NVIDIA GeForce GTX 1070: la scheda perfetta per il 1440p  153

I benchmark della GTX 1070 sono arrivati e delineano una scheda nata per raggiungere il 1440p senza alcun compromesso

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )

Pur non compiendo miracoli, la GTX 1080 non ha deluso le aspettative. Capace di superare nettamente i 30 frame al secondo in 4K con tutti i blockbuster del momento, la nuova arrivata di casa NVIDIA fatica ancora a raggiungere i 60 frame al secondo ma in termini di potenza computazionale supera di oltre il 60% la GTX 980 sfruttando senza troppi freni il vantaggio garantito dai 16 nanometri e da frequenze decisamente superiori a quelle a cui eravamo abituati. Lo scarto però, ha un costo molto elevato che si attesta intorno agli 800 euro nel caso della Founder Edition. Una cifra del genere non è uno scherzo e questo vale anche per i 700 euro che saranno probabilmente necessari per la versione standard della scheda e superano abbondantemente la cifra ritenuta accettabile per un upgrade dalla maggior parte dei videogiocatori PC.

La scheda dedicata a questo target è la GTX 1070 ma anche in questo caso ci troviamo di fronte a un corposo rincaro rispetto alla generazione passata. Al lancio, che avverrà il 10 giugno, la Founder Edition, forte di un sistema di raffreddamento tutto in metallo, costerà all'incirca 520 Euro ed è molto probabile che la versione standard si avvicini ai 450 superando di un centinaio di cocuzze il prezzo della GTX 970. Con prezzi del genere la sorella minore della GTX 1080 potrebbe trovarsi in difficoltà di fronte a Polaris se questa manterrà le promesse di una AMD apparentemente decisa a offrire un'alternativa potente all'incirca quanto la GTX 980 Ti ma decisamente meno onerosa. I benchmark però, confermano che la GTX 1070 è in grado di superare, seppure di poco, la Titan X e lo scarto rispetto a Polaris, a quanto pare ferma nei dintorni della R9 FURY, potrebbe valere l'investimento. D'altronde parliamo di una scheda che stando ai benchmark mette fuori gioco tutta la fascia estrema Maxwell, la cui produzione si è fermata da ormai diverso tempo, arrendendosi alla concorrenza solo nel caso di Ashes of Singularity e Hitman, due titoli che preferiscono le schede AMD a quelle NVIDIA. Nel caso di Batman: Arkham Knight invece la scheda se la gioca con la GeForce GTX Titan X mentre con Battlefield 4, DiRT Rally e Rise of the Tomb Rider l'unica a prevalere sulla GTX 1070 è la GTX 1080. Quest'ultima parrebbe però risultare sconfitta sul lato dell'overclock. Come abbiamo già detto le schede Pascal permettono di tarare l'overclock minuziosamente in base ai MHz desiderati e alla velocità della ventola. Puntando al 112% di potenza e consentendo alla ventola di raggiungere il 100%, la GTX 1070 Founder Edition ha dimostrato di poter lavorare stabilmente a una media di 2050MHz che oltre a rappresentare un bell'incremento rispetto al boost standard di 1683MHz, sono più di quanto ottenuto da diversi recensori con la GTX 1080 Founder Edition. Purtroppo anche nel caso della GTX 1070 il rapporto tra l'aumento delle frequenze e lo scaling della potenza non è esaltante ma quello che ci importa sottolineare in questa sede è che spingendo la scheda al di sopra dei 2000MHz lo svantaggio rispetto alla GTX 1080, non overclockata, si riduce di più della metà, mantenendo temperature di poco superiori ai 60 gradi centigradi.

Prendiamo le misure della GeForce GTX 1070 che punta tutto sul rapporto tra prestazioni e prezzo

Per chi suona la campana

La GTX 1070 si basa sempre sul GP104 che troviamo anche nella GTX 1080, con il medesimo die da 314mm2, ma si accontenta di 1920 CUDA core contro i 2560 della sorella maggiore. Calano anche le frequenze, da un massimo di 1733MHz a 1683MHz, mentre il quantitativo di memoria video non cambia con 8 GB per entrambe le schede anche se la tecnologia adottata è leggermente differente. In termini di potenza bruta parliamo di 6.5 TeraFLOP che superano sia i 6.06 della GTX 980 Ti sia i 6.14 della Titan X, il tutto con un consumo massimo di soli 150W di fronte ai 250W della GTX 980 Ti.

Il fabbisogno si alza di 5 Watt rispetto alla GTX 970 ma l'efficienza cresce vertiginosamente grazie a un generoso aumento della potenza di calcolo che ammonta a un altisonante 60% e si traduce, in ambiente DirectX 12, in un incremento del 98% del frame rate, sempre prendendo come metro di paragone l'opzione analoga della serie Maxwell, in risoluzione 1440p. La banda passante, con 256GB/s, risulta inferiore a quella delle schede Maxwell di potenza paragonabile, GTX 980 Ti e Titan, e qualcuno teme che questo possa frenare la potenza massima della GPU ma la nuova tecnologia di compressione del colore introdotta da NVIDIA promette di ridurre il carico di lavoro e dobbiamo prendere in considerazione anche il netto aumento delle frequenze benché queste siano inferiori rispetto a quelle della GTX 1080. Lo stesso vale per il clock della memoria con la GeForce GTX 1070 che si deve accontentare di GDDR5 ma arriviamo comunque a 8 GHz complessivi contro i 7 GHz relativi a quelle montate sulla GTX 970. Per farla breve la seconda nata della serie Pascal mantiene le promesse di NVIDIA ed è una scheda decisamente potente che potrebbe risultare sovradimensionata per il gaming in 1080p a meno di non puntare a frame rate estremamente elevati. I motori grafici, complice l'arrivo delle nuove console, sono destinati a evolversi anche dal punto di vista delle richieste hardware e con mondi più complessi da gestire il Full HD del domani sarà con pochi dubbi più pesante da gestire di quello di oggi. Ma la necessità di tenere conto delle risoluzioni estreme, la necessità di offrire potenza nell'ottica della realtà virtuale e le ottimizzazioni delle nuove librerie grafiche dovrebbero limitare l'escalation dei requisiti a parità di risoluzione.

Pensando al 1080p è probabile che convenga guardare alla GTX 1060 o alle due Polaris in arrivo da AMD mentre chi possiede già una scheda in grado di cavarsela alla grande con questa risoluzione ma ha comunque voglia di mettere un po' di potenza sotto al cofano può concedersi il lusso di aspettare un calo di prezzo che potrebbe non tardare molto nel caso in cui AMD centrasse l'obiettivo mainstream con Polaris 10. La prima delle nuove Radeon sarà presentata domani, in occasione del Computex di Taipei, e a quel punto capiremo il valore effettivo della GTX 1070 in relazione al mercato delle nuove GPU. Nel frattempo prendiamo atto che ci troviamo di fronte a una GPU perfetta per il 1440p, una scheda video che pur mettendoci di fronte a un rincaro rispetto alla generazione precedente offre un rapporto tra prestazioni e prezzo decisamente superiore a quello della GTX 1080. Quest'ultima svetta di soli 17 punti percentuali sulla GTX 1070, almeno considerando la media dei benchmark, ma costa il 50% in più infilandosi a pieno diritto nella fascia estrema. La GTX 1070 resta invece nella fascia alta e proprio per questo potrebbe risultare un update sensato nei confronti della GTX 980 che in ambiente DirectX 12 resta indietro di un buon 50%. Difficile invece che una scheda del genere possa risultare appetibile per chi possiede una GTX 980 Ti o una Fury X che se la cavano già senza troppi problemi in 1440p. Tra l'altro scommettiamo che chi compra schede di fascia estrema ha già adocchiato il GP102 e sta aspettando la GTX 1080 Ti con la speranza che sia quella mitica scheda in grado di garantire 60 frame per secondo in 4K.

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )