Mini-guida a Wipeout Pure  0

POWER-UP

Auto Pilot
Quando passate sull'Auto-Pilot, il gioco prenderà il controllo del vostro mezzo, attivando il pilota automatico, per una manciata di secondi, cinque o poco più.

Shield
Lo scudo vi impedisce di subire danni. Fate molta attenzione, però, visto che in caso di danni o problemi eccessivi, l'effetto di questo power-up terminerà prima del dovuto.

Turbo
Questo power-up aumenta estremamente la velocità del vostro mezzo per una manciata di secondi. Non dura molto, ma permette, se sfruttato bene, di avvantaggiarsi notevolmente sugli avversari.

Mines
Raccogliendo questo power-up verrete dotati di ben cinque mine, che potrete scaricare alle vostre spalle per ostacolare gli avversari. Se un mezzo colpisce una mina, infatti, viene momentaneamente rallentato.

Bomb
Si tratta di una potente bomba che potrete scaricare alle vostre spalle e che esploderà in un botto tremendo. Per farla esplodere non serve nemmeno colpirla, basta semplicemente avvicinarsi.

Rockets
Con questo power-up sarete dotati di un'arma con la quale potrete sparare ben tre razzi. I missili, quando partono, prendono direzioni abbastanza diverse da loro per cercare di colpire il maggior numero possibile di avversari.

Missile
Il power-up vi permetterà di utilizzare un missile con sistema di puntamento integrato. Attendete che il mirino sul bersaglio si colori di rosso per spararlo se volete avere la certezza di colpire l'avversario.

Disruption Bolt
Con questo power-up potrete sparare un'onda energetica addosso a qualunque mezzo avversario per invertirgli i comandi e disabilitare contemporaneamente i freni.

Plasma
Raccogliete questo power-up per disporre di un'arma con cui potrete colpire gli avversari che si muovono davanti a voi. Il plasma è molto potente, ma deve essere caricato prima di poter essere utilizzato.

Quake
Con questo power-up potrete dar vita ad un vero e proprio terremoto, che scuoterà la terra e colpirà tutti gli avversari, che non potranno sottrarsi ai suoi effetti devastanti. Ovviamente, a causa della sua incredibile potenza, non lo troverete molto spesso sui circuiti.

CIRCUITI


ALPHA LEAGUE

VINETA K
Lunghezza: 4446 m
Altezza: 222 m

Alla partenza, cercate di stare vicini al muro sinistro per poter premere l'acceleratore a manetta. Lasciatevi poi scivolare gradualmente a destra in avvicinamento alla prima curva per recuperare il maggior numero possibile di power-up. Restate poi sul lato destro anche quando entrate nel tunnel. Poco dopo vi troverete ad affrontare una S piuttosto pericolosa e difficile. Per percorrerla al meglio, restate sulla sinistra quando la strada curva a destra e siate pronti a scivolare a destra quando il percorso gira a sinistra. Lo strapiombo successivo non è pericoloso. Cercate di controllare saldamente il mezzo per non perdere troppo tempo. Passata la curva successiva vi ritroverete in una sezione del circuito che può risultare abbastanza complicata da percorrere ad alte velocità. Cercate di non farvi sorprendere dai dossi muovendo un po' il D-Pad su e giù, ed andate sempre dritti, perchè potrebbe bastare un accenno di curva per farvi finire contro il muro. Cercate poi di restare a destra nella rimanente parte di circuito, anche sotto il tunnel. Allo strapiombo successivo, portatevi invece al centro della carreggiata, per raccogliere un power-up Booster. La curva che vi separa dal traguardo è tutt'altro che difficile.

