Ace Combat: The Belkan WarLa soluzione completa di Ace Combat Zero: The Belkan War 

GLACIAL SKIES

Questa missione dovrebbe essere piuttosto facile per coloro che hanno giocato all'ultimo Ace Combat. Dovrete intercettare e distruggere tutti i bombardieri Belkan, il cui obiettivo è quello di distruggere la vostra base. La flotta avversaria è composta da 6 B-52 e 4 BM 335, con svariati F-5 ed F-4 che fungeranno da rinforzo. C'è poi un altro aeroplano di scorta all'interno della flotta, per cui fate molta attenzione.

ANNEX
Fate piazza pulita sull'autostrada, eliminando tutte le unità di terra Belkan, in modo da consentire il passaggio delle forze alleate. Tra i veicoli e i mezzi presenti a terra troverete carri armati, APC, cannoni AA e SAM. Ci saranno anche delle unità gialle nella missione, che però sono solo mulini a vento e case. Potete anche distruggerle, cosa che vi permetterà di guadagnare più punti. Ricordate però che a risentirne sarà soprattutto la percentuale finale, con il rischio di non poter più diventare un asso volante.

THE ROUND TABLE
In questa missione volerete per la prima volta sopra la Round Table. Mentre vi avvicinerete alla zona, sarete intercettati da alcuni caccia. Dovrete distruggere i primi 8 aeroplani per consentire l'arrivo di uno squadrone di assi Belkan, composto in tutto da 12 velivoli, 4 per ogni gruppo. Il primo comprenderà dei Typhoon, il secondo degli F/A-18C ed il terzo dei JAS-39C.

La soluzione completa di Ace Combat Zero: The Belkan War La soluzione completa di Ace Combat Zero: The Belkan War

JUGGERNAUT

Questa missione è composta da tre diverse sotto-missioni. Nella prima, intitolata Gelnikos, il vostro obiettivo sarà quello di eliminare la flotta aerea, le strutture che compongono il porto e le armi di superficie dei Belkan, in modo da ripulire completamente il Futuro Canal. Nella seconda, intitolata Round Hammer, dovrete invece sbarazzarvi della flotta navale dei Belkan, che si trova proprio nel canale. Non sarà difficile far saltare in aria queste unità navali. Per far affondare una fregata, ad esempio, basta un solo missile. Per un cacciatorpediniere ne servono due, per un incrociatore tre, mentre ce ne vanno quattro per un aegis. Le ultime due unità possono essere neutralizzate anche distruggendo i loro cannoni AA ed i SAM. Nella terza sotto-missione, intitolata Costner, dovrete proteggere la terza flotta di Osea, Kestrel incluso, finchè non avranno attraversato il canale. Non è nulla di complesso, comunque, visto che non dovrete fare altro che distruggere tutti gli aeroplani che tenteranno di avvicinarsi alla flotta. La missione terminerà automaticamente non appena avrete distrutto tutti i velivoli nemici.

FLICKER OF HOPE

In questa semplice missione, il vostro compito sarà quello di distruggere tutte le armi anti-aeree che si trovano nella zona di scarico delle truppe. Non sono presenti bersagli neutrali a terra, cosa che vi consente di distruggere praticamente tutto quello che vedete. Dopo aver passato questa prima parte della missione, arriveranno una serie di velivoli, di cui dovrete ovviamente prendervi cura. Eliminateli tutti per terminare la missione.

DIAPASON
L'obiettivo di questa missione è la liberazione di Directus, la capitale di Ustio, occupata dalle truppe Belkan. Gran parte delle truppe da eliminare sono a terra, ma non fatevi sorprendere da quelle in volo. Alcuni dei bersagli a terra sono posizionati dietro agli edifici, per cui accertatevi bene dove si trovano prima di lanciare un missile (non è mai bene sprecarli). Starà poi a voi decidere se distruggere anche le tende sparse nell'area. Dopo aver liberato tutti e 5 i settori, comparirà uno squadrone Gelb, affiancato da due SU-37. Fate precipitare tutti i velivoli per completare la missione.

