Tom Clancy's Ghost ReconTom Clancy's Ghost Recon 

Sul mondo incombe la minaccia della rinascita dell'impero sovietico. A capo di un team di 6 soldati scelti americani, vi verrà affidata una missione cui potreste non sopravvivere. Siete pronti a a mettere in gioco la vostra vita per preservare la pace nell'Europa dell'Est?

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Il nemico è dietro l’angolo

La grafica di Ghost Recon è particolareggiata per quanto riguarda i modelli 3d dei soldati, anche se ad un occhio più esigente potrebbe apparire un po’ piatta e cubettosa. Gli ambienti sono ben realizzati, e anche se su Playstation 2 siamo stati abituati a livelli tecnici di ben altra caratura, tutto l'apparato grafico svolge bene il compito cui è preposto. Il sonoro è a nostro parere un elemento assai coinvolgente di TCGR: il sottofondo puramente ambientale nelle fasi di gioco più silenziose si trasforma rapidamente al primo sparo in una perfetta colonna sonora da film, che coinvolge il giocatore. Belli anche gli effetti sonori delle armi, peccato solo per il parlato, ben realizzato per quanto riguarda il briefing, un pò ripetitivo e piatto invece per i commenti dei vostri compagni (specie se paragonati con lo stupendo doppiaggio in lingua inglese). La giocabilità si attesta anch'essa su livelli elevati: seppure inizialmente la difficoltà del gioco potrebbe risultare frustrante, la soddisfazione conseguente al completamento di una missione, specie senza perdite tra le proprie fila, unita alla possibilità di poter incrementare e personalizzare le caratteristiche delle proprie truppe e quella di ottenere nuovi e più potenti specialisti, danno un enorme impulso a proseguire nel gioco. Molto utili anche il tutorial di base per prendere dimestichezza con i controlli del gioco, e le esercitazioni tattiche che vi daranno un assaggio delle missioni che dovrete affrontare a gioco inoltrato. La longevità rimane negli standard grazie anche alla modalità multiplayer, che vi permetterà di sfidare i vostri amici negli scenari sbloccati nella campagna single player.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

In definitiva..

L'introduzione di elementi evolutivi come la già citata possibilità di potenziare i propri soldati si è rivelata, nell'ambito dell’ultima fatica dei Red Storm, un elemento parecchio interessante, aumentando di fatto la giocabilità e la godibilità di titoli del genere. Tale caratteristica infatti permette di modellare il proprio (o i propri in questo caso) alter ego videoludico al proprio stile di combattimento. Le missioni e le mappe poi sono ottimamente realizzate, e vi terranno incollati davanti allo schermo sperando di carpire un minimo indizio che sveli le posizioni dei vostri nemici per colpirli una volta individuati. In definitiva Ghost Recon è un bel gioco, peccato per la grafica forse un po’ troppo essenziale e a volte (specialmente negli interni degli edifici) un po’ "piatta", ma la giocabilità vi farà presto dimenticare i difetti grafici. Una buona opzione per tutti, un ottimo titolo per gli amanti del genere.

Pro: Missioni molto interessanti e varie Possibilità di potenziare i propri soldati Sonoro d’atmosfera Contro: Graficamente essenziale Bisogna farci la mano

Anno 2008, il mondo è sull'orlo della guerra: un gruppo di ultra radicali ha preso il potere in Russia, e, cercando di ricostruire l'ex Unione Sovietica, ha invaso e messo a ferro e fuoco nazioni come Lettonia, Estonia e Lituania. Dagli Stati Uniti verso la Georgia è in arrivo però la punta di diamante dell'esercito americano: la compagnia D, la prima linea di difesa contro il pericolo imminente. Questi soldati colpiscono velocemente, silenziosamente e invisibilmente, tanto da essersi meritati il titolo di "Ghost" (fantasmi). Nei panni della compagnia D il vostro compito sarà quello di riportare la pace, o in caso estremo di preservare il resto del mondo dalle mire espansionistiche dei radicali russi. Al comando di sei uomini, divisi in due squadre (Alpha e Bravo), vi verranno assegnati obbiettivi militari molteplici, che vanno dal recupero di piloti all'eliminazione di minacciosi veicoli corazzati, il tutto cercando di mantenere sempre il massimo grado di segretezza. Prima cosa da fare sarà quindi scegliere il vostro team, per il quale verranno inizialmente messi a vostra disposizione quattro diversi tipi di soldato: Fuciliere, armato con un mitra dotato di lanciagranate integrato e che rappresenta l'unità più versatile; Demolitore, equipaggiato, come suggerisce lo stesso termine, di tutto il necessario per eliminare carri armati e affini; Supporto, il tipico soldato armato di mitra pesante da utilizzare per il fuoco di copertura; Cecchino, dotato di un fucile di precisione per colpire i nemici a lunghissima distanza. Ultimata la selezione del vostro team e scelti quindi i sei “fortunati” verrete immediatamente gettati senza precauzioni nella mischia armati del vostro fido equipaggiamento e della fiducia nei vostri compagni. A questo punto il giocatore dovrà portare a termine la missione assegnatagli controllando entrambe le squadre composte da tre uomini ciascuna, guidandone una di persona e gestendo l'altra tramite comandi a distanza. Naturalmente durante il gioco è possibile passare il controllo sia da una squadra all'altra che da soldato a soldato. Al termine di una missione completata con successo verranno assegnate medaglie ai vostri soldati per il loro operato e punti per incrementare le loro caratteristiche (controllo dell'arma, azioni furtive, resistenza e leadership). Un ulteriore premio per il successo di una missione sarà quello di poter accedere ai cosiddetti "specialisti", soldati addestrati e specializzati in un determinato aspetto e dotati di caratteristiche parecchio elevate.

TI POTREBBE INTERESSARE