Warhammer 40.000: Dawn of War - SoulstormLa Soluzione di Warhammer 40000 Dawn of War - Soulstorm 

La Soluzione è basata sulla versione americana per PC del gioco. Alcuni termini potrebbero non corrispondere con la versione italiana.

Consigli generali - prima parte

Per iniziare il gioco, si consiglia intanto - nel caso in cui siate inesperti - di selezionare i Neocron come razza con la quale affronterete il resto del gioco. Essi sono infatti poco complicati ma comunque molto efficaci, una combinazione di caratteristiche che tende ad essere favorevole per coloro che non hanno ancora familiarizzato molto con il gioco. Attenzione particolare va rivolta ai limiti presenti in ogni mappa, che generalmente riguarda il numero di specifiche unità che potranno andare a costituire una formazione.
Esse dovranno essere composte al massimo da 5 unità costruttici, 8 unità di fanteria, e 7 unità di supporto. Qualsiasi eccedenza a questi limiti sarà solamente un impedimento nella prosecuzione del gioco, aiutandovi in maniera pressochè nulla a migliorare la vostra capacità sia di attacco, che di difesa.
All'interno delle formazioni, bisognerà prestare una certa attenzione al livello di morale di una data unità; un morale alto fornisce infatti accesso a particolari bonus, sia di attacco che di difesa, che potranno rivelarsi determinanti per il successo delle vostre missioni.
Sarà possibile prendere visione delle caratteristiche delle unità (tra le quali il summenzionato morale) semplicemente muovendo il mouse nei pressi dell'unitò: tutte le informazioni compariranno in una specie di menu pop-up. Le unità possono essere anche impostate per avere un controllo completamente automatico; sarà sufficiente premere il tasto sinistro del mouse nei pressi del tasto necessario ad effettuare gli upgrade di una data unità.
Per quanto riguarda il terreno e gli edifici: il terreno avrà una particolare influenza sulla capacità di infliggere danni delle vostre unità, nel caso in cui esse siano localizzate all'interno di uno specchio o di un corso d'acqua, riceveranno un malus sia di difesa sia di attacco. Nel caso in cui, invece, siano localizzate all'interno di un cratere, riceveranno un bonus in termini di difesa.
Il gioco si basa in larga parte sulla costruzione di edifici, che vi daranno accesso ad unità di livello superiore; la loro costruzione è solitamente subordinata al ritrovamento delle risorse necessarie, ed al raggiungimento di particolari scoperte scientifiche necessarie per il supporto e la costruzione delle particolari unità. Sarà richiesta anche una certa quantità di energia, ottenibile attraverso la costruzione di generatori.
Sia gli edifici, che le unità, possono essere agevolmente organizzate in gruppi più numerosi e folti. Sarà sufficiente selezionare una data unità e premere in contemporanea i tasti control ed un tasto del tastierino numerico. Assegnando diverse unità ad uno stesso gruppo aumenterete la grandezza del gruppo stesso: la procedura di assegnazione è la medesima anche per le unità successive alla prima.

Consigli generali - seconda parte

Per quanto riguarda la modalità di svolgimento della campagna: differentemente dalle precedenti versioni di gioco, e grazie anche all'aumento di potenza dei sistemi attuali, sarà possibile giocare lungo un'intera galassia anziché limitarsi ad un solo pianeta: le invasioni saranno dunque mirate all'ottenimento di nuovi pianeti. Ogni successivo turno vedrà aumentare i fondi a vostra disposizione (supponendo artificiosamente che non spendiate nulla per voi stessi). Ogni pianeta possiede specifici bonus che lo caratterizzano e che rimarranno inalterati in seguito alla conquista da parte vostre. La vittoria finale avverrà in maniera progressiva: dovrete conquistare tutte le capitali dei regni. Conquistando una capitale, eliminerete definitivamente dalla mappa il nemico che aveva sede nella data capitale. La maggior parte delle missioni ha una struttura standard, che consente di ottenere la vittoria seguendo dei passi piuttosto semplici, i quali consistono praticamente in: come prima cosa, la creazione di una specie di cittadina costituita da diversi punti di controllo e generatori, in maniera tale da produrre una grande quantità di risorse. Dopo che avrete eseguito questo semplice passo, dovrete procedere alla costruzione della vostra armata, senza dare però troppo nell'occhio, mantenendo un profilo basso e difendendovi da eventuali attacchi nemici, ma evitando di attaccare in maniera diretta fino a che non avrete sufficiente potenza di fuoco da essere completamente certi di riuscire ad avere la meglio. Una volta che avrete raggiunto questo punto, dovrete cominciare la vostra (si spera facile) espansione lungo il resto della mappa.