La soluzione completa di Ace Combat Zero: The Belkan War La soluzione completa di Ace Combat Zero: The Belkan War

BASTION

In questa missione, il vostro compito sarà quello di seminare distruzione e morte tra le file nemiche finchè non siete giunti a 16 mila punti. Potete rientrare alla base sfruttando la traiettoria prevista per il ritorno, che parte dalla zona meridionale della mappa. Avrete 30 minuti per terminare la missione. L'unico consiglio particolare che si può dare è quello di dotare il proprio velivolo di bombe di vario genere, in modo da sbarazzarsi rapidamente dei bersagli che si trovano l'uno vicino all'altro.

MERLON
Anche questa missione risulta suddivisa in più sotto-missioni. Dovrete subito prendere una decisione, scegliendo lo squadrone al quale volete unirvi. Ce ne sono tre: l'Alpha Team, il Beta Team ed il Theta Team. Se sceglierete il primo, il vostro compito sarà quello di neutralizzare la linea difensiva del nemico. La zona da tenere sotto tiro sarà molto meno ampia di quella del Beta Team, che ha invece come obiettivo quello di distruggere tutte le strutture nemiche nell'area. Scegliendo il Theta Team, invece, dovrete dimostrare di essere i migliori in volo facendo saltare in aria tutti i caccia Belkan. Siccome i velivoli da distruggere sono davvero tanti, vi conviene armare l'aeroplano con un bel po' di missili. Indipendentemente dalla missione scelta, dovrete comunque evitare gli attacchi di Excalibur ed uscire dallo spazio aereo di combattimento dirigendovi verso sud, oltre la linea di ritorno. Vi basterà virare a sinistra o a destra, allontanandovi dal laser e continuando a volare in direzione diagonale verso la vostra destinazione.

La soluzione completa di Ace Combat Zero: The Belkan War La soluzione completa di Ace Combat Zero: The Belkan War

SWORD OF ANNIHILATION

In questa missione, il vostro compito sarà quello di eliminare Excalibur, un'arma che è una specie di incrocio tra l'Arkbird dell'ultimo Ace Combat e lo Stonehenge del quarto. Prima di poterla tenere sotto tiro, però, dovrete distruggere i quattro marchingegni che si trovano sparsi nell'area. I missili non funzioneranno finchè non li avrete fatti saltare tutti e quattro, cosa che vi costringerà a distruggerli a suon di smitragliate. Ogni marchingegno, poi, è circondato da una serie di cannoni AA, per cui fate molta attenzione. Excalibur, però, sarà già in funzione nel momento in cui concentrerete le vostre raffiche sugli altri macchinari. L'arma in questione, infatti, comincerà a sparare raggi laser fin dall'inizio della missione, facendo brevi pause solamente tra un colpo e l'altro. La traiettoria del laser sarà comunque mostrata sul radar e sarà facilmente riconoscibile (è un raggio rosso). Cercate quindi di restare il più possibile lontani dal laser per non avere problemi. Dopo aver distrutto i quattro marchingegni iniziali, occupatevi dei generatori elettrici e, quindi di Excalibur, per cui ci vorranno almeno 8-10 missili (dovrete centrarla in pieno, ovviamente). Dopodichè, assicuratevi di avere un'altra decina di missili per distruggere la base dell'arma. Nessuno vi vieta, già che ci siete, se volete guadagnare punti extra, di far saltare in aria anche gli RTS che si trovano in zona.

MAYHEM

Questa missione, che si svolgerà completamente in volo, dovrebbe essere piuttosto lunga. Per questo motivo, vi conviene armare il vostro velivolo con una buona quantità di missili, e poi cominciare a sparare tutti i bersagli, finchè non avrete fatto dai 6 mila agli 8 mila punti. A quel punto, l'obiettivo cambierà, e vedrete arrivarvi addosso uno squadrone di assi Belkan. Il vostro grado influenzerà la flotta che affronterete. Nel caso siate mercenari, lo squadrone sarà composto da vari MiG-31, in caso siate soldati, i velivoli saranno quattro F-14D ed un EA-6B, mentre se siete cavalieri, ve la dovrete vedere con un F-4E e quattro F-16C. I mercenari sono quelli che se la devono vedere con i nemici più forti e, in caso vinciate contro di essi, vi aggiudicherete uno dei loro aerei, un mezzo che potrebbe essere alquanto importante nelle missioni a venire.

