colpire le bolle di uno stesso colore, attiveremo una catena, che moltiplicherà il punteggio progressivamente. A complicare le cose, c’è un incombente cronometro che scandisce inesorabile un conto alla rovescia: raggiunto lo zero, ovviamente, ci troviamo di fronte ad un game over. Per prolungare il tempo è necessario ottenere punteggi sempre migliori, dunque non bisogna mai far calare la concentrazione, via via che si progredisce nei livelli, poiché non basta cercare di non colpire mai “a vuoto” (ovvero mancare le bolle), ma si dovrà anche mantenere un ottimo livello di performance per ritardare il countdown. Periodicamente, compaiono sullo schermo delle bolle che contengono vari simboli e che provocano effetti differenti: ci sono quelle che moltiplicano il punteggio per il numero contrassegnato, quelle che rallentano lo scrolling dello schermo, oppure quelle da evitare, che fanno calare drasticamente il tempo a disposizione o creano effetti a catena potenzialmente nefasti (ma anche positivi, se si riesce a contenerli), e molte altre. Le modalità di gioco comprendono l’allenamento, la modalità libera e quella principale, con livelli progressivi e limite di tempo attivo. La modalità “avanzata” è sostanzialmente una versione più difficile di quest’ultima. Da notare, la presenza di classifiche aggiornate attraverso Nintendo Wi-Fi Connection, la cui presenza fa decisamente piacere.

Commento

Avulso dal contesto commerciale, Pop se la cava come un puzzle game senza particolare infamia, ma chiaramente senza nemmeno poter vantare qualche lode. La meccanica di gioco a dire il vero funziona, nella sua immensa semplicità. Manca però lo stimolo a continuare per più di qualche partita, visto che le variazioni a cui si va incontro sono veramente ridotte, e l’aspetto grafico fa davvero il minimo per assolvere alla sua funzione. Il tutto assume tutt’altra dimensione se si prendono in considerazione i 700 Wii Points necessari all’acquisto: l’esborso di tale cifra è ampiamente ingiustificato per lo scarso impegno profuso nella creazione del gioco, e se si pensa che allo stesso prezzo ci sono titoli per Virtual Console decisamente più meritevoli.

Pro

  • Meccanica semplice e funzionante
  • Classifiche online
Contro
  • Tecnicamente povero
  • Monotono in breve
  • Costoso, rispetto a quanto offre

Pop! è disponibile per il download sul WiiWare di Nintendo Wii.

L’impalcatura del digital delivery a prezzi contenuti porta chiaramente all’offerta di giochi di piccole dimensioni, capaci di divertire il giusto all’interno di lassi di tempo minimi, e in grado di essere ri-giocati più volte. C’è poco spazio per storie complesse e strutture lunghe e lineari, l’ottimizzazione di spazio e risorse comporta lo studio di un gioco che colpisca da subito nel segno, che inserisca il giocatore in medias res e ne catturi l’attenzione subito, perché al confronto diretto con produzioni maggiori, chiaramente, un titolo WiiWare difficilmente esce vincitore, se si batte sul suo stesso campo. Questa necessità di contenimento può portare a due estreme conseguenze: il guizzo geniale di alcuni che riescono a costruire un gioco decisamente valido pur basandosi su una produzione limitata, e giocando sull’originalità e la caratterizzazione (come quanto accaduto con LostWinds), o l’appiattimento generale di molti altri, che hanno cercato di colpire il bersaglio riducendo al minimo il rischio da intraprendere. Questi ultimi, solitamente, optano per il puzzle game: questo genere consente di svincolare gli sviluppatori dalle lunghe e complesse fasi di studio sui soggetti da trattare, su come presentarli al pubblico, e su come costruire su di essi un gameplay efficace, saltando direttamente al nocciolo della questione. Come in questo Pop, riassumibile in tre parole: scoppiare le bolle. E’ quasi imbarazzante da raccontare (d’altra parte, riassumendo la struttura di un puzzle game, difficilmente si ottengono risultati più complessi), ma in sostanza è tutto quello che c’è da dire sul concept alla base del gioco. Telecomando Wii alla mano, dovremo puntare allo schermo e colpire le bolle di sapone, ovviamente cercando di massimizzare il punteggio in varie maniere.