MODESTO HEIGHTS
Lunghezza: 4576 m
Altezza: 211 m

Questa pista, costituita da 4.58 Km di roccia ed argilla rinforzate, che si snodano tra gli edifici e la linea metropolitana della vecchia Modesto, è molto più cupa e minacciosa della precedente. La gara comincia con una curva a destra, in cui dovrete cercare di restare all'esterno per recuperare il Booster poco più avanti. C'è poi una discesa, in cui dovrete zigzagare, spostandovi lateralmente a destra e sinistra, per recuperare i vari power-up disponibili, al termine della quale c'è un curvone a destra di notevole difficoltà, in cui dovrete sfruttare al meglio i freni per non finire contro i muri. Il curvone successivo è ancora peggio, per cui non appena avete cominciato a percorrerlo, premete il pulsante relativo ai freni e cercate di uscire perdendo il minor tempo possibile dalla curva. All'uscita, mettetevi sulla destra per raccogliere il doppio Booster e preparatevi a spostarvi a sinistra per percorrere la S successiva. Entrate nel tunnel e cercate di stare al centro, evitando movimenti bruschi a destra o a sinistra, che potrebbero farvi uscire dalla carreggiata. Uscite dal tunnel e percorrete a velocità abbastanza sostenuta il curvone a sinistra, cercando di evitare il sovrasterzo. Il salto che dovrete effettuare poco dopo può essere affrontato in due modi diversi: cercando di prenderlo a tutta velocità per atterrare più avanti, oppure eseguendo una "mossa speciale" quando si è in volo. Premete in rapida sequenza sinistra-destra-sinistra per eseguire un movimento particolare che vi permetterà di atterrare direttamente su un Booster, che potrebbe risultarvi alquanto utile nello sprint finale, visto che la linea del traguardo si trova subito dopo la curva successiva.

CHENGHOU PROJECT
Lunghezza: 4866 m
Altezza: 109 m

Questa è una pista, lunga quasi 5 Km, dall'atmosfera decisamente tecnologica e metropolitana. Dopo la partenza, vi troverete ad affrontare un ampio curvone a destra, di solito pieno di power-up ed altri oggetti da raccogliere. Questo inizio piuttosto facile è il preludio ad una curva ad U estremamente difficile. Preparatevi in anticipo a premere il freno di sinistra mentre state entrando nella curva, per effettuare una specie di rotazione che vi consentirà di non andare a sbattere contro il muro. Arrivati a metà dei 180°, accelerate gradualmente in modo da uscire alla massima velocità senza sfiorare nemmeno le due estremità laterali della pista. Restate poi al centro del circuito per oltrepassare agevolmente il dosso successivo. Cercate di mantenere saldamente il controllo del vostro mezzo perchè questa parte del percorso, soprattutto ai livelli di difficoltà più elevati (che portano a percorrere la pista a maggiore velocità), richiede di correggere spesso la traiettoria, se non si vuole finire male. In fondo al dosso curvate a sinistra e poi tornate subito al centro. La parte successiva del percorso non è eccessivamente difficile, ma non ha muri di protezione, quindi è conveniente stare al centro per evitare di cadere giù e danneggiare il proprio mezzo. Procedete restando al centro e poi all'ampio curvone a destra, modulate la frenata in modo da non cambiare traiettoria e riuscire contemporaneamente a raccogliere i vari power-up. Attivate il Booster e fate molta attenzione alla mancanza di muri quando affrontate lo strapiombo, che è piuttosto profondo. Usate la "mossa speciale" suggerita prima (sinistra-destra-sinistra) quando siete a mezz'aria, recuperate un altro power-up ed affrontate a tutta velocità il tunnel successivo, dopo il quale dovrete percorrere una specie di S, in realtà piuttosto facile. A questo punto, pigiate a tavoletta l'acceleratore e passate il traguardo.

BLUE RIDGE
Lunghezza: 4780 m
Altezza: 163 m

Una pista, anch'essa lunga all'incirca 5 Km, dall'ambientazione "nature", molto rilassante e gradevole, ma non proprio facilissima. Appena partiti, infatti, vi troverete ad affrontare una S abbastanza pericolosa, con curve, nell'ordine, verso sinistra, destra e sinistra, che però termina con un rettilineo abbastanza lungo. Andate avanti e, una volta entrati nel tunnel, cercate di stare nel mezzo, perchè la strada comincerà nuovamente a girare. La curva a sinistra che dovrete affrontare dopo vi costringerà ad usare i freni, addirittura prima di entrarvi, in modo da ridurre la velocità e non finire subito contro i muri esterni. Dopo la curva, preparatevi ad uno strapiombo, in cui è possibile usare la "mossa speciale" già menzionata più volte, per atterrare sul circuito e poter sfruttare al massimo il turbo ed eventuali power-up. Avanzate un po', e poi affrontate un'ampia curva, cercando di restare dalla parte destra del percorso, in modo da poter raccogliere un Booster in uscita. Il resto del circuito è composto da pericolose S, che vi costringeranno a muovervi lateralmente a destra e sinistra ed usare spesso i freni, in modo da evitare le sterzate e mantenere sia il controllo del mezzo che una velocità abbastanza elevata, in modo da passare sotto il traguardo con il massimo della spinta.

BETA LEAGUE

SINUCIT
Lunghezza: 6117 m
Altezza: 141 m

Con i suoi 6 e più chilometri Sinucit, immersa tra gli edifici ed i luoghi dedicati al divertimento dei quartieri alti, è la pista più lunga del gioco. Un circuito in cui comparirà spesso anche la pioggia. Una volta partiti, comunque, affrontate la prima curva e poi procedete verso l'incrocio. I due percorsi, quello a sinistra e quello a destra, hanno la stessa lunghezza, ma nel primo è possibile raccogliere più power-up. Andate quindi a sinistra, anche se procedendo verso destra troverete comunque qualcosa da raccogliere. Affrontate la curva successiva cercando di restare il più possibile vicino al muro sinistro, in modo da poter prendere il doppio Booster. A questo punto, vi troverete a dover percorrere una specie di cavatappi, in cui la strategia da seguire è abbastanza semplice. Cercate di restare al centro della strada, in modo da non colpire ostacoli esterni ed evitare di perdere sia il controllo che tempo. Eventuali errori in questa parte della pista potrebbero essere decisivi. Una volta superato il cavatappi, vi ritroverete un altro incrocio. Scegliete la direzione che preferite, visto che da entrambe le parti il numero dei power-up presenti è esattamente lo stesso. La curva successiva è piuttosto ampia e gira verso destra, ed è seguita da una rapida e brusca curva verso sinistra, che dovrete affrontare premendo il pulsante dei freni. Una volta in fondo, muovetevi lateralmente per affrontare la S, ed eseguite la "mossa speciale" nello strapiombo, in modo da atterrare poco prima del traguardo senza perdere troppo il controllo del mezzo.

CITTA' NUOVA
Lunghezza: 5408 m
Altezza: 151 m

Città Nuova è una pista lunga all'incirca 5.5 Km, costruita con materiali ibridi ottenuti mischiando carbonio e acciaio nel bel mezzo di una città, i cui abitanti chiedono ai piloti di volare con molta cautela. Poco dopo la partenza, vi ritroverete subito a dover affrontare una pericolosa curva a destra con successiva controcurva a sinistra, che potrebbe farvi sbattere sul muro in uscita. Percorretela quindi con il freno attivato, in modo da rallentare e non finire contro le estremità laterali. Usciti dalla doppia curva, prendete velocità nel lungo rettilineo, ma poi fate molta attenzione alla successiva S, che inizialmente vi sembrerà facile, ma che invece prenderà una brutta piega durante la curva a sinistra, decisamente brusca. Pigiate quindi sul freno il più presto possibile, in modo da evitare di scivolare sul muro. La curva successiva è ancora più difficile, perchè richiede di frenare ben prima dell'ingresso, addirittura precedentemente al passaggio sulle freccie gialle dipinte per strada, se non si vuole perdere velocità o, ancora peggio, sbattere e danneggiare gravemente il proprio mezzo. All'ingresso, gettatevi a destra e poi tenete premuto il grilletto destro, cosa che vi permetterà di curvare a 180° e, se siete fortunati, di poter ripartire nella direzione corretta. Avrete altre due S da affrontare con l'aiuto di freni prima di entrare in un tunnel, all'interno del quale c'è un dosso che tende a far perdere il controllo, soprattutto alle alte velocità. Cercate quindi di stare sulla destra oppure, in caso ve ne dimentichiate, pigiate subito il freno ed andate a sinistra dopo averlo colpito. Percorrete la difficile curva a C che arriverà nei momenti successivi prima di tagliare il traguardo in accelerazione.