THE INFERNO
Il vostro compito, questa volta, sarà quello di supportare le unità alleate incaricate di bombardare le strutture nemiche che si trovano a terra. Per questo, come al solito, neutralizzate subito tutte le unità anti-aeree, dopodichè occupatevi dei caccia che compariranno nella seconda parte della missione. Quando vi sarete sbarazzati di tutti i bersagli sia a terra che in aria, si farà vivo un bello squadrone di velivoli stealth, composto da svariati F-35, un paio di B-2 ed un EA-18. Eliminate quest'ultimo il prima possibile, in modo da liberare il radar, dopodichè pensate agli altri. La missione terminerà quando avrete eliminato tutti i velivoli stealth.

La soluzione completa di Ace Combat Zero: The Belkan War La soluzione completa di Ace Combat Zero: The Belkan War

THE STAGE OF APOCALYPSE

Pixy se ne starà nelle retrovie nella prima parte della missione, ma sarà decisamente più presente nella seconda. Il vostro obiettivo sarà quello di sbarazzarvi di tutti i bombardieri che trasportano armi nucleari. Tutti questi velivoli sono circondati da mezzi che fanno loro da scorta, piuttosto debolucci, che non ci metteranno molto a precipitare dopo essere stati colpiti. Concentratevi, però, soprattutto sui bombardieri, visto che dovrete eliminarli tutti prima che passino il punto di non ritorno, pena il non completamento dell'obiettivo. Nella seconda parte ve la dovrete vedere con velivoli che cominceranno subito a lanciarvi addosso dei missili. Virate a destra e sinistra per non essere colpiti e, se volete, contrattaccate i mezzi colorati di giallo, in modo da guadagnare dei punti. Dopo un po', compariranno dei SU-27, di cui potrete sbarazzarvi molto rapidamente se siete in possesso di XMAAs o XLAA. Fateli saltare tutti in aria per terminare la missione.

La soluzione completa di Ace Combat Zero: The Belkan War La soluzione completa di Ace Combat Zero: The Belkan War

LYING IN DECEIT

Anche in questa missione dovrete bombardare delle strutture nemiche. Per questo motivo vi conviene armare il vostro velivolo con bombe FAE o UGBL, visto che molti dei bersagli sono raggruppati. La missione terminerà non appena avrete guadagnato 20 mila punti. Se ne avete bisogno, poi, potete sempre tornare nella zona a sud della mappa per rifornirvi, e poi tornare successivamente in battaglia.

THE FINAL OVERTURE
Questa è l'ultima missione suddivisa in sotto-missioni. L'obiettivo principale, in tutte e tre, è quello di eliminare le rimanenti forze Belkan che si trovano sulla fascia costiera. Per quanto riguarda la prima, quella relativa al Mars Strike Team, dovrete effettuare un attacco aereo contro le unità navali e di terra che sono rimaste. Ci sono anche abitazioni di civili in mezzo ai bersagli, per cui fate attenzione quando lanciate una bomba, perchè potreste ammazzare anche degli innocenti, cosa che influirà negativamente sia sul punteggio che sul vostro grado. In Mercury Strike Team, il vostro compito sarà quello di far saltare in aria i molteplici JAS-39 che vi attaccheranno, gran parte dei quali partono all'interno del tunnel. Per questo motivo, è molto più facile distruggerli quando sono ancora a terra. Ovviamente, fate sempre molta attenzione alle unità anti-aeree. Nella terza sotto-missione, Jupiter Strike Team, il radar sarà bloccato fin dall'inizio e dovrete sbarazzarvi dei sei EA-6B per tornare a vedere tutto come si deve.