Campagna<br><br>Sama District

In questa battaglia, i vostri obiettivi saranno l'eliminazione di tutte le strutture produttive, l'eliminazione dei santuari che vanno a supportare i santo vivente, e dunque dopo che avrete completato questi due obiettivi dovrete andare a distruggere il quartier generale nemico. La strategia principale del nemico sarà quella di produrre e mandarvi contro degli attacchi regolari tramite le sue unità standard; ciò procederà fino a che non riuscirete a distruggere tutte le strutture produttive presenti in loco (a quel punto, mancando la capacità produttiva, chiaramente non potrà più produrne).
Esiste uno speciale bonus in possesso sia dei marine spaziali, sia delle sorelle da battaglia; esso sta a significare che sono in possesso di un particolare bonus (donato dal santo in vita) che li rende invulnerabili ad ogni tipo di danno. Proprio per questo la distruzione dei santuari risulta essere un obiettivo assolutamente prioritario: fino a che non saranno stati decimati non avrete alcuna speranza di spazzare via in maniera completa le fila nemiche.
Una volta che avrete messo a tacere il Santo, potrete procedere con l'invasione, che paradossalmente si rivelerà piuttosto facile (dato che le unità non avranno più il god mode e quindi potranno essere piuttosto facilmente distrutte dall'armata che si spera avrete costruito mentre distruggevate i santuari).

Dussala Precinct

Gli obiettivi sono la distruzione di tutte le basi di rifornimento, in questo modo potrete fermare tutti i camion di trasporto che conducono verso la base principale. Sono in totale sette, e dovrete fare in modo che almeno uno di essi non raggiunga la destinazione che ci si aspettava.
Tra gli obiettivi, ci sarà anche la distruzione di ben due bunker contenenti dei comandanti scout, nonché dei cannoni di artiglieria e delle basi di produzione nemiche. Dopo che sarete riusciti nell'impresa di eliminare questa lunga serie di ostacoli, potrete dirigervi finalmente verso il quartier generale nemico e spazzare via anche questo.
Come nella missione precedente, la strategia del nemico lo vedrà solitamente mandare degli attacchi generalmente ad intervalli regolari nei pressi della vostra base, servendosi anche dell'artiglieria in caso di necessità. Esiste comunque un modo per potersene disfare abbastanza velocemente, che consiste nel servirsi di unità con l'abilità "salto", la quale consente letteralmente di saltare verso la piattaforma di artiglieria nemica ed avere la meglio dei vostri avversari in velocità.
Le stazioni di produzione delle guardie imperiali sono molte, e sono disseminate lungo tutta la mappa: attenzione estrema va riservata proprio a queste ultime. Successivamentre dovrete spostare la mira verso i quartieri generali nemici, localizzabili nella sezione nord della mappa in maniera maggiormente precisa; ma comunque vi è già stata dettagliata la sequenza operativa ottimale.
Molta molta attenzione nel caso in cui tutti e sette i camion riescano a raggiungere la loro destinazione (che, come vi abbiamo già indicato, sarebbe un avvenimento piuttosto funesto). In questo caso infatti dovrete fare i conti con un super carro armato imperiale, la cui sconfitta è cosa tutt'altro che facile e scontata anche nel caso in cui foste in possesso di unità di alto livello.
Se esso dovesse essere assistito da un'insistente artiglieria, sappiate che la sua provenienza è da delle basi localizzate nei pressi del centro della mappa; andate a distruggerle e non dovrete più affrontare questo fastidio.

Lands of Solitude

I vostri obiettivi in questa mappa non sono particolarmente numerosi, si limitano a dover distruggere i Drop Beacon, per poi mirare in maniera assolutamente diretta al quartier generale nemico. Ci sono anche delle basi di produzione lungo gli angoli della mappa che vanno eliminate velocemente.
Per quanto riguarda la battaglia, l'attenzione va rivolta alle unità della fanteria marina spaziale; contrariamente ai livelli precedenti, esse potranno rappresentare un reale pericolo, poichè saranno al massimo della loro potenza. Una volta che questi saranno neutralizzati, tuttavia, potrete probabilmente andare verso il quartier generale nemico senza troppe preoccupazioni.

Rocklaw Mountains

Altra missione i cui obiettivi non sono, fortunatamente per noi, realmente numerosi. Si tratta di distruggere il quartier generale nemico, di eliminare le basi di produzione localizzate a nord ed a sud della mappa, e praticamente una volta fatto ciò avrete esaurito il vostro compito.
Il trabocchetto è che subirete degli attacchi progressivamente più forti da parte dei vostri nemici; ciò significa che le vostre capacità di difesa saranno messe maggiormente alla prova rispetto alle precedenti missioni, con un maggior focus necessario sulle unità dalle maggiori abilità di stampo difensivo.
La razza alla quale apparterranno molti dei vostri nemici è quella degli orchi, ed essi saranno letteralmente appoggiati da delle specie di fortezze semoventi in grado di dare loro l'assistenza necessaria per potersi curare in via autonoma.
Eliminate anche queste, ricordate sempre di distruggere anche i centri di produzione, per poi dirigervi ad est ove sarà presente il quartier generale del vostro nemico. Una volta distrutto questo, avrete finito la missione.

Nan Yanoi Kaurawa II

Missione con svariati e diversificati obiettivi. Dovrete come prima cosa posizionare la vostra base in una specifica locazione della mappa, e cioè nel punto in basso a sud della mappa. Evitando, al contempo, di prendere possesso del cannone a ioni: esso infatti è molto ambito dai vostri avversari, i quali tenderanno a volerne riprendere possesso non appena ve lo prenderete; in questo modo dunque attirereste eccessive attenzioni.
Tutti i beacon di guida andranno eliminati; ciò è necessario per evitare la possibilità che i vostri nemici chiamino i rinforzi non appena avrete cominciato l'opera di distruzione. Attenzione particolare alla presenza di un limite di tempo, superato il quale i rinforzi saranno sempre chiamati in via automatica.
Dunque, come al solito, l'ultima parte della missione dovrà essere devota alla distruzione del quartier generale nemico, presente nella sezione nord della mappa.

Upper Wastes

Questa missione vi vedrà impegnati su diversi fronti, cercando di completare diversi obiettivi. Il primo, chiaramente essenziale, consiste nella costruzione di una base. Il secondo, complementare al primo dato che la vostra base sopravviverà per poco nel caso in cui non riusciate a soddisfarlo, consisterà nello spazzare via i portali visibili a sud ed ad est rispetto alla vostra base, così da non essere a rischio nemico.
Successivamente vi dovrete dirigere verso nord, ove potrete distruggere una base Eldar. Tuttavia non si tratterà della base principale presente nella mappa, e ciò sta a significare che le vostre fatiche non saranno per ora ancora finite. Dovrete infatti occuparvi dei reattori Eldar che la circondano, quindi dovrete eliminare la base principale, vero e proprio obiettivo della missione, la quale si trova in un angolo della mappa localizzato a nord-ovest.
Non sarà difficile, perché gli obiettivi che dovete centrare in precedenza andranno ad indebolire notevolmente il nemico. Ci saranno due particolarità, una che vi aiuterà ed una che invece sarà piuttosto negativa per le vostre prestazioni: l'eroe degli Eldar non potrà infatti essere da loro utilizzato in battaglia; tuttavia, di converso, tutte le base nemiche saranno praticamente invisibili ai vostri radar fino a che non ne avrete preso possesso.

