Assembla che ti PassaAssembla che ti Passa #55 

Nel nuovo Assembla che ti Passa Nintendo si prepara al futuro mentre NVIDIA mette la parola fine alla questione GTX 970

Assembla che ti Passa è una rubrica settimanale che raccoglie le principali novità legate all'hardware da gioco PC e propone tre configurazioni, divise per fasce di prezzo, pensate per chi desidera assemblare o aggiornare la propria macchina. Come al solito i suggerimenti e le correzioni sono ben accette a patto che i toni siano adeguati. Un ulteriore consiglio è quello di leggere i paragrafi che presentano le configurazioni prima di dare battaglia nei commenti.

Prima di parlare di periferiche ci soffermiamo su uno spazio grigio dedicato a un argomento i cui risvolti potrebbero molto interessanti anche per il PC. Dopo una battaglia durata oltre tre decadi, le console si sono infine arrese imboccando un sentiero che le avvicina sempre di più al nostro amato assemblato. A iniziare la trasformazione è stata prevedibilmente Microsoft, con la prima potente Xbox, ma con l'ultima generazione anche Sony ha messo da parte gli hardware dedicati per inseguire compatibilità, costi ridotti e conversioni rapide. Un nuovo passo in questa direzione, a quanto pare, sarà quello degli upgrade esterni che sono già una realtà, almeno in ambito PC, grazie alla tecnologia XConnect targata AMD. Ed è proprio quest'ultima quella che fornisce i chipset per le console e che probabilmente continuerà, almeno nel caso di PlayStation e Xbox, a fornirli nella prossima generazione. Tutto, insomma, sembra incastrarsi alla perfezione nell'ottica di un futuro fatto di upgrade esterni a partire dalle dichiarazioni di qualche tempo fa dei dirigenti Sony e Microsoft. Assembla che ti Passa #55 Purtroppo dopo la presentazione di PlayStation Neo e Xbox Scorpio la questione upgrade è svanita nel nulla ma a fornirci un nuovo motivo per parlarne è arrivata un'indiscrezione che sostiene le ipotesi relative a una generazione di console pensata per potersi evolvere nel tempo. Nintendo ha infatti registrato un brevetto per un dispositivo esterno chiamato Supplemental Computing Device e pensato per incrementare la potenza computazionale di una console. Pur non trattandosi di una GPU, l'upgrade sarebbe in grado di incrementare le performance dei giochi oltre a potenziare la connettività della console, anche dal punto di vista qualitativo. Il brevetto menziona anche la possibilità di collegare più dispositivi supplementari alla stessa console e di condividere la potenza extra, probabilmente attraverso il cloud computing, ottenendo anche sconti sui giochi e altri vantaggi. Stiamo parlando, è chiaro, di un progetto complesso, uno di quelli con cui Nintendo cerca di sorprendere ampliando le prospettive del mercato e che va ben oltre il semplice upgrade, decisamente meno complesso da implementare. Per questo non è detto che anche in caso divenga realtà, il dispositivo ausiliario possa davvero fruire di tutte queste possibilità. L'interesse del mercato per questo tipo di possibilità, comunque, torna a farci pensare ad alternative future dedicate a notebook, tablet e compatti che potrebbero permettere a dispositivi portatili di godere di una discreta potenza aggiuntiva in combinazione con un dispositivo ausiliario. Decisamente curiosi di scoprire come andrà a finire questa faccenda, per ora non possiamo che aspettare ulteriori sviluppi tornando a parlare di periferiche classiche e nello specifico di GPU. La GeForce GTX 970 è stata consegnata alla storia dalle GPU di nuova generazione ma torniamo a parlarne per la famigerata questione dei soli 3.5GB di memoria pienamente fruibili sui 4 installati sulla scheda. Come sappiamo bene, vista la diffusione della scheda NVIDIA, quei dannati 512MB non hanno impedito alla GTX 970 di vendere generosamente ma hanno dato il via a innumerevoli class-action per pubblicità ingannevole. Oggi, a diciotto mesi di distanza, la compagnia ha deciso di chiudere i conti accettando di compensare con 30 dollari gli acquirenti che ne faranno domanda e di pagare gli 1.3 milioni di dollari che corrispondono alle spese legali di 15 delle summenzionate class-action. Assembla che ti Passa #55 NVIDIA ha anche deciso di non mettere un tetto al numero di persone che verranno risarcite e considerando quanto è diffusa la GTX 970 è una mossa decisamente coraggiosa. Non è chiaro però quali siano i confini geografici della manovra di risarcimento visto che l'iter legale si è svolto interamente in California. In attesa di maggiori dettagli ci spostiamo sulla nuova generazione con le custom overclockate della GTX 1060 che a differenza di quelle della Radeon RX 480 sono arrivate in commercio con una rapidità sorprendente. Purtroppo i prezzi sono decisamente superiori a quelli consigliati e per questo ci atteniamo a questi ultimi. La MSI Gaming X, 279 dollari di MSRP, mette in campo dissipatore Twin Frozr VI, LED RGB e 1850MHz in boost contro i 1708MHz di picco della GTX 1060 reference. La ASUS GeForce GTX 1060 ROG STRIX, disponibile anche con frequenze stock per 20 dollari in meno, arriva fino a 319 dollari di MSRP toccando i 1873MHz in boost coon il profilo overclock. La ZOTAC GeForce GTX 1060 AMP! ci riporta a 279 dollari ma parte da frequenze uguali alla reference ed è probabile che tocchi all'utente finale giocare con i driver per alzarle. La Gainward GeForce GTX 1060 Herd Edition parte invece da 1518MHz, contro i 1506 della reference, per spingersi, a dire il vero non troppo coraggiosamente, fino a 1733MHz. Il modello gaming della Inno3D usa l'ormai noto raffreddamento iChill X3 ma le frequenze non sono state annunciate. Sapiamo invece che il modello Ice Dragon, previsto a 275 dollari, parte da 1569MHz e arriva a 1784. La Colorful iGame GeForce GTX 1060 X TOP, che come indica il nome è il top di gamma della compagnia, sfida le altre soluzioni gaming partendo da 1620MHz per arrivare, in boost, a 1847MHz, ma l'aggiunta di ben due connettori da 6-pin anticipa la possibilità di spingersi, in overclock, oltre ai 2GHz. Purtroppo il prezzo non è noto al contrario di quello di un'altra scheda che punta in alto: la EVGA FTW Gaming con raffreddamento ACX 3.0. Di quest'ultima sappiamo però che dovrebbe costare 289 dollari e che avrà un connettore a 8-pin invece del classico connettore a 6-pin, segno che le frequenze potrebbero arrivare in zona 2000MHz spingendo sull'overclock. Anche nel caso della Gigabyte G1 Gaming le frequenze sono avvolte nel mistero ma come per le altre custom di fascia alta ci aspettiamo frequenze piuttosto elevate.