THE TALON OF RUIN

In questa missione il vostro obiettivo sarà quello di distruggere un XB-0 prima che esca dallo spazio aereo di combattimento. Per fare ciò, però, dovrete necessariamente sbarazzarvi dell'Espada Squadron, uno squadrone composto da due soli velivoli, un J35J (Espada 1) ed un Rafale M (Espada 2), entrambi piuttosto lesti quando si tratta di effettuare manovre evasive. Accertatevi quindi di essere abbastanza vicini prima di lanciare un missile (fatelo solo quando ci sono meno di 200 piedi tra voi e il nemico). Dopo aver distrutto lo squadrone, potrete inseguire l'XB-0, ma nessuno vi vieta di concentrarvi prima sui Su-37 rimasti in volo. Dopodichè, pensate al grosso aereo nemico. Come l'Arkbird, l'XB-0 risulta decisamente ben armato, per cui distruggete subito tutti i cannoni, alcuni dei quali sono sul retro ed altri sopra al velivolo, per cui dovrebbe bastare un solo missile (chiaramente per ciascun cannone). Dopodichè neutralizzate i motori, gli altri cannoni e gli ABM (situati in cima al mezzo). Se siete dotati di XLAA, usateli per sbarazzarvi di queste parti del velivolo. A questo punto, vi rimane un solo bersaglio, il cockpit dell'XB-0, che però è piuttosto difficile da distruggere, visto che si trova nella zona frontale del mezzo. Avvicinatevi quindi all'XB-0 e lanciate due missili quando siete a meno di 100 piedi. Oppure, fate scendere una bomba FAE sul cockpit per farlo saltare in aria.

La soluzione completa di Ace Combat Zero: The Belkan War La soluzione completa di Ace Combat Zero: The Belkan War

THE DEMON OF THE ROUND TABLE

Dovrete nuovamente passare la Round Table, per raggiungere Avalon, ma non sarà affatto facile. Cominciate seguendo la direzione indicata dalla freccia sulla mappa, finchè non compare uno squadrone di caccia, che dipenderà, come già accaduto in precedenza, dal vostro grado. Se siete mercenari, lo squadrone sarà composto da otto F-15/S MTD, se siete soldati, da otto Su-47, mentre per i cavalieri, la flotta sarà composta da quattro F-16XL e quattro YF-23A. Il Sorcerer Squadron, il primo, è composto da nemici potenti e resistenti, che si avvicinano in coppia, abbastanza distanti l'uno dall'altro, per cui cercate di farli saltare in aria prima che convergano. Sarà molto difficile, altrimenti, distruggerli, soprattutto a causa dei continui allarmi relativi ai missili. Il Gault Squadron, il secondo, invece è più facile. Gli aerei arrivano in gruppo, per cui vi basterà colpirne uno con un missile per danneggiare anche gli altri. Non dovreste avere quindi nessun problema a farli precipitare. Il Wizard Squadron, invece, si avvicinerà a voi prima con i quattro F-16XL, dopodichè con gli YF-23A. Anche in questo caso, soprattutto per l'assenza degli allarmi relativi ai missili, non dovrebbero esserci grossi problemi a distruggerli. L'unico problema sarà probabilmente rappresentato dal fatto che l'YF-23A è un velivolo stealth, e quindi farete un po' di fatica a trovarli.

La soluzione completa di Ace Combat Zero: The Belkan War La soluzione completa di Ace Combat Zero: The Belkan War

THE VALLEY OF KINGS

Dirigetevi ad Avalon per cercare di impedire il lancio dei V2. Cercate di non volare sopra le montagne se non volete essere colpiti. La zona è difesa da svariate armi anti-aeree, per cui distruggetele prima che siano loro a farlo con voi. Oltrepassate tre ponti per raggiungere la diga, poi una volta lì, sparate alle torri finchè non le avete fatte saltare in aria, in modo da aprire le barriere che coprono l'ingresso del tunnel. Ci sono due aperture principali in cima alla diga, una all'estremità nord e l'altra dalla parte opposta. I due marchingegni che controllano i V2 si trovano all'interno della galleria e compariranno solo quando gli altri bersagli saranno stati distrutti. Volate sopra di essi a bassa velocità e lanciate una bomba FAE per distruggere tutto. Fate molta attenzione, poi, una volta all'interno della struttura, a non finire contro al muro. E' molto facile non vedere i piccoli passaggi, che si trovano quasi sempre agli angoli, per attraversare la struttura ed uscire. Una volta fuori dall'apertura in cima, sbarazzatevi subito delle armi anti-aeree che vi stanno attendendo, poi tornate nel tunnel per far saltare in aria i tre marchingegni che controllano i V2. Tornate fuori per completare la missione.

ZERO

In questo combattimento a tre round, in cui dovrete affrontare il vostro ex-"partner", dovrete colpire il nemico almeno sei volte (con i missili), per farlo precipitare. Il primo incontro sarà piuttosto facile, visto che Pixy risulterà poco aggressivo e, soprattutto, prevedibile. Non dovreste avere problemi a colpirlo almeno un paio di volte non appena comparirà all'orizzonte. Il modo migliore per sistemarlo è quello di attaccarlo dal fronte. Cercate quindi di raggiungerlo, poi attivate i post-bruciatori per allontanarvi da lui e, una volta giunti ad una certa distanza, virate di 180 gradi in modo da vederlo davanti a voi. Accelerate, poi rallentate non appena avete bloccato il bersaglio, e sparate due missili. Dovrebbero bastare 40 secondi per ripetere almeno tre volte questa tattica. Non fatevi colpire, ovviamente, dal suo TLS, perchè potreste subire parecchi danni. Il secondo scontro sarà molto più difficile del primo, siccome Pixy si dimostrerà alquanto valido per quanto riguarda le manovre evasive, per cui lanciate missili solo a distanza ravvicinata, a meno di 200 piedi. Contemporaneamente, assicuratevi che la vostra angolazione rispetto al bersaglio sia buona, perchè non potrete colpirlo, ad esempio, nella parte posteriore, visto che i suoi ECM Pod devieranno i missili. Cercate poi non volare troppo vicino alle esplosioni dei suoi missili. Non avrete molto tempo per sconfiggerlo, quindi datevi una mossa. Per quanto riguarda il terzo ed ultimo scontro, avrete invece solamente sei minuti. Potrete colpirlo solo frontalmente, perchè i missili, dalle altre angolazioni, non andranno mai a segno. Se il V2 riesce a rientrare, avete perso, per cui sorpassatelo con i post-bruciatori attivi, in modo da allontanarvi, poi virate nuovamente di 180 gradi e, quando avete bloccato il bersaglio e siete ad almeno 700 piedi, lanciate tre o quattro missili, cambiando subito direzione per non essere colpiti dai suoi. Procedete con questa tattica finchè non l'avete distrutto, terminando così la missione.

THE GAUNTLET
Questa missione si sbloccherà dopo aver distrutto tutti gli squadroni di assi nel gioco: Rot, Grun, Indigo, Gelb, Schwarze, Schnee, Silber, Espada, Sorcerer, Gault e Wizard. Dovrete scontrarvi con almeno cinque di questi gruppi, scelti a caso. C'è la solita linea di ritorno a sud della mappa, per cui in caso abbiate bisogno di fare rifornimento, non preoccupatevi. Non rimarrete senza carburante o missili.

Sommario della soluzione

GLACIAL SKIES
ANNEX
THE ROUND TABLE
JUGGERNAUT
FLICKER OF HOPE
DIAPASON
BASTION
MERLON
SWORD OF ANNIHILATION
MAYHEM
THE INFERNO
THE STAGE OF APOCALYPSE
LYING IN DECEIT
THE FINAL OVERTURE
THE TALON OF RUIN
THE DEMON OF THE ROUND TABLE
THE VALLEY OF KINGS
ZERO
THE GAUNTLET

TI POTREBBE INTERESSARE