Cosa vi siete persi?Articoli della Settimana - 49/2010 

Il Cataclisma e uno scimmione sono giunti in redazione!

Dopo una settimana tranquilla sono finalmente usciti due pesi massimi di fine anno, entrambi hardcore seppur di genere diversissimi, stiamo ovviamente parlando di WoW: Cataclysm e Donkey Kong Country Returns che abbiamo coperto con le nostre solite, puntuali recensioni. Articoli della Settimana - 49/2010 Abbiamo poi pubblicato un interessante pezzo sul costo dei videogiochi scritto da un veterano del settore, ma new entry redazionale Mattia Ravanelli, per poi chiudere in bellezza con il nuovo incontro con Bulletstorm e un corposo speciale su tutti i mod PC per Fallout: New Vegas.
La nostra recensione ne è la conferma. Cataclisma doveva essere e cataclisma è stato. World of Warcraft: Cataclysm è l'ennesima perla di Blizzard, dietro un "semplice" espediente narrativo si nascondono decine di nuove contenuti, tra terre, razze, quest, abilità e chi più ne ha ne metta. La solita perfetta operazione Blizzard, realizzata con l'altrettanto solita cura maniacale da parte della software house americana, rivolta non soltanto all'inclusione di nuovi contenuti, come scritto poco sopra, ma anche a un generale ripensamento del bilanciamento del livello di difficoltà, ora ottimamente calibrato per tutti i tipi di giocatori. In definitiva World of Warcraft: Cataclysm è un "more of the same" eccellente, che strizza l'occhio a tutti i suoi utenti, dal più casual al più hardcore, proponendo nuove addizioni per tutti senza allontanarsi troppo dal sentiero battuto per anni. Insieme alla videorecensione che trovate in calce, vi ricordo che è stata dedicata anche una superdiretta al Re degli MMORPG.

Gli anni passano, le console cambiano e il mantra rimane sempre lo stesso: i giochi costano troppo. Il nostro approfondimento parte da un assunto, che i giochi costano uguale, al netto dell'inflazione, a quanto costavano quindici anni fa. Di conseguenza il problema è perchè costano così, quindi il nostro Mattia si è preso la briga di andare a indagare come i giochini ci vengono proposti, passando dalla grande distribuzione al digital download, declinato in chiave Apple o nell'ottica dell'abbonamento Premium, Sony o Microsoft che sia. Trovate insomma il perché dei tanto famigerati 64.90€, e perchè anche se gli sviluppatori volessero, non potrebbero di loro volontà abbassare il prezzo del titolo in versione "scatolata". Un articolo molto interessante, da leggere di corsa, al grido l'unica Iva (al 20%) buona è un'Iva morta! Tutti sappiamo che Nintendo Wii è una console maggiormente versata verso un'utenza di tipo casual, ma tra un giochino sportivo e una collection di mini games spuntano spesso e volentieri titoli hardcore, anche se infiocchettati da una grafica deliziosa piena di carinerie e personaggi rotondi e pacioccosi. Donkey Kong Country Returns è un perfetto platform 2D "vecchia scuola" tosto, lungo, difficile, pieno di segreti e di aree da esplorare, un gioco che riprende alla perfezione lo spirito dei primi capitoli made in Rare usciti su Super Nintendo circa quindici anni fa, titoli che hanno fatto la storia del genere e che reppresentano un'alternativa pesante allo strapotere nipponico in questo genere. Come giusto che sia quindi, recensione, videorecensione (qui sotto) e superdiretta dedicata. Lo avevamo giocato a più riprese nelle varie fiere estive, rimanendo sempre colpiti dalla sua frenesia e dallo humour che sprizza a ogni testa fatta saltare in aria, questa volta il nostro Umberto, preso il solito aereo per Londra alla volta del mega evento Electronic Arts, ha potuto vedere Bulletstorm un pò più approfonditamente scoprendo la modalità cooperativa e quella a punti. Per chi non conoscesse ancora Bulletstorm basta dire che questo originale sparatutto in prima persona di People Can Fly è tutto giocato sull'uccidere con stile, sfruttando tanto le armi quanto l'ambiente per dare il là a chilometriche combo. In questo senso giocare in coppia e a punti a Umberto sono sembrate due modalità alternative davvero funzionali alla campagna principale. Insomma se fino a poco tempo fa eravamo ancora incerti su cosa fosse esattamente questo peculiare sparatutto, il provato di Umberto sembra avvicinarci un pò di più al cuore del gameplay del titolo. Articoli della Settimana - 49/2010 Il nostro approfondimento , scritto da Volodia Pellegrini fa il punto, a un mese dall'uscita, su tutti i mod presenti, su PC ovviamente, per Fallout: New Vegas. Come da tradizione Bethesda, rispettata in questo caso da Obsidian, sono stati rilasciati gratuitamente tutta una serie di strumenti di sviluppo che permettono agli utenti stessi di modificare il gioco a loro piacimento e condividere poi le creazioni con tutti gli altri appassionati. Il nostro articolo si concentra su molte delle mod disponibili nel portale New Vegas Nexus, come quelle relative al gameplay per aggiungere "realismo" agli scontri a fuoco, ma non mancano modifiche alla telecamera, all'inventario, al sistema di crescita del personaggio, alla grafica fino a raccolte di bugfix ad opera degli utenti. Insomma ce ne sono davvero tantissimi, capaci di cambiare radicalmente e in meglio il nuovo titolo di Obsidian.

TI POTREBBE INTERESSARE