Warhammer: Battle March - Recensione  9

Un nuovo RTS, il mondo di Warhammer tutto su Xbox 360, non sembra vero ma è così, leggete a fondo la nostra recensione e scoprirete tutto.

Battaglie su battaglie

L'approccio migliore nel corso delle numerose missioni, prevede l'identificazione delle forze nemiche, mandando in avanti le unità corazzate, supportandole con arcieri e maghi a infliggere danni al sicuro. La presenza di altre tipologie di unità come quelle d'assedio, volanti o di cavalleria, rende le battaglie decisamente varie e profonde, visto anche che mandare allo sbaraglio le proprie truppe, è una tattica che nel lungo periodo non paga e ritrovarsi con un numero di unità esiguo, può compromettere le fasi finali di una missione o addirittura dell'intera campagna. Alla fine di ogni missione, sarà possibile fare una capatina nell'accampamento, allo scopo di rinfoltire le fila delle proprie truppe, acquisire equipaggiamento per gli eroi e potenziare armi e armature. Per fare questo è necessario utilizzare l'oro, reperibile nel corso delle missioni e come bonus al completamento delle stesse. In tutti i casi, anche giocando al più basso dei tre livelli di difficoltà, non si hanno mai sufficienti risorse a fare tutto quello che si desidera, obbligando il giocatore a prendere delle scelte.

Longevità+online

Stranezze delle conversioni

E’ passato un anno dall'uscita del primo episodio, e se la grafica di Battle March si presentava decisamente valida su PC, su console non è purtroppo così anzi dobbiamo dire che l’impatto è stato alquanto deludente. Dall’ottimo incredibile filmato in CG che introduce l’avventura lo stacco con il gioco vero e proprio ha un effetto “devastante”, con un livello di dettaglio molto basso e troppe texture assolutamente in bassa risoluzione. I filmati realizzati con il motore di gioco sono ai limiti della presentabilità, non abbiamo dubbi che sarebbero appartenuti senza problemi alla precedente generazione di console e ancora non ci spieghiamo come sia possibile fare una conversione così poco curata e frettolosa di un gioco che vanta una nutrita schiera di appassionati. C’è per fortuna da fare una distinzione visto che i personaggi e le animazioni risultano discretamente curati e utilizzando lo zoom della camera orientabile a piacere potremo vedere le truppe definite in ogni dettaglio. Gli scenari di gioco invece sono assolutamente piatti, creati con le texture di cui sopra, e privi di alcuna originalità. Il problema più grosso inoltre riguarda la stabilità del motore di gioco che in più di qualche occasione zoppica mostrando cali di frame decisamente evitabili dato proprio il basso sfruttamento delle risorse offerte da Xbox 360. Oltre alla mera qualità grafica, il gioco si distingue per un'atmosfera e un dettaglio capaci di fare la felicità degli appassionati di strategia e delle miniature. I contorni delle ambientazioni così come dei personaggi appaiono volutamente sfumati e questo regala al gioco un fascino particolare. Gli effetti speciali relativi ai poteri degli eroi fanno una discreta figura, con onde d'urto e di distorsione abbastanza belli da vedere. L'audio è un altro aspetto piuttosto ben riuscito, con voci (sottotitolate in italiano) ben caratterizzate e dialoghi curati.

Commento

Warhammer: Battle March nato come espansione per Mark of Chaos , arriva ora nella sua versione più completa su Xbox 360. Il titolo pubblicato da Koch Media non introduce novità di rilievo nel mondo degli RTS, garantisce comunque una struttura di gioco abbastanza interessante e particolarmente longeva grazie proprio all’abbinamento del gioco base e dell’espansione. Ciò che ci ha convinto di meno è sicuramente il lavoro fatto dagli sviluppatori per portare il buon prodotto di partenza su Xbox 360, l’esperienza è infatti inficiata da un sistema di controllo troppo poco intuitivo e macchinoso, che non segue la scia degli ultimi RTS su console. La grafica troppo altalenante è l’ulteriore mancanza di questo nuovo gioco, in cui a personaggi curati con buone animazioni fanno da contraltare degli scenari troppo spogli e troppe texture altalenanti. Per il resto è il mondo di Warhammer che torna a farci visita, gli appassionati dovranno almeno provarlo.

    Pro
  • Struttura solida basata su Warhammer
  • Buona longevità
    Contro
  • Tecnicamente insufficiente
  • Sistema di controllo troppo macchinoso

Obiettivi 360

Sono presenti 42 obiettivi nei quali sono divisi i 1000 punti offerti da questo nuovo RTS made in Namco Bandai. 27 achivements sono dedicati alla modalità principale della campagna e gli altri 15 riguardano il multiplayer via Xbox Live. Sarà necessario terminare la storia con tutte e 3 le fazioni, vincere i duelli e potenziare gli eroi. Online è gli sviluppatori hanno puntato sul numero delle partite vinte e sul numero di eroi uccisi.