Expa che ti Passa - Weekly  23

Anniversari, compleanni, nascite e decessi: dura la vita di un MMORPG.

- Cominciamo il nostro appuntamento settimanale con EverQuest. Se ne parla pochissimo, ma il caro vecchio MMORPG di Sony continua a mantenere uno zoccolo duro che fra un paio di mesi si avventurerà nell'espansione Underfoot. Come di consueto verranno aggiunte nuove zone, dungeon, oggetti e quest, per lo spasso dei giocatori più affezionati.

Anche per EverQuest 2 è tempo di novità: l'update Shards of Destiny ha aggiunto infatti delle features a dire il vero non proprio originali ma comunque benvenute. Gli Achievement funzionano esattamente come in World of Warcraft e premiano i giocatori per il raggiungimento di determinati obbiettivi; la Chronomagic consente di abbassare temporaneamente il proprio livello per giocare insieme a nuovi utenti; Miragul's Planar Shard, la nuova raid-zone, si propone in vari livelli di difficoltà. Deja-vu?

- E' passato in sordina, ma va' ricordato che questo mese non è stato lanciato solo Aion ma anche Fallen Earth: l'originale MMORPG di Icarus Games ci propone un'ambientazione davvero interessante

e atipica per questo genere, un mondo post-apocalittico dove il recupero delle risorsee la capacità di utilizzarle al meglio sono le chiavi della sopravvivenza dei giocatori, coinvolti in una guerra tra diverse fazioni per il dominio di questa landa desolata nell'anno 2136. Il gioco è appena nato eppure gli sviluppatori sembrano dare molto ascolto alle richieste dei giocatori: il character designer Chris Allen è già al lavoro per fornire un nuovo look alle donne di Fallen Earth, apparentemente poco femminili. Mento ammorbidito, sopracciglia regolate, guance addolcite e naso più affusolato... et voilà, neanche una settimana dopo la release Fallen Earth subisce il primo make-up. Sembra più un pro che un contro, no?

- L'incubo della concorrenza, il tirannico World of Warcraft questa settimana è stato patchato alla versione 3.2.2. Una patch minore ma di discreta importanza, che ripropone infatti il primissimo raid-encounter che ha fatto

sputare sangue a tanti giocatori livello 60 dell'era "classica": parliamo naturalmente di Onyxia's Lair. Il boss è stato infatti potenziato per essere appetibile anche ai giocatori di oggi, che potranno affrontare il drago nelle canoniche modalità da 10 e 25 giocatori. Il design classico dello scontro è stato alterato pochissimo mentre il loot è stato ovviamente aggiornato al level cap attuale, benchè si sia mantenuta la grafica di un tempo per ogni oggetto. In più, c'è una minuscola chance di ottenere una prestigiosa mount volante a forma di Onyxia. Tutto questo soltanto per festeggiare il quinto compleanno di World of Warcraft o per riciclare un po' di vecchio content e offrire ai giocatori qualche stuzzichino in più, in attesa della patch 3.3 e delle due nuove instance che, promettono i devs, saranno mastodontiche?

- Aion ha cominciato il suo viaggio in Occidente col botto, in tutti i sensi: l'headstart è andato bene, a parte qualche problemino di server risolto nel giro di poche ore. Tuttavia la scelta di attivare

solo un discreto numero di server per ospitare i tantissimi giocatori che hanno preordinato l'MMORPG di NCSoft si è rivelata ben poco oculata: i giocatori lamentano code lunghissime per accedere al mondo di Atreia, intensificate anche da un exploit davvero fastidioso. In Aion è infatti possibile attivare una specie di negozietto in loco: il nostro personaggo si ferma del tutto, tira fuori un tavolino e chiunque può dare un'occhiata alla nostra merce e fare compere. Il problema è che questa "stasi" non è considerata uno stato di Away From Keyboard, di conseguenza il giocatore in modalità "Shop" non viene scollegato automaticamente dal server dopo un certo periodo di tempo come invece accade per i giocatori AFK. Questo ha indotto i più furbetti ad attivare il loro shop per andarsene a fare merenda guardando i cartoni animati senza curarsi di tutti quei poveretti in coda da ore. Questa settimana NCSoft è stata costretta ad applicare una patch d'emergenza per limitare la durata dello Shop a 30 minuti, ma il problema di capienza dei server permane: i programmatori sembrano essere intenzionati ad estendere la capacità o ad aggiungere nuovi server... ce la faranno prima che gli utenti aggirino il loro fix?

- Concludiamo la nostra passeggiata settimanale con uno sguardo verso il cielo:

è in arrivo una nuova espansione per EVE Online, Dominion, e come di consueto CCP Games apporterà degli update grafici al loro MMO, sopratutto ad alcuni pianeti. In realtà non sono stati ancora annunciati i requisiti di sistema definitivi, ma di certo sappiamo che il client richiederà il Windows XP Service Pack 2 per funzionare: secondo il blog dei devs di CCP Games questo cambiamento influenzerà solo il 0.4% degli utenti Windows XP abbonati a EVE Online. Con Dominion inoltre CCP Games Games inizierà ufficialmente a supportare Windows 7.