9.5

Redazione

8.6

Lettori (129)


  • 189
  • 15
  • 365
  • 10

The Sims 2The Sims 2: Nightlife - Recensione 1

Arriva anche sul nostro mercato la seconda espansione per l'eccellente sequel del simulatore di vita di Electronic Arts, nato dalla fervida mente di Will Wright. La vita notturna vi stimola? Immaginate allora quanto può stimolare i vostri Sims.

The Sims 2: Nightlife - Recensione The Sims 2: Nightlife - Recensione

La febbre del sabato sera... ogni sera!

University aveva avuto il pregio di ampliare non poco le possibilità offerte da The Sims, offrendo al giocatore la possibilità di espandere una fase della vita dei Sims, quella posta adolescenziale, e di giocare a fondo questa fase cruciale della vita di un Sim. Arricchendo il gioco con nuove interazioni sociali fra Sims ed una nuova gamma di luoghi esterni alle mura domestiche da poter visitare, questa prima espansione aveva reso ancora più sensazionale un titolo che già poteva vantare parecchi punti a suo favore. Buttando un occhio al passato, e cioè ad alcune di quelle espansioni che fecero del primo titolo, The Sims, il gioco più “espanso” della storia, Nightlife ripesca dall’immaginario creativo già esplorato per far affiorare quegli aspetti non sufficientemente approfonditi con il titolo originale. Nonostante University già focalizzasse parecchio l’attenzione sui momenti di aggregazione e sulla possibilità di creare party divertenti ed indimenticabili Maxis ha ritenuto opportuno potenziare ulteriormente questo aspetto rendendo giustizia anche alle necessità ricreative dei Sims adulti (e non solo di quelli in età universitaria). Nightlife si ripropone di esplorare assieme ai giocatori quella manciata di ore in cui ogni notte ogni singolo cittadino si trasforma in una macchina assetata di divertimento. Questa espansione è in grado di donare al gioco un notevole boost per quanto riguarda la sfera sentimentale, introducendo una apposita modalità per la gestione degli incontri romantici.

The Sims 2: Nightlife - Recensione The Sims 2: Nightlife - Recensione

Unica aspirazione: divertirsi!

Una volta installata l’espansione ed avviato il gioco è possibile accedere in un batter d’occhio alle novità introdotte. Le città che già esistono, salvate sul proprio PC, subiscono una piccola rivoluzione e guadagnano una nuova area dedicata alle attività ricreative. Quando un Sim decide di uscire a divertirsi, sfruttando l’opportuno mezzo di trasporto, può recarsi nell’affollato centro città e trovare il locale che fa più al caso suo. Come è avvenuto già per University, anche Nightlife introduce una nuova aspirazione di vita che potrà essere selezionata dall’editor per la creazione dei personaggi; l’aspirazione al “piacere” calza proprio a pennello con questo titolo e mira alla ricerca di tutto ciò che è bello, comodo e divertente, evitando accuratamente gli sforzi eccessivi derivati da un lavoro troppo opprimente e lo stress legato ad una vita piatta. L’obiettivo da raggiungere qualora si decidesse di dotare i propri Sim di questa aspirazione è quello di garantire una costante quantità di divertimento al proprio alter ego, e, ve lo possiamo assicurare, Nightlife non fa economia di mezzi per raggiungere questo genere di aspirazioni. Altra novità per quanto riguarda la creazione del profilo psicologico dei Sim è quella relativa ai gusti per la scelta del proprio partner, che condizioneranno maggiormente l’aspetto caratteriale del Sim.

The Sims 2: Nightlife - Recensione The Sims 2: Nightlife - Recensione

Vampiri, cartoomanti e affini

Entrando nel vivo del gioco ci si accorge subito delle differenze introdotte con questa espansione. Abbiamo trovato molto utile servirci del pratico tutorial che segue in maniera poco invasiva il giocatore, mostrando di volta in volta i suggerimenti al presentarsi delle nuove situazioni. La prima novità evidente è forse rappresentata dal classico guardaroba rinnovato e da un inventario di oggetti del tutto nuovo. Vi sono fra le tante cose oggetti molto stravaganti come una cabina da dj, un tavolo da poker, una macchina per il karaoke, una cabina fotografica, o assolutamente sconcertanti come la Sfera ElettroDanza e la bara.