Visioni future e fantasmi del passato si mescolano nel nuovo Assembla che ti Passa

Configurazione Budget

La configurazione budget è quella orientata al risparmio ma non è necessariamente detto che non ci sia spazio per l'upgrade laddove si presentino prospettive interessanti. Le proposte di questa fascia includono soluzioni pensate per i giochi a basso profilo tecnico e build orientate al 1080p.

Le Radeon RX 460 e 470 sono in dirittura d'arrivo e pare siano in grado di alzare l'asticella del rapporto tra prestazioni e prezzo anche per la fascia bassa, come la Radeon RX 480 ha fatto per la fascia media. Purtroppo dovremo aspettare da una a due settimane prima di poterle prendere in considerazione e questo significa che torniamo ad affidarci a un placeholder della vecchia generazione.

Puntando a minimizzare un'eventuale esborso in extremis, unico motivo plausibile per comprare una GPU di vecchia generazione, scegliamo la HIS Radeon R7 370 IceQ OC da 2GB che, spulciando tra le offerte dei negozi, si può trovare a circa 120 euro. Le performance sono ovviamente modeste ma sono sufficienti per giocare a FarCry 4 in ultra a più di 30 frame al secondo, rinunciando ovviamente a ambient occlusion, anti-aliasing e V-sync.
COMPONENTE PREZZO
PROCESSORE € 110.00
Intel Core i3-6100 3.7 GHZ
SCHEDA MADRE € 60.00
ASUS H110M-K
SCHEDA VIDEO € 120.00
HIS Radeon R7 370 IceQ X² 2GB
RAM € 40.00
Crucial 8GB (1 x 8GB) DDR4-2133 Memory
ALIMENTATORE € 60.00
XFX Pro Series 550W PSU 80+ Bronze
HARD DISK € 45.00
Seagate Barracuda 1TB
CASE € 40.00
Zalman T3 Mid Tower
OPTICAL DISK DRIVE € 15.00
Samsung SH-S223Q
TOTALE: € 490.00