SEBENCO CLIMB
Lunghezza: 4813 m
Altezza: 474 m

I 5 Km di Sebenco Climb vi porteranno su un percorso circondato dai ghiacci, in mezzo ad una strana zona industriale. L'ambientazione, comunque, non incide sulla fisica dei mezzi, visto che il ghiaccio non vi farà scivolare o perdere il controllo più del normale. Per quanto riguarda la pista vera e propria, dopo la partenza, preparatevi subito ad effettuare un salto, in cui potrete usare la "mossa speciale" sinistra-destra-sinistra. Poco prima di atterrare, pigiate il freno destro, oppure gettatevi sulla destra, in modo da massimizzare la velocità ed evitare di sbarrere contro il muro. Vi toccheranno poi due curve, una più pericolosa dell'altra. Fate molta attenzione quando percorrete quella circondata dai mulini, che gira verso destra. Dopodichè ci sarà una sezione ricca di dossi, in cui la strategia migliore è sempre quella di restare al centro della pista, per evitare di essere sbalzati a destra o sinistra, perdendo di conseguenza tempo e velocità. Procedete poi verso il tunnel, con il turbo attivato, e cercate di atterrare in (o almeno vicino a) quello sulla destra, frenando per allinearvi con il percorso in uscita. A questo punto, continuate ad andare dritti, anche se la strada gira un po', per mantenere una velocità elevata e giungere il più rapidamente al traguardo.

SOL 2
Lunghezza: 4400 m
Altezza: 218 m

I 4400 metri di Sol 2 vi porteranno, anche se non sembra, sul tetto del mondo. Il percorso non è molto largo e, soprattutto alle velocità più elevate, risulta davvero difficile. Dopo la partenza, comunque, effettuate la prima curva, per poi prepararvi a percorrere un'ampia e lunga curva a sinistra, che non è circondata da muri di protezione, se non in brevissimi frammenti, cosa che vi costringerà a restare dal centro se non volete cadere di sotto. Dopodichè ci sarà subito una brusca curva a destra, che richiede di premere il freno prima dell'ingresso, in modo da non andare a sbattere sul muro più lontano. Non c'è un attimo preciso in cui frenare, per cui dovrete fare varie prove e vedere qual è il momento migliore per cominciare a decelerare e percorrere la strada nel minor tempo possibile. La curva è seguita da un rettilineo, in cui potrete accelerare a tavoletta. Rallentate un pochino nella successiva S e poi frenate a più non posso prima di entrare nella brusca curva a destra, all'uscita della quale vi ritroverete sul rettilineo che porta dritti al traguardo.

CLASSIC LEAGUE

KARBONIS
Lunghezza: 3556 m
Altezza: 129 m

Il Karbonis è un circuito piuttosto corto, lungo 3.5 Km, rifacimento della pista con lo stesso nome apparsa nel primo Wipeout per PsOne. Dopo la partenza, cercate di restare il più possibile nel mezzo, visto che la strada comincerà a zigzagare e curvare troppo potrebbe far perdere troppa velocità. Alle difficoltà più elevate, fate attenzione a non salire sopra il Booster che potrete trovare sulla parte destra del circuito nella sezione successiva a quest'ultima, visto che tende a sbalzare fuori dal percorso. Seguiranno poi altri zigzag, in cui è necessario muoversi lateralmente per avere sempre il controllo del proprio mezzo. Rimettetevi al centro della sede stradale dopo questa sezione, in modo da non farvi sorprendere dai dossi e poter sterzare violentemente a sinistra una volta in fondo. Poco prima del traguardo vi ritroverete ad affrontare un'altra nutrita serie di zigzag, in cui dovrete restare ovviamente al centro della pista e fare affidamento sulle vostre abilità per frenare e muovervi lateralmente in modo da non perdere troppo tempo.

SAGARMATHA
Lunghezza: 4544 m
Altezza: 135 m

Il Sagarmatha, con i suoi 4.5 Km, è il rifacimento del circuito con lo stesso nome su cui si poteva gareggiare in Wipeout 2097. E' molto semplice come struttura, ma è tutt'altro che facile da percorrere. La strategia da applicare è una sola, visto che il circuito è praticamente un susseguirsi di rettilinei e curve brusche e violente, senza variazioni di alcun tipo. Prima di ogni ingresso in curva, usate il freno e muovete l'analogico nella direzione in cui dovete girare, per poi accelerare a tavoletta in uscita ed affrontare così il rettilineo alla massima velocità. La curva più pericolosa è la prima, ma è una cosa che noterete solamente dal secondo giro in poi, quando la dovrete percorrere lanciati (nel primo giro non avrete preso abbastanza velocità, quindi sarà alquanto semplice). C'è poi anche uno strapiombo negli ultimi metri della pista, che vi permetterà di eseguire la "mossa speciale" sinistra-destra-sinistra, utile per guadagnare velocità ed arrivare sul traguardo come delle schegge.

MANOR TOP
Lunghezza: 4199 m
Altezza: 82 m

Manor Top, circuito lungo poco più di 4 chilometri, è il rifacimento della pista omonima, già comparsa in uno dei precedenti giochi della serie. Si tratta di un tracciato davvero particolare e, per questo motivo, molto difficile. La cosa che noterete di più mentre lo percorrerete è che ci sono delle sezioni della pista in cui la strada finisce facendovi procedere, dopo uno strapiombo, su quello che sembra un circuito completamente diverso. In questi casi, dovrete frenare a più non posso e sapere già prima in quale direzione girare, se non volete perdere troppo tempo o danneggiare il vostro mezzo. Dopo la partenza, affrontate nel modo che conoscete la violenta curva a sinistra e poi percorrete la S allungata per giungere nella parte più alta del circuito. A questo punto, dovrete essere pronti a girare bruscamente a destra sia per dirigervi verso il Booster, ma anche per raddrizzarvi e non uscire fuori pista nella direzione sbagliata. Affrontate quindi lo strapiombo e poi frenate verso destra in modo da atterrare nella sezione successiva del circuito. Procedete e girate prima bruscamente a destra, poi a sinistra, poi ancora a destra, ancora a sinistra e così via. Dopo qualche secondo vi ritroverete su un rettilineo che si chiude con uno strapiombo, nel quale potrete usare la "mossa speciale" sinistra-destra-sinistra per guadagnare velocità e tempo. Il successivo strapiombo è molto difficile, in quanto cieco. Non preoccupatevi comunque, perchè vi basterà frenare violentemente a sinistra per atterrare sul percorso e procedere verso il traguardo.

MANDRASHEE
Lunghezza: 3901 m
Altezza: 196 m

Anche Mandrashee, circuito lungo quasi 4 Km, è il rifacimento della vecchia pista omonima, teatro di gare in uno dei precedenti Wipeout. Si tratta di un tracciato dalla struttura piuttosto semplice, in cui c'è da fare attenzione solo ad un paio di cose, che si rifanno entrambe alla stessa idea di base. Dopo la partenza, dovrete affrontare una normale curva, seguita da un'altra che, invece, è praticamente a gomito, a novanta gradi. Vi toccherà pigiare il freno molto prima dell'ingresso se non volete schiantarvi contro qualcosa. La sezione successiva è composta inizialmente da alcune curve non eccessivamente difficili, seguite da un lungo rettilineo che porta ad un precipizio che precede una parte di pista con un Booster al centro. Dopo aver passato questa sezione ed aver girato a destra, procedete sul rettilineo per trovarvi, qualche secondo dopo, all'ingresso di un'altra curva a novanta gradi, verso sinistra, che farete fatica a vedere a causa dei numerosi edifici che la circondano. Affrontatela come la precedente, poi uscite a tutta velocità verso la linea del traguardo.