Fra le case dei quartieri vaga infatti una cartomante capace di alterare la sfera sentimentale dei Sims

Vampiri, cartoomanti e affini

Avete letto bene, fra gli oggetti acquistabili e posizionabili in casa c’è proprio una comoda bara, perché fra i vari personaggi che è possibile incontrare per le strade della città di notte vi sono i vampiri; niente di orrorifico però: i vampiri si distinguono dagli altri Sims solo per il loro abbigliamento stravagante (la tipica tenuta da Conte Dracula alla Boris Karlov), la pelle diafana e l’assoluta impossibilità a vivere una vita tranquilla durante il giorno, pena una quasi inevitabile morte per essiccamento. Avrete dunque inteso il motivo per cui in una casa Sim è opportuno avere una bara a disposizione se fra la cerchia dei propri amici si trova un vampiro. Fate comunque sempre attenzione al legame stretto con un vampiro, o potreste venire trasformati a vostra volta in creature della notte. I vampiri non rappresentano l’unica bizzarria presente in questo titolo. Fra le case del quartieri vaga infatti una cartomante capace di alterare la sfera sentimentale dei Sims, essa può, dietro pagamento, combinare magici incontri con partner più o meno congeniali (a seconda di quanto si è disposti a pagare).

The Sims 2: Nightlife - Recensione The Sims 2: Nightlife - Recensione

Quel non-so-che

E’ giunto il momento di analizzare da vicino il complesso apparato di gestione dei rapporti presentato da questa espansione. Se dal punto di vista delle professioni e delle novità gustabili a colpo d’occhio la prima espansione era stata davvero sorprendente, lo stesso si può dire di Nightlife per quanto riguarda le profonde rivoluzioni in materia relazionale. La prima novità da sottolineare è costituita dalla possibilità di formare i cosiddetti “gruppi informali”, vale a dire aggregazioni di Sims unite dal comune intento di uscire e divertirsi. Per formare un gruppo è sufficiente invitare un Sim a prenderne parte, mediante il menu delle azioni. A questo punto i Sims entrati nel gruppo riceveranno un cristallo sul proprio capo, proprio come quello che compare sulla testa dei Sims controllati dal giocatore, solo più piccolo e di colore diverso. Esso rappresenta l’umore dei singoli componenti del gruppo, costituendo in effetti una sorta di indicatore generale dell’umore. A questo punto si è chiamati a movimentare la situazione creando situazioni divertenti e coinvolgenti, capaci, insomma, di tenere coeso il gruppo. Nightlife introduce il fondamentale parametro “alchimia” che gestisce la relazione basata su quel “qualcosa” che nella vita comune ci fa preferire alcune persone ad altre “a pelle”. L’alchimia gioca un ruolo a dir poco fondamentale nella gestione di un gruppo, e si deve sempre cercare di gestire in maniera adeguata questo genere di dinamiche, evitando accuratamente di far interagire i personaggi che fra loro dovessero evidenziare l’esatto contrario dell’alchimia, sentimento capace di scatenare litigi per la minima sciocchezza. Scrutare l’anima di un Sim in questo senso è semplice, basta infatti seguire le indicazioni rappresentate nei fumetti per poter capire quali sono i Sim che vanno d’accordo.

Nightlife introduce il fondamentale parametro “alchimia” che gestisce la relazione basata su quel “qualcosa” che nella vita comune ci fa preferire alcune persone ad altre “a pelle”.

Quel non-so-che

E’ possibile aumentare l’attrattiva dei Sims ricorrendo ai rimedi offerti dalla cartomante che per cifre non sempre accessibili può donare la possibilità di aumentare questa caratteristica, mediante l’utilizzo di un particolare filtro d’amore. Il sistema di interazione fra i personaggi è stato notevolmente potenziato, consentendo al giocatore di poter scegliere fra un elevato numero di opzioni. E’ possibile indagare più approfonditamente sugli interessi dei Sims, facendo domande mirate come “Quali sono i tuoi interessi?” o “Ti piaccio?”, in questo modo aumentano le possibilità di interazione, raggiungendo a volte livelli impensabili; gli sviluppatori assicurano che tra i risultati sorprendenti derivati da una spiccata parlantina si può giungere al punto di farsi offrire la cena dal cameriere di un ristorante!

The Sims 2: Nightlife - Recensione The Sims 2: Nightlife - Recensione

La forza del branco

Una volta costituito un gruppo, o catalizzata la propria attenzione su un probabile partner, giunge il momento di esplorare il mondo circostante. Uno degli handicap che da sempre hanno pregiudicato la libertà di movimento dei Sims è l’assenza di mezzi di locomozione autonoma che permettessero ai personaggi di aggirarsi per la città. Nightlife pensa anche a questo, proponendo una piccola ma fondamentale rivoluzione nel gameplay. I Sims non saranno più costretti a ricorrere al taxi per i propri spostamenti, nè tantomeno a dover accettare la macchina della ditta per raggiungere l’ufficio. Finalmente ogni Sim potrà disporre della propria vettura personale per muoversi in totale libertà. Costruito un box per l’auto e collegato quest’ultimo con la strada principale mediante un apposito vialetto, la famiglia avrà a disposizione per la prima volta la possibilità di agire senza limiti, visitando a suo piacimento tutte le località raggiungibili. Ovviamente l’auto rappresenta uno status simbol e sarà lo specchio della ricchezza di un Sim, per questo cambiare macchina passando ad autovetture sempre più costose può avere influenza sul mutare dell’appeal dei personaggi. Ora che i nostri Sims sanno vivere in gruppo, riconoscere nel partner le affinità e possono muoversi in totale libertà, è giunto il momento di esplorare il mondo che ci circonda. La “city” del divertimento e dello spasso offre a tutti la possibilità di svagarsi e divertirsi. Sono presenti musei, pub, discoteche, sale giochi e ristoranti. Ogni genere di locale ha la sua precisa funzione e può aiutare un Sim a raggiungere con maggiore facilità i propri obiettivi. Un ristorante romantico potrà rivelarsi il luogo adatto per colpire positivamente la persona amata, così come il bowling potrebbe rivelarsi un ottimo ambiente per favorire lo sviluppo dei legami fra i componenti eterogenei di un gruppo di amici.

The Sims 2: Nightlife - Recensione The Sims 2: Nightlife - Recensione

Ma quanti sono???

L'unica nota negativa che possiamo affibiare a questa espansione riguarda, a dire il vero, una scelta fatta dall'editore durante tutta la saga. Il giocatore che abbia acquistato la versione in cd-rom dovrà infatti ricorrere ad una buona dose di pazienza prima di poter godere delle gioie di questo titolo. Chi, come il sottoscritto, dovrà sottoporsi all'installazione totale del gioco si prepari ad un'esperienza piuttosto tediosa. Il gioco originale unito alle due espansioni costituisce un ventaglio di ben otto supporti! Una pena comunque sopportabile, se si pensa che di lì a poco si potranno gustare le succulente novità dell'ultima espansione...

The Sims 2: Nightlife - Recensione

The Sims 2 Nightlife dona al titolo originale maggiore profondità per quel che riguarda i rapporti fra i Sims, andando a scavare nei loro cuori alla ricerca di passioni nascoste e pulsioni irrefrenabili. Nonostante a volte appaia difficoltoso riuscire a seguire l’azione di gioco nella sua totalità, specie quando il gruppo di amici è numeroso, le opportunità offerte conferiscono indubbiamente maggiore longevità ad un titolo che di per sé possedeva già l’innata capacità di rinnovarsi sempre. Vale la pena sottolineare che Nightlife, pur non potendo fare a meno del gioco originale, può essere giocato in assenza dell’espansione University, o assieme ad essa, senza alcun problema. Sono da segnalare un paio di migliorie introdotte nella gestione del comparto grafico e la nuova (ed attesissima) opportunità di attivare la visualizzazione degli elementi scenici e delle case del vicinato. Da questo momento il giocatore potrà godere durante il gioco delle decorazioni disseminate nella piantina del quartiere e gustare la visuale del vicinato nella sua interezza. Anche se le richieste hardware minime sono piuttosto esigue consigliamo l’installazione di questo titolo su macchine piuttosto evolute, per evitare di incappare in tempi di caricamento estenuanti e in una gestione delle telecamere al rallentatore. Infine un’ultima nota va alla rinnovata colonna sonora firmata da Mark Mothersbaugh, qui riproposta in chiave disco. Davvero accattivante! In conclusione ci sentiamo di consigliare questa espansione a tutti coloro abbiano goduto in questi anni del pupillo di casa Maxis e non vogliano farsi scappare l’occasione di incrementare in maniera sensibile l’esperienza di gioco e la longevità di questo titolo.

Pro Profonde modifiche al sistema di interazione fra Sim Finalmente è possibile vedere il vicinato I Sim ora possono possedere un'auto tutta loro Contro I tempi di installazione sono estenuanti Chi sceglie la formula "cd-rom" deve prepararsi ad essere sommerso da un numero enorme di supporti A volte è complesso gestire gruppi molto vasti

E’ ormai abitudine di Maxis deliziarci con periodici appuntamenti mediante la regolare presentazione di una nuova espansione per il suo titolo di punta, il pluridecorato bestseller The Sims 2. La politica della software house capitanata da Will Wright è stata chiara fin dall’uscita del titolo: garantire con frequenza semestrale l’uscita di espansioni che potessero approfondire l’esperienza di gioco, arricchendone profondamente i contenuti ed offrendo uan longevità rinnovata. Il primo obiettivo è dunque stato centrato in pieno. A distanza di sei mesi dall’uscita di University, primo expansion pack per The Sims 2, Maxis è pronta a lanciare sul mercato Nightlife. Vale la pena ricordare che questi titoli richiedono la presenza del gioco originale già installato sul PC per poter funzionare, trattandosi di vere e proprie espansioni e non di standalone.