Coastal Imossa

L'unico vero obiettivo consiste nella distruzione dei quattro monoliti presenti. Attenzione perchè esiste un tempo limite dal significato ben preciso. Dopo che il limite sarà stato superato, infatti, i Monoliti completeranno la loro trasformazione e diventeranno delle specie di robot semoventi che arriveranno ad attaccare in massa la vostra base.
In questo modo la vostra sconfitta sarà quasi accertata, dato che i monoliti sono molto potenti e dovreste disporre di un esercito di dimensioni immense per poterle sopportare un loro attacco coniugato. E' dunque importante rispettare il limite di tempo.
Comunque è anche possibile cercare di rallentare la velocità di miglioramento dei monoliti; dovrete cercare di prendere possesso di alcuni punti strategici all'interno della mappa, i quali servono a fornire energia ai monoliti per la trasformazione. Eliminate queste sorgenti, potrete continuare la missione con maggiore tranquillità.

Peninsula of Iseult

Si tratta della capitale dell'esercito del Caos, e per poter assistere alla sua distruzione dovrete eliminare tutti i santuari del Dio del Sangue, che saranno presenti in quantità considerevole (il loro numero totale sarà pari a 5). Successivamente, dovrete dirigervi come al solito verso la base nemica la quale è localizzabile giusto nella sezione centrale della mappa, dunque sicuramente non avrete particolari problemi nella sua localizzazione.
Avrete qualche problema nel caso in cui non abbiate completamente eliminato tutti i santuari, dato che essi rendono invulnerabili (god mode) gli edifici della cittadina. L'ordine di esecuzione degli obiettivi è dunque essenziale, e deve essere rispettato. Ci saranno alcune cose alle quali dovrete prestare attenzione; come ad esempio il Lord del Caos ha dei poteri particolari i quali potrebbero causarvi diversi problemi, specialmente per il fatto che avrete poca abitudine a fronteggiare un genere di avversari di questo tipo.
La chiave per la sua sconfitta consiste nel cercare di mantenere un buon numero di unità nei suoi paraggi, cercando attacchi mordi-e-fuggi senza impelagarsi in attacchi di tipo corpo-a-corpo che sicuramente potrebbero creare grossi problemi alle vostre unità: nessuna di esse può eguagliare la potenza del nemico.
Oltre al Lord, dopo che avrete distrutto il terzo dei quarto santuari è probabile che faccia la sua comparsa anche il demone del Caos. Creatura molto potente, impiegate la parte di esercito che rimane libera dal Lord per sconfiggerlo. Dopo queste fatiche, dovrete affrontare la città capitale nemica, che comunque non vi creerà alcun problema se avrete distrutto in maniera completa i santuari.

Lacunae

Trattasi della capitale dei Dark Edalrs. Gli obiettivi sono diversi; dovrete liberare i prigionieri dalle celle che si trovano lungo il percorso mentre procedete verso la sezione centrale della mappa; una volta che avrete raggiunto questa parte centrale, dovrete cominciare la costruzione della vostra base.
Dopo che avrete una postazione dalla quale poter partire per le vostre esplorazioni, sarà il momento di procedere all'eliminazione delle basi di produzione del nemico. Dunque, dopo aver tagliato i rifornimenti, continuate verso la base nemica localizzata a nord rispetto alla mappa. Attenzioni particolari devono essere riservate a: le navi dei Dark Eldar, le quali anche in quantità non eccessive sono in grado di mettervi in leggera difficoltà a causa della loro grande resistenza; sarà necessario un po' di tempo per riuscire a completare la loro distruzione.

