The Secret WorldEroi contro un mondo segreto! 

A un anno esatto dall'esordio, abbiamo finalmente visto The Secret World in azione.

Versione mostrata: PC

Dopo l'annuncio dello scorso anno, siamo tornati a incontrare Funcom alla GDC 2010 per parlare di The Secret World, uno degli MMOG di nuova generazione più interessanti tra quelli in sviluppo. Per fortuna però a San Francisco non se n'è soltanto parlato ma per la prima volta ci sono state mostrate lunghe sequenze ingame, non giocate in tempo reale, ma evidentemente realizzate col motore di gioco, ovvero quello di Age of Conan, ottimizzato e con risultati ben superiori. Eroi contro un mondo segreto! The Secret World è, in teoria, in sviluppo anche per Xbox 360, ma è evidente come il focus del team sia principalmente la versione PC, alla quale si riferivano tutti i video mostrati e che sarà la prima e unica per molto tempo, a essere disponibile sul mercato, si spera dal prossimo inverno. Ora che è scaduto l'embargo, siamo lieti di potervi parlare di questa esperienza, anche perché s'è trattato indubbiamente di una delle più belle sorprese della fiera tenutasi a metà Marzo negli USA.

Di che si tratta?

I più attenti avranno già letto il paio di anteprime nelle quali abbiamo parlato di The Secret World, per tutti gli altri basta dire che si parla di un classico gioco online con evidenti citazioni all'interfaccia di World of Warcraft, ma con un taglio unico che lo porta a distinguersi nettamente nel panorama dei giochi online. L'ambientazione è quella di un mondo contemporaneo in cui forze oscure stanno invadendo la terra portandola nel caos. Oggetto dei video mostrati era la prima locazione del gioco, ovvero la cittadina americana di Kingsmouth, placida e ridente, ben lontana dai drammi in cui si trova adesso. D'improvviso, il paese si trova avvolto da una fitta nebbia, oltre la quale nessuno riesce ad andare, preda improvvisa dell'assalto di creature mostruose che ricordano da molto vicino tutta la fantastica letteratura di Lovecraft, che è citato in maniera evidente in più momenti e con risultati eccellenti. Proprio la modellazione dei personaggi infatti, è uno degli aspetti più interessanti del gioco che, per cura dei dettagli, non sembra quasi un gioco online, ma ricorda da vicino un mix di Silent Hill, Half-Life 2 e una versione digitale della filmografia di John Carpenter. Eroi contro un mondo segreto! A combattere queste creature, in quella che è soltanto la prima location del gioco che poi vedrà mappe ambientate sino anche in Egitto, sono tre fazioni di soggetti dotati di super poteri, che potranno creare dei team e andare a fare esperienza e raccogliere item in un mondo completamente aperto ed esplorabile, con mappe dalle dimensioni davvero ragguardevoli e, soprattutto, con un level design che, di nuovo, ricorda molto poco quello di un gioco online, quanto piuttosto quello di un'avventura in single player. Esemplari anche la cura e il dettaglio con cui sono realizzati i dialoghi, tutti audio, con cui vengono assegnate le quest e che narrano l'evolversi della vicenda, con tanto di sincronizzazione labiale e personaggi delineati con attenzione.
Come detto, tutto il mondo è aperto e disponibile, si potranno incontrare tranquillamente altri giocatori con i quali si potrà interagire solo se autorizzati, visto che il team ha voluto evitare in ogni modo la possibilità di rubare le "kill", come si dice in gergo, ovvero di rubare l'esperienza e gli oggetti a chi ha iniziato i combattimenti. Solo alcuni dungeon, quando la sceneggiatura lo richiederà, saranno instanziati, ovvero aperti a piccoli gruppi di giocatori. Si tratterà delle quest più difficili e nelle quali raccogliere oggetti più rari e che non potranno essere venduti nel sistema di case d'asta che è già stato predisposto e funzionante.

Eroi senza classe

The Secret World ha una struttura molto snella e aperta, in cui da una parte il team ha voluto combinare le caratteristiche tipiche di un gioco di ruolo online, ma dando la possibilità ai giocatori di sentirsi liberi di tentare l'approccio più consono al loro stile di gioco. Non ci sono classi, ma solo poteri da acquistare spendendo l'esperienza accumulata. Ogni personaggio può portare un massimo di 14 poteri in ogni battaglia, 7 attivi e 7 passivi. Quelli attivi possono essere attribuiti ai tasti funzione, gli altri modificano le caratteristiche del personaggio, che in qualsiasi momento potrà essere modificato comprando nuovi poteri con cui cambiare il set di quelli a disposizione, in modo da poter cambiare approccio e godere fin da subito dell'ambientazione e dei mostri da combattere. Eroi contro un mondo segreto! Anche perché Funcom ha voluto eliminare la classica trafila di ammazzamenti di schiere di micro mostri con cui racimolare i primi bottini d'esperienza, mettendo subito in campo scontri decisamente spettacolari. Interessante è anche l'elemento che il team ha chiamato "State System" che consente di combinare in tempo reale i poteri dei giocatori appartenenti al team. Immaginando di usare un potere legato al ghiaccio, un giocatore può congelare un nemico per un certo periodo di tempo, consentendo agli altri di combinare altri poteri, con diversi cambiamenti di stato del mostro di turno, con effetti ancora più devastanti, rispettando ovviamente, certe tempistiche e certe tabelle di compatibilità che verranno chiare con le ore di gioco. C'è ancora tanto da scoprire di The Secret World, visto che comunque queste son pur sempre le prime avvisaglie di un gioco che, comunque, sembra davvero promettere bene, studiato com'è per essere affrontato anche integralmente in solitaria, fatta eccezione per le quest più difficili nei dungeon istanziati. La truppa di Multiplayer.it non vede l'ora di gettarsi in questo nuovo mondo, non appena una qualche forma di beta sarà disponibile... magari rendendovene partecipi al più presto.

Certezze

  • Grafica da gioco offline
  • Effetto novità
  • Dialoghi profondi

Dubbi

  • La versione console?

TI POTREBBE INTERESSARE