Speciale Estate 2011 PC (e dintorni)  16

Il lato caliente della tecnologia!

D'estate l'atmosfera cambia, il tempo rallenta (per molti ma non per tutti, purtroppo) e muta anche il videogaming, esplorabile a fondo grazie alla diminuzione di nuove uscite. Insomma, per molti l'estate è il momento del retrogaming, del titolo di nicchia da sviscerare, dell'RPG che è troppo impegnativo da giocare quando le giornate sono corte e piene. Ebbene è in quest'ottica che prende vita una top 5 inter-genere, inter-epoca e inter-macchina. Una sfilza di titoli particolarmente adatti alla bella stagione in funzione del clima che dipingono, delle atmosfere che evocano e del gameplay che li contraddistingue. Ovviamente tutti i titoli che seguono sono disponibili in versione PC sebbene in alcuni casi la versione console risulti più fruibile.

California Games

Speciale Estate 2011 PC (e dintorni)

Partiamo a colpo sicuro con il genere sportivo e scartabellando negli archivi fatti di materia grigia il pensiero non può che andare a California Games. Retrogaming sfrenato, colonna sonora d'eccezione, squali, skate, summer music e il tipico setting vacanziero targato USA. Un titolo particolarmente adatto proprio al 2011 visto che quest'anno manca la classica uscita estiva di media caratura dedicata alle discipline sportive acquatiche. California Games è disponibile in decine di versioni ed è facilmente reperibile in via ufficiale attraverso il PSN Sony e la Virtual Console Nintendo.

Ecco The Dolphin

Per chi preferisce il relax del pomeriggio estivo, senza musiche martellanti o colori troppo accesi, l'unico e il solo idolo non può che essere Ecco The Dolphin. Un arcade