Football Manager 2017Ogni maledetta domenica 

Ecco tutte le novità di Football Manager 2017, fresche di annuncio!

Ne è passato di tempo, da quel 1 settembre 1992 in cui i fratelli Collyer videro uscire il primo Championship Manager. Ventiquattro anni per l'esattezza, durante i quali Sports Interactive ha raccolto al meglio l'eredità della serie, imponendo Football Manager nel mondo dei manageriali calcistici senza lasciare neanche le briciole alla concorrenza. Un vero e proprio fenomeno di costume, che ha scavalcato i confini del videogioco permettendo ai tanti amanti dello dello sport più bello al mondo d'immergersi in ore e ore tra statistiche, tattiche e trattative. Un appuntamento fisso, destinato senza alcuna sorpresa a rinnovarsi anche quest'anno con Football Manager 2017 che punta a rendere sempre più labile il confine tra il calcio reale e quello riprodotto sugli schermi dei nostri PC non solo per quanto riguarda la scelta della formazione e la gestione delle partite, ma soprattutto per un calcio mercato mai così ampio e zeppo di giovanissimi dalle belle speranze. Pochi giorni fa è stato pubblicato il video in cui il solito Miles Jacobson ha presentato le caratteristiche della nuova edizione di Football Manager, ma nell'attesa di poter toccare con mano il gioco e le sue novità abbiamo partecipato a una presentazione di FM17 nella quale alcuni membri di Sport Interactive ci hanno illustrato come l'edizione di quest'anno andrà in contro alle richieste dei tantissimi fan desiderosi di arricchire la loro esperienza manageriale. In attesa di poter toccare con mano il gioco, vediamo insieme quali sono le novità più interessanti.

Football Manager 2017 proverà a immaginare le conseguenze della Brexit sul mondo del pallone

Motore ruggente

Ormai da diverso tempo, la storica simulazione a due dimensioni delle partite in Football Manager è stata affiancata da quella 3D, costruita su un motore al quale di anno in anno Sports Interactive continua a dedicare gran parte dei suoi sforzi. Non è un caso che Jacobson abbia scelto proprio le novità del motore di gioco come punto di partenza per presentare Football Manager 2017, all'interno del quale troveremo oltre 1.500 nuove animazioni realizzate in collaborazione con Creative Assembly e con l'ausilio della tecnologia motion capture. Ogni maledetta domenica Ogni maledetta domenica Questo aspetto promette naturalmente una maggiore fluidità delle azioni di gioco, apprezzabili sulla carta anche grazie all'introduzione di una nuova angolazione per la videocamera, collocata alle spalle della porta. In generale, Sports Interactive promette un comparto grafico migliorato in ogni dettaglio, dall'erba del campo fino all'uso dell'ormai famosa bomboletta con cui gli arbitri stabiliscono la distanza sulle punizioni. Il colpo d'occhio effettivamente denota uno stacco rispetto ai capitoli precedenti, non tanto per quanto riguarda il livello di dettaglio dei modelli poligonali dei giocatori, ma piuttosto per le tantissime nuove animazione che rendono sicuramente più piacevole spendere i minuti a osservare i nostri giocatori sul campo puntare alla vittoria. Per quanto riguarda la carriera di allenatore, vi sono molte possibilità di personalizzazione per il nostro alter ego virtuale: è possibile modellarne le fattezze in automatico partendo da una fotografia presa online, ma anche di intervenire per cambiarne i tratti somatici, colore di occhi e capelli, tonalità della carnagione, aggiungere accessori e lo stile di abbigliamento. Per quanto riguarda invece l'intelligenza artificiale dei calciatori impegnati in campo, sempre sotto la lente d'ingrandimento dei tanti appassionati, gli sviluppatori hanno concentrato la propria attenzione soprattutto sulle decisioni effettuate in tempo reale. Il lavoro svolto su Football Manager 2017 dovrebbe permettere ai giocatori di essere maggiormente consapevoli della situazione in cui si trovano, concedendo loro la facoltà di valutare le varie opzioni disponibili alla ricerca di quella migliore. Dato che non sempre c'è modo di mettersi a pensare, anche le decisioni d'istinto giocheranno un ruolo chiave nel modo in cui i giocatori si comporteranno. Completando la carrellata di novità legate alla simulazione della partita, Sports Interactive ha inserito nuove frasi nel commento, dove si troveranno maggiori informazioni sugli infortuni, con tanto di speculazioni sulla loro entità. In tal senso sottolineiamo i costanti aggiornamenti che il team apporterà al titolo andando ad aggiornare le rose con gli infortuni dei giocatori reali; da Marchisio a Montolivo, passando per Milik, tutti avranno tempi di recupero commisurati al loro infortunio e ritorneranno in campo solo quando saranno completamente guariti.

