inFAMOUS 2Pelato è meglio 

Abbiamo finalmente messo le mani su inFAMOUS 2, e a porte chiuse ci sono stati svelati nuovi dettagli della seconda avventura di Cole!

Pelato è meglio inFAMOUS 2 anche alla GamesCom di Colonia si conferma come uno dei cavalli vincenti della scuderia Sony per quanto riguarda la prossima stagione videoludica: previsto per il 2011, il titolo Sucker Punch non solo era fra i protagonisti assoluti della conferenza del colosso nipponico, ma faceva bella mostra di sé in una demo giocabile ed è stato anche oggetto di un'interessante presentazione riservata alla stampa che ne ha messo in evidenza alcune nuove caratteristiche. Ecco il nostro report completo sul gameplay e sull'evento a porte chiuse.

Nuovo gioco, vecchio Cole

La demo messa a disposizione sullo showfloor consentiva di giocare attivamente alla medesima porzione che era stata oggetto del video mostrato all'E3 di Los Angeles, ma con una sostanziale differenza: il look di Cole è infatti tornato quello del primo episodio, segno evidente che gli sviluppatori hanno tenuto in seria considerazione l'ondata di critiche negative arrivate dalla community. Sul viso del nostro eroe è però ben visibile una cicatrice, eredità della sconfitta patita con la Bestia all'inizio di questo secondo capitolo e che lo costringerà per l'appunto a fuggire a New Marais (la nuova ambientazione, dichiaratamente ispirata a New Orleans) alla ricerca di nuove informazioni sulla Ray Sphere. Tornando al gameplay, la demo si apriva con uno spettacolare combattimento contro alcuni mutanti, utile a mettere in luce le nuove meccaniche corpo a corpo, che stavolta dovrebbero rivestire un ruolo più importante nell'economia di gioco: usando una sorta di bastone elettrico chiamato The Amp, abbiamo potuto sfruttare alcune semplici combo per eliminare gli avversari, gratificati peraltro da gustosi slow-motion e cambi di inquadratura che enfatizzavano i colpi più potenti. Fatto ciò, la missione richiedeva di inseguire una limousine in fuga, sfruttando i familiari cavi elettrici per saltare da un edificio all'altro: occasione utile per sottolineare come Cole comincerà questa sua nuova avventura con tutti i poteri già acquisiti nel primo capitolo, aspetto che apre la strada a nuovi potenziamenti. Detto fatto ed è arrivata l'occasione per provarne uno, una sorta di tornado elettrico capace di distruggere qualunque cosa che trovava sul suo cammino, compresi tutti gli elementi dello scenario: anche questa è una gradita novità di questo sequel, visto che ogni edificio, auto ed infrastruttura di New Marais è stata studiata per poter cedere sotto i colpi elettrici di Cole. Fra esplosioni, detriti che volano e passanti che fuggono all'impazzata, inFAMOUS 2 ci è sembrato molto più improntato alla spettacolarità del suo predecessore, sensazione confermata da alcune brevi situazioni scriptate che ogni tanto spezzavano efficacemente la convenzionale azione ludica. A questo proposito, il sistema di controllo pare sostanzialmente invariato, ma le rinnovate animazioni di Cole (catturate tramite motion capture e dunque molto più realistiche e meglio legate fra loro) danno al tutto un feeling più fluido e "fisico".

A porte chiuse

Contrariamente a tante altre software house, Sucker Punch non si è limitata a riscaldare la minestra dell'E3 per questa GamesCom, ed ha ben pensato di organizzare un evento per la stampa nel quale mostrare una porzione di gioco totalmente inedita, ambientata in una zona paludosa nella periferia di New Marais. Gli sviluppatori hanno voluto sottolineare come le dimensioni della mappa saranno più o meno le stesse di quella di Empire City, ma questo nuovo scenario vanterà una maggiore varietà grazie a diversi quartieri tematici, oltre ad una rinnovata complessità degli edifici, non più ridotti a mere costruzioni col tetto piatto come quelle del prequel. Dopo un iniziale sparatoria con un gruppo di nemici (a conferma che comunque il gameplay di base è rimasto invariato), la dimostrazione è proseguita introducendo un nemico inedito, chiamato Ravager: un bestione a quattro zampe contro cui i colpi convenzionali di Cole avevano uno scarso effetto, e che andava dunque abbattuto sfruttando dei poteri particolari. La scelta è ricaduta su una delle new entry nel carnet di mosse a disposizione dell'utente, ovvero il cosiddetto Kinetic Pulse: grazie ad esso, è stato possibile sollevare alcune auto e lanciarle contro l'avversario, decretandone un'esplosiva sconfitta. Riguardo alle abilità che si otterranno nel corso dell'avventura, è stata fatta chiarezza riguardo all'immagine con cui si chiudeva il trailer dell'E3, e che vedeva Cole apparentemente capace di un attacco a base di ghiaccio: in realtà il focus sarà sempre concentrato sull'elettricità, ma non mancheranno interazioni con i quattro elementi che però non potevano essere svelate in questa sede. Pelato è meglio Si chiudeva così lo showcase di questa nuova porzione di gameplay, una piacevole conferma di tutte le impressioni positive finora registrate su questo InFAMOUS 2: al di là delle preziose integrazioni ad una struttura ludica comunque già vincente, il grosso lavoro fatto da Sucker Punch a livello grafico ed artistico sembra indirizzato a dare ottimi frutti, specialmente sul fronte della ricchezza delle ambientazioni e sulla varietà e qualità delle animazioni dei personaggi. Non resta dunque che attendere ulteriori sviluppi, con la convinzione sempre più solida di potersi aspettare un sequel superiore al primo episodio sotto tutti gli aspetti.

Certezze

  • Tecnicamente sembra ottimo
  • Storia e personaggi maggiormente strutturati
  • Gameplay più ricco rispetto al prequel

Dubbi

  • Qualche calo di frame rate di troppo

TI POTREBBE INTERESSARE