3D metri sopra il cielo  6

L'infinita serie di Ace Combat si appresta a fare il suo debutto sul nuovo portatile Nintendo: vediamo cosa ci aspetta

Tra le varie postazioni di prova messe a disposizione da Nintendo all'interno del suo stand all'E3, faceva la sua bella figura anche quella di Ace Combat 3D, primo capitolo del franchise a fare la sua apparizione su 3DS. Le ambizioni del titolo sono piuttosto ovvie: riproporre le stesse emozioni della serie principale (il cui gameplay è rimasto fondamentalmente invariato dal primo episodio uscito su PlayStation qualche era geologica fa), ma arricchite dalle potenzialità offerte dall'handheld Nintendo. 

Dogfight portatile

Dal punto di vista strettamente tecnico, Ace Combat 3D sembra avviato decisamente sulla buona strada: sul piccolo display del 3DS il prodotto Namco Bandai va che è una meraviglia, offrendo alla vista scenari decisamente estesi -anche se non troppo particolareggiati- aerei ben rifiniti ed un notevole carnet di effetti di luce, il tutto ad un frame rate più che soddisfacente anche con la funzione tridimensionale attiva. La quale, pur svolgendo in maniera diligente il proprio compito, non è fra le più impressionanti mai viste, per il semplice fatto che per gran parte del tempo lo schermo è riempito dal cielo che per definizione non ha grandi elementi di profondità. Va detto però che nella demo da noi provata non era disponibile la visuale dal cockpit, che potrebbe dare qualche soddisfazione in più in tal senso. Più incisivo comunque ci è parso lo sfruttamento del touchscreen, occupato dal radar e dalle informazioni relative al velivolo ed al suo equipaggiamento: con pochi ed intuitivi tap delle dita è dunque possibile selezionare un obiettivo tra quelli visibili, cambiare il tipo di missile da lanciare e fare attivamente fuoco. Tutte funzioni che, per buona pace dei tradizionalisti, trovano comunque spazio nel sistema di controllo classico: il layout dei tasti è molto simile a quello delle versioni per console, con i dorsali a gestire accelerazione e freno e la pulsantiera frontale che si spartisce il comando di mitragliatrice, missili e selezione di target ed armamentario. Ancora una volta, poi, lo stick analogico di Nintendo 3DS si rivela estremamente affidabile e preciso, regalando ad esempio grandi soddisfazioni quando si tallona un aereo avversario e lo si abbatte con poche precise scariche di proiettili.

Come new entry di un franchise che non sembra aver la minima intenzione di cambiare, Ace Combat 3D sembra già perfettamente a proprio agio su una periferica ad esso sconosciuta, mettendo in mostra un comparto grafico decisamente buono ed il solito vecchio gameplay che però è sempre godibile. La demo che abbiamo provato era piuttosto scarna di contenuti, consentendo semplicemente di distruggere un tot di obiettivi aerei -quasi del tutto inoffensivi- per arrivare al classico "mission accomplished": restano dunque ancora avvolti dal mistero tutti gli altri elementi cardine della struttura di gioco, quali la trama, il numero e la tipologia di stage, la presenza di modalità alternative alla campagna (magari multiplayer) e via discorrendo, per cui è difficile fare delle previsioni sensate sul prodotto Namco Bandai. Per ora possiamo dire che, se Ace Combat 3D sarà supportato da un pacchetto ludico degno di questo nome, gli utenti di Nintendo 3DS appassionati di dogfight avranno davvero di che divertirsi...

CERTEZZE

  • Graficamente ottimo
  • Gameplay super collaudato
  • Sistema di controllo all'altezza

DUBBI

  • Da valutare longevità, varietà, IA degli avversari e tanto ancora