Fuori dal campo

Le novità di Football Manager 2017 non si fermano naturalmente ai confini del rettangolo verde, partendo da una caratteristica del mondo reale diventata ormai parte integrante della vita di atleti e allenatori. Una nuova sezione nei menu dedicati al manager ci permetterà di accedere alla sezione dedicata ai social media, dentro la quale potremo leggere le reazioni dei tifosi con tanto di hashtag. Ogni maledetta domenica Ogni maledetta domenica La loro attenzione sarà concentrata su eventuali trasferimenti importanti ma soprattutto sulle prestazioni della squadra, aggiungendo pressione al nostro lavoro nel caso in cui esse siano poco soddisfacenti. Avranno anche una funzione informativa, con la possibilità di aggiungere le squadre più interessanti ai preferiti e vederne i post direttamente sul nostro feed in modo tale da rimanere aggiornati sugli ultimi risultati o su situazioni particolarmente calde all'interno di un club. Ci sono più di 20.000 righe di dialogo inserite nella nuova piattaforma social di FM17 e siamo molto curiosi di vedere come le dichiarazioni dei calciatori e quelle dei tifosi andranno ad influenzare effettivamente l'esperienza di gioco. Novità interessanti in vista anche sul fronte degli acquisti, dove potremo impegnarci in conversazioni pre-contrattuali con gli agenti dei giocatori che intendiamo ingaggiare. Si tratterà a quanto abbiamo capito di un momento preliminare in cui fare determinate promesse per ottenere un riscontro positivo in fase di contrattazione da parte del giocatore, impegnandoci ovviamente a mantenerle per fare in modo che la trattativa vada in porto. In caso d'interesse da parte di più squadre, gli agenti intavoleranno ora delle trattative simultanee coi vari club, in modo da spuntare il miglior contratto possibile per il loro assistito. Come confermato dal caso Higuain, le clausole hanno sempre più importanza nel calcio moderno e Sport Interactive ha speso molto tempo per permettere ai giocatori di personalizzare quanti più dettagli possibili sui trasferimenti. Allo stesso modo è stata riprodotta integralmente all'interno del titolo la normativa vigente della FGCI che riguarda il tesseramento dei giocatori extracomunitari. Un'altra funzionalità gradita in questo ambito sarà di sicuro quella che permetterà alla società di sospendere l'ufficializzazione di una cessione fino all'arrivo di un rimpiazzo nel ruolo rimasto scoperto, evitando così chiusure di mercato funeste con buchi nella rosa. Tra le varie novità presentate da Miles Jacobson, quella che ci fa ben sperare è relativa all'interazione con la stampa, da troppo tempo ferma a un modello che non è mai stato in grado di convincere come altri aspetti di Football Manager. Anche se la struttura dovrebbe rimanere la stessa, l'arrivo di nuove domande potrebbe aggiungere un po' d'interesse a una componente spesso evitata in passato. Valuteremo il tutto con attenzione in fase di recensione.

Giocatori e staff

Gestire un gruppo di venti e passa calciatori non è per niente facile. Al di là degli aspetti tecnici, c'è infatti bisogno di avere a che fare anche con le varie personalità, diverse per ognuno. Football Manager 2017 farà di questo aspetto una delle componenti principali per decidere i comportamenti dei calciatori, che adesso potranno affrontare le situazioni rispondendo in modo diversificato. Ogni maledetta domenica Ogni maledetta domenica Chi tende meno ad adattarsi avrà per esempio difficoltà ad accettare un trasferimento all'estero, mentre al contrario i più ambiziosi non si faranno scrupoli nello scavalcare allenatore e società, per parlare direttamente coi giornalisti tentando così di forzare la mano per un'eventuale cessione. Fortunatamente, ad aiutare l'allenatore ci sono sempre i membri del suo staff, che adesso riusciranno a far sentire in modo più efficace la loro opinione sui vari argomenti senza essere relegati a un'unica schermata. I consigli dei nostri collaboratori saranno sempre a portata di un singolo clic, permettendoci così di ottenere uno o più pareri legati al contesto in cui ci troviamo. Tra gli scout troveremo un nuovo ruolo di analista, dedicato all'analisi delle statistiche per fornirci indicazioni più dettagliate sulla prestazione del calciatore che stiamo seguendo, dagli assist ai gol segnati, passando per la posizione preferita in campo, la percentuale di possesso palla e i passaggi completati in ogni partita. Una seconda figura si aggiungerà invece al team medico, concentrandosi sulla prevenzione degli infortuni piuttosto che alla loro cura e ci consiglierà sui rischi derivanti dall'impiego in campo dei singoli giocatori. Come per i calciatori, anche per i membri dello staff di varie società è stato fatto un lavoro di ricerca molto corposo e approfondito che ha portato solo per l'Italia alla formazione di un database di ben 83.467 profili, l'8% più ampio di quello dell'anno passato. Sono stai aggiunti presidenti, membri dello staff e giocatori, soprattutto i giovanissimi provenienti non solo dal Campionato Primavera, ma anche da quello Allievi. In ultimo, Serie A e Serie B saranno licenziate con nomi, loghi e colori sociali ufficiali, ma al posto della Lega Pro rimane la Serie C. Concludiamo questo primo approccio con Football Manager 2017 con la consapevolezza di aver grattato solo la superficie delle novità che Sports Interactive metterà anche quest'anno nel suo titolo, anche se tutto ciò che abbiamo avuto l'occasione di vedere finora ci fa pensare che nessuna di queste sarà destinata a cambiare in modo significativo l'esperienza del capitolo precedente. Ad aggiungere un po' di pepe alle nostre carriere ci sarà comunque la simulazione della Brexit, che metterà anche nella vita reale le squadre britanniche di fronte a uno scenario del tutto inedito.

Certezze

  • Il motore grafico sembra davvero arricchito
  • Tanti i dettagli rifiniti fuori e dentro il campo
  • Finalmente delle conferenze stampa interessanti?

Dubbi

  • Nessuna novità rivoluzionaria
  • Quale sarà l'effettivo impatto dei social network sulla gestione del club?