Singstar '80s  0

Torna il karaoke made in Sony, stavolta armato di ritmi ossessivi e acconciature improbabili...

Canta che ti passa

Ecco la tracklist completa di Singstar 80’s.

Blondie - Atomic
Culture Club - Karma Chameleon
Donatella Rettore - Kobra
Duran Duran - Rio
Europe - The Final Countdown
Fausto Leali & Anna Oxa - Ti Lascerò
Frankie Goes to Hollywood - The Power Of Love
Gianni Morandi, Enrico Ruggeri & Umberto Tozzi - Si Può Dare Di Più
Giuni Russo - Un' Estate Al Mare
Grazia Di Michele - La Ragazze Di Gauguin
Gruppo Italiano - Tropicana
Kate Bush - Running Up That Hill
Katrina And The Waves - Walking On Sunshine
Litfiba - El Diablo
Loredana Bertè - Non Sono Una Signora
Madonna - Material Girl
Marcella Bella - Nell'aria
Pupo - Su Di Noi
Raf - Cosa Restera' Degli Anni '80
Simple Minds - Don't You Forget (About Me)
Soft Cell - Tainted Love
Stadio - Chiedi Chi Erano I Beatles
Tears For Fears - Everybody Wants To Rule The World
Tina Turner - Simply The Best
Umberto Balsamo - Balla
Umberto Tozzi - Gloria
Vasco Rossi - Vita Spericolata
Wham! - Wake Me Up Before You Go Go
Zucchero & The Randy Jackson Band – Donne

Ottanta voglia di rendermi ridicolo

Singstar ‘80s non nasconde di essere un mero data disk, non presentando alcuna novità strutturale di particolare rilievo: come nelle precedenti edizioni, dunque, il titolo SCEE offre a giocatori armati di microfono la possibilità di cantare sulle note di ben 30 pezzi originali, opportunamente forniti di video ove disponibile. Squadra che vince non si cambia, e così Singstar ‘80s continua a valutare la performance canore dell’utente in base solamente all’intonazione, senza soffermarsi su ottave o sulla corretta pronuncia delle parole del testo (a tutti gli effetti è possibile tranquillamente cantare un’intera canzone usando un solo verso). Certamente un punto a favore della godibilità del titolo SCEE, che si rivela come sempre immediatamente accessibile a tutti, stavolta forse anche in misura maggiore grazie ad una selezione musicale che non richiede ugole d’oro per essere affrontata; un aspetto questo che fu uno dei principali motivi di critica alle altre compilation, specialmente a Singstar Party. Sempre rimanendo in tema di tracklist, c’è da dire come le scelte operate da SCEE appaiano sufficientemente azzeccate, pescando melodie sfacciatamente pop e commerciali ma anche canzoni di indubbia caratura: insomma, pur non rappresentando un perfetto spaccato della musica di quella decade, Singstar ‘80s svolge piuttosto bene il proprio compito in questo senso. Chiunque abbia vissuto o comunque conosca la scena musicale dell’epoca non farà dunque fatica a trovare pane per i propri denti, cimentandosi assieme ad altri giocatori nelle diverse modalità multiplayer offerte dal prodotto SCEE (come i precedenti, infatti, anche Singstar ‘80s non ha sostanzialmente motivo di esistere al di fuori di quest’ottica). Anche in questo caso, poco o nulla cambia rispetto al solito: l’opzione Battle, nella quale due utenti si sfidano contemporaneamente sulla stessa canzone, continua ad essere la più riuscita, mentre la modalità Duet appare poco convincente, se non altro per la latitanza di canzoni effettivamente cantate a due voci. Completano il quadro le sezioni First to the Post (vince il primo che raggiunge un determinato punteggio), Keep It Up (nella quale è necessario mantenere il livello di performance sopra un certo limite) e Pass The Mic (dove un massimo di otto giocatori devono cantare un pezzo di canzone a testa), senza dimenticare l’inclusione di alcuni medley utili a movimentare un po’ la situazione. L’Eye Toy continua poi ad essere supportato per riprendere in video alcuni stralci della propria interpretazione, mentre l’inclusione di una bizzarra versione di Pong comandabile esclusivamente tramite l’altezza della voce lascia decisamente il tempo che trova. In definitiva, dunque, Singstar ‘80s non stravolge certamente la natura della serie, ma grazie anche a doverose limature nella selezione della tracklist si rivela uno dei più indicati party game presenti sulla piazza, perlomeno per gli over 20.

Commento

Difficile dare un giudizio su Singstar 80’s senza tirare in ballo le opinioni personali di ciascuno nei confronti sia del karaoke sia di una tracklist ovviamente confinata nei limiti della decade del sintetizzatore. E sì, perché l’ultimo nato in casa SCEE differisce dai precedenti sostanzialmente solo nell’offerta musicale, fortunatamente –questo bisogna sottolinearlo- costituita da pezzi che non richiedono doti canore professionistiche, come troppo spesso è successo nelle passate edizioni. Considerate dunque la persistente qualità di Singstar 80’s come party game e la buona varietà della tracklist, il titolo SCEE rimane un’ottima scelta per gli utenti più maturi o per i nostalgici degli anni ’80 alla ricerca di una genuina fonte di ilarità per le proprie serate.

    Pro:
  • Ottimo come party game
  • Tracklist soddisfacente
  • Buon numero di modalità
    Contro:
  • Riservato ai fan degli anni ‘80
  • Poco più di un data-disk

Giunto alla sua quarta edizione tra alti e bassi, Singstar ha sempre cercato di presentare un’offerta musicale quanto più possibile oscillante tra pezzi classici e pop, tra vecchio e nuovo, tra canzoni più elaborate e hit-singles cafonissimi, e non sempre con esiti felici: una eccessiva dispersione di stili e generi, unita ad una scelta non propriamente ottimale delle tracce, che finiva più per deludere che accontentare tutti, costringendo gran parte dell’utenza a limitare le proprie performance canore ad una percentuale piuttosto esigua di canzoni rispetto al totale. Forse proprio per questo motivo, SCEE ha pensato di dedicare quest’ultimo Singstar esclusivamente ai ruggenti anni ’80.