Configurazione Gaming

Nella fascia gaming di solito si trovano quelle componenti che consentono di lanciarsi nel gaming PC senza paura e di tenere duro per qualche tempo. La resa dei conti con il frame rate è dietro l'angolo ma, con una buona base, è sempre possibile vendere la GPU vecchia prima che si svaluti troppo in modo da acquistarne una nuova giusto in tempo per affrontare il prossimo kolossal videoludico spacca hardware.

Dopo aver dato spazio alla Radeon RX 480 torniamo alla GTX 1060 con una versione custom, la Zotac Mini, che ha le stesse frequenze delle schede reference ma è reperibile a un prezzo più basso delle altre versioni, non scalda e ci permette di assemblare un PC di piccola taglia garantendoci comunque spazio in abbondanza nel case.

Nel Fractal Design Define Nano S, un case piuttosto fresco nonostante le dimensioni limitate, ricaviamo ulteriore spazio scegliendo come scheda madre la ASRock H110M-ITX sulla quale piantiamo 16GB di Patriot Viper Elite DDR4 da 2400MHz. Per quanto riguarda il processore torniamo all'Intel Core i5-6500 che pur costando qualcosa in più dell'i5-6400 vanta un rapporto tra prezzo e prestazioni migliore.
COMPONENTE PREZZO
PROCESSORE € 190.00
Intel Core i5-6500 3.2 GHz
SCHEDA MADRE € 70.00
ASRock H110M-ITX
SCHEDA VIDEO € 300.00
ZOTAC GeForce GTX 1060 Mini
RAM € 75.00
Patriot Viper Elite Series DDR4 2400MHz 16GB
ALIMENTATORE € 60.00
XFX Pro 550W PSU 80+ Bronze
HARD DISK € 40.00
Seagate Barracuda 1TB
CASE € 65.00
Fractal Design Define Nano S ITX
OPTICAL DISK DRIVE € 15.00
Samsung SH-S223Q
TOTALE: € 815.00

Configurazione Extra

La configurazione spinta ha un senso compiuto solo per chi punta a risoluzioni estreme, consapevole che il lusso spesso non va a braccetto con la razionalità. D'altronde, diciamocelo, a chi non piace avere un bel motore sotto il cofano anche se c'è da rispettare il limite di velocità?

Per la fascia extra di questa settimana ci accontentiamo di una proposta di fascia alta, inseguendo il risparmio laddove possibile. Scendiamo quindi al Core i7-6600K affiancandolo a un dissipatore aftermarket e rinunciamo alla SSD che può comunque essere facilmente aggiunta alla configurazione se si è in cerca di caricamenti decisamente più veloci.

Con la GTX 1080 venduta a 800 euro, l'unica proposta di fascia alta disponibile in relazione alle nuove GPU è la GeForce GTX 1070. La più economica delle custom overclockate è la Palit JetStream da 8GB che può essere trovata a circa 450 euro. Estremamente silenziosa, questa scheda sfoggia una bella illuminazione LED da 16.8 milioni di colori e, cosa più importante, performance spesso superiori a quelle di una GTX 980 Ti overclockata.
COMPONENTE PREZZO
PROCESSORE € 300.00
Intel Core i5-6600K + Noctua NH-U12S
SCHEDA MADRE € 150.00
Asus Z170 Pro Gaming
SCHEDA VIDEO € 450.00
Palit GeForce GTX 1070 JetStream 8GB
RAM € 95.00
G.SKill Ripjaws V 4x4GB DDR4-3000 CL 15 (F4-3000C15Q-16GVR)
ALIMENTATORE € 75.00
XFX TS 650W 80+ Gold
HARD DISK € 50.00
Western Digital Caviar Blue 7200 RPM 1TB
CASE € 150.00
Corsair Carbide Air 540
OPTICAL DISK DRIVE € 15.00
Samsung SH-S223Q
TOTALE: € 1285.00

TI POTREBBE INTERESSARE