Gioco Online - Prima Parte

Nella modalità di gioco online, la strategia essenziale per essere dei giocatori vincenti è quella di essere offensivi fin dall'inizio, anche quando non siete dei giocatori particolarmente forti od esperti. Dovrete subito mirare a prendere possesso dei punti di controllo, i quali di solito rendono molto più semplice l'accesso alla vittoria finale.
Anche nel caso in cui non siate dei giocatori di esperienza, potreste ottenere dei risultati sorprendenti mettendo questa tattica in atto (soprattutto nel caso in cui abbiate un po' di fortuna). Tuttavia, una delle prime cose da imparare, è che la mossa difensiva per eccellenza non è arroccarsi nella propria base, ma bensì battere in ritirata non appena si nota che il nemico non è immediatamente sconfiggibile dalle unità che avete portato con voi in battaglia.
Non ritirarsi in situazioni potenzialmente dannose non ha alcuna possibile conseguenza positiva; con moltissima fortuna potreste uscirne quasi inermi, ma è molto più probabile che il risultato sia un'eclatante ecatombe del vostro esercito. Nel caso in cui vi uniate ad un amico in battaglia, ricordate che la sua sconfitta comporta anche la vostra sconfitta: comportamenti eccessivamente individualisti vengono dunque puniti piuttosto severamente.
Tre possono essere considerate le tattiche essenziali:
- Focus sulla tecnologia: richiede che la vostra squadra prima si assicuri almeno la metà della mappa per non lasciare troppa libertà all'avversario; dunque, dovrete arroccarvi leggermente sulle vostre posizioni (che, se sono estese sulla metà della mappa, dovrebbero darvi sufficiente sicurezza), e cominciare a sviluppare in maniera intensiva la vostra tecnologia. Ed attaccare quando essa avrà raggiunto il massimo.
- Rush: è una tecnica piuttosto comune all'interno dei giochi strategici in multiplayer, e comporta la conquista veloce della base nemica. Funziona bene contro gli avversari inesperti e non particolarmente confidenti nella loro abilità di rispondere con un contrattacco. Infatti nel caso in cui falliste il rush e dunque foste vittime di un contrattacco nemico, la sconfitta sarebbe quasi certamente assicurata.
- Orda Armata: invece di sviluppare la tecnologia e punta sulla qualità delle vostre unità, si sviluppa solamente il volume dell'armata costruendo una grandissima quantità di unità di medio-basso livello. Strategia che necessita di ampio accesso alla risorse presenti sulla mappa. Può essere efficace in gran parte delle situazioni, ma è sconveniente giocarla nel caso in cui la mappa sia di dimensioni ridotte: le risorse non sarebbero in grado di supportare un notevole numero di unità.

Gioco Online - Seconda Parte

Durante le fasi di gioco maggiormente concitate, esistono delle specifiche procedure che consentono di ottenere un vantaggio determinante sul nemico.
Nel caso in cui siate sotto attacco da parte del nemico nel campo di battaglia, completamente all'aperto, dovrete cercare di fare in modo che non scappi via una volta che il combattimento si metta dalla vostra parte. Cercate di continuare a martellare in fase di contrattacco così da ottenere un vantaggio di buon livello.
Nel caso in cui la vostra base principale sia sotto attacco, oltre alla basilare necessita di difendersi, è possibile anche effettuare le seguenti mosse controffensive: spostare il vostro quartier generale al lato opposto della mappa, mandato un'unita di colonizzazione verso questo lato; è anche possibile, con le unità offensive, andare all'attacco del quartier generale nemico cercando di coglierlo di sorpresa - spesso anche se non riuscirete a conquistare la base nemica, potrete comunque deviare il focus dell'avversario dalla vostra base, ottenendo così un notevole vantaggio.
Nel caso in cui non siate voi sotto attacco, bensì il vostro compagno di team, la tattica nettamente più efficace consiste nel cercare di supportare la sua difesa senza eccedere nei tentativi di attacco - come detto in precedenza, la sua sconfitta equivale alla vostra sconfitta, dunque meglio evitare tutte le possibili sorprese negative.
Nel caso in cui stiate vedendo i vostri punti di controllo che vanno progressivamente nelle mani del nemico - è una situazione che dovrete evitare ad ogni costo. Posizionate le vostre unità migliori a guardia dei vostri punti di controllo dato che non ottenerne almeno la metà potrebbe essere davvero grave.
Nel caso in cui il nemico sia in difesa, cercando di migliorare la sua base, dovete continuare ad attaccare con tutte le vostre forze dato che nel caso in cui abbia perso moltissimi punti di controllo la sua sconfitta è praticamente assicurata.
Nel caso in cui il nemico stia arrivando con la sua arma speciale verso la vostra base, dovrete cercare di cambiare la locazione della vostra base oppure attaccare la sguarnita base nemica. Si consiglia di evitare il focus eccessivo sulla difesa: potrebbe essere difficoltoso e privarvi di molte preziose unità.

Sommario della soluzione

Consigli generali - prima parte
Consigli generali - seconda parte
Campagna
Sama District
Dussala Precinct
Lands of Solitude
Rocklaw Mountains
Nan Yanoi Kaurawa II
Upper Wastes
Coastal Imossa
Peninsula of Iseult
Gioco Online - Prima Parte
Gioco Online - Seconda Parte