GAMMA LEAGUE

STATEN PARK
Lunghezza: 4346 m
Altezza: 163 m

Staten Park, che misura poco più di 4 chilometri, è il tracciato che potete scaricare sfruttando la connessione wireless ad Internet di PSP oppure inserire sul memory stick attraverso la presa USB. Il circuito è molto difficile a causa dei muri, che non sono dritti, ma a zig-zag, cosa che vi costringerà a posizionarvi al centro del percorso in modo da non colpirli e danneggiare gravemente il vostro mezzo. Dopo la partenza, portatevi subito sulla destra in modo da passare sul power-up e poi riportatevi al centro della carreggiata per percorrere la discesa e la successiva curva verso destra. Tornati in cima, spostatevi immediatamente a sinistra e preparatevi a muovervi lateralmente per affrontare la lunga S. Premete il pulsante dei freni e poi girate a destra dopo aver superato il breve cavalcavia che porta ad un lungo rettilineo in discesa, perfetto per sfruttare il Booster e gli altri power-up relativi alla velocità, oltre alla "mossa speciale". Passate poi su uno dei Booster in fondo per guadagnare ulteriormente velocità. Quando arriverete all'ingresso della curva successiva, girate a sinistra, ma non aspettate il cambio di direzione per girare a destra, fatelo prima, in modo da puntare nel senso giusto una volta atterrati e mantenere il controllo del mezzo per arrivare con calma sul traguardo.

DELTA LEAGUE

KOLTIWA
Lunghezza: 5006 m
Altezza: 255 m

Koltiwa, con i suoi 5 chilometri, è una pista costruita in una zona industriale, tra binari e reattori. Non è veloce quanto le altre piste della Delta League, a causa della presenza di curve e chicane piuttosto difficili, ma è molto divertente. Dopo la partenza, posizionatevi sulla destra in modo da poter passare sopra il primo Booster, poi con il freno sinistro portatevi all'interno della curva, in modo da poter guadagnare velocità in uscita. Affrontate la successiva S destra-sinistra-destra come sapete, poi in uscita restate al centro del tracciato per passare su un altro Booster. Eseguite la "mossa speciale" dopo il salto in modo da atterrare al centro della carreggiata, poi affrontate la successiva S, cercando di stare inizialmente all'interno, poi all'esterno per passare sui vari Booster disponibili. Dopo il breve rettilineo, dovrete percorrere, sempre con l'aiuto dei freni e del movimento laterale, un'altra S. Il bello deve ancora venire. Percorrete a tutta velocità il rettilineo, poi preparatevi a premere il freno sinistro per percorrere la successiva curva nel migliore dei modi possibile e non perdere velocità. Cercate poi di uscire bene, posizionandovi dalla parte destra del circuito, in modo da colpire l'ennesimo Booster. Avanzate a tutta birra fino al salto, in cui potrete nuovamente seguire la "mossa speciale" per guadagnare velocità, poi affrontate le due facili curve restando all'esterno (per passare sui Booster) ed accelerate una volta nei pressi del traguardo.

ANULPHA PASS
Lunghezza: 5097 m
Altezza: 170 m

Anulpha Pass è un circuito, lungo poco più di 5 chilometri, divertente e veloce, con una carreggiata piuttosto spaziosa e poche curve difficili. Quella che dovrete affrontare subito dopo la partenza, ad esempio, è una perfetta esponente della categoria. Entrate all'interno e, nel corso della curva, usate i freni per portarvi all'esterno ed uscire passando sui vari Booster, che vi consentiranno di percorrere il rettilineo successivo al massimo della velocità. Arrivati in cima, il circuito girerà prima a destra e poi a sinistra. Restate sulla sinistra nella prima curva, e poi portatevi nel mezzo, a causa del restringimento della carreggiata. Per la S successiva, portatevi a destra e poi buttatevi al centro, seguendo la stessa strategia indicata per quella precedente. Procedete fino a raggiungere una specie di bivio che, se affrontato a dovere, vi permetterà di tagliare fuori una parte significativa del circuito. Se andrete a sinistra, dovrete percorrere una serie di S che precedono il rettilineo del traguardo. Se invece decidete di andare nell'altra direzione, prenderete una scorciatoia, molto più breve dell'altro percorso, ma alquanto difficile. La strada si restringerà parecchio ma, soprattutto, non avrà protezioni laterali. Un errore anche banale potrebbe farvi uscire di pista e danneggiare gravemente il vostro mezzo. Posizionatelo al centro della strada, usando una combinazione di freni e movimenti laterali per non farlo curvare. Passate sui vari Booster per guadagnare velocità e sfrecciare sotto il traguardo.

KHARA DESCENT
Lunghezza: 4478 m
Altezza: 194 m

Con i suoi 4.5 Km, Khara Descent è il tracciato più corto della Delta League ma, nonostante ciò, è senza dubbio il più bello da vedere ed il più tecnico. Ci sono solo un paio di sezioni veloci. Il resto del circuito è costituito da curve, in cui bisogna sfruttare le ampie dimensioni della carreggiata, piuttosto difficili e, in alcuni casi, sprovviste di protezioni laterali. Dopo la partenza dovrete subito affrontare una complicata serie di curve, alcune delle quali decisamente brusche. Posizionatevi sulla destra per percorrere con una traiettoria rettilinea la prima chicane, poi usate prima il freno sinistro e poi il destro per riallineare il vostro mezzo. In uscita, girate a sinistra, poi mettetevi sulla destra e percorrete la brusca curva successiva. Passate sul Booster in uscita e poi preparatevi a percorrere la sezione a seguire, estremamente veloce. Al bivio, andate a sinistra, accelerate a tavoletta ed eseguite la "mossa speciale" in volo, poi fate lo stesso sia col secondo salto che sul terzo. Poco prima di atterrare, premete il freno destro visto che il tracciato girerà immediatamente a destra, e poi uscite passando sul Booster. Girate poi a sinistra e percorrete la successiva S nel modo che conoscete. Affrontate a velocità sostenuta la successiva curva verso destra, e cercate di stare al centro della pista in modo da non cadere di sotto e fare una brutta fine. Ci sarà un'altra S con diversi Booster da attraversare prima di raggiungere il curvone finale, che gira a sinistra, e va preso entrando all'interno ed uscendo dalla parte opposta, in modo da passare sopra al Booster che vi catapulterà al traguardo.

IRIDIA
Lunghezza: 4680 m
Altezza: 290 m

Iridia, lungo poco più di 4.5 Km, è un circuito molto veloce e dalla carreggiata molto ampia in alcune sue parti. Certo, ci sono anche delle curve piuttosto brusche e difficili, ma non sono molte. Dopo la partenza, posizionatevi subito sulla destra per passare sul Booster che vi farà accelerare bruscamente e percorrere il rettilineo iniziale a tutta velocità. Affrontate la prima ampia curva a sinistra senza rallentare troppo, poi passate sul Booster in uscita, che dovrebbe essere sulla vostra traiettoria. Portatevi poi a destra in avvicinamento alla successiva brusca curva a sinistra e cercate di dirigere il vostro mezzo verso il Booster in uscita, mollando un po' l'acceleratore mentre la percorrete. Restate sulla destra per colpire un altro Booster, poi portatevi al centro della carreggiata ed effettuate il salto, eseguendo anche la "mossa speciale" per atterrare alla massima velocità sulla parte seguente del percorso. Entrate nella successiva S premendo il freno sinistro, in modo da portarvi all'interno, poi dopo aver passato la prima curva, andate dalla parte opposta, magari cercando di passare sopra il Booster nel mezzo della carreggiata, in modo da uscire veloci e poter raggiungere la successiva curva a destra. Fate attenzione alla luce solare, che tende a distrarre e a provocare errori. Se riuscirete a percorrere la curva senza problemi, potrete lanciarvi a tutta velocità verso il traguardo.

Sommario della mini-guida

POWER-UP
CIRCUITI: ALPHA LEAGUE
CIRCUITI: BETA LEAGUE
CIRCUITI: CLASSIC LEAGUE
CIRCUITI: DELTA LEAGUE
CIRCUITI: GAMMA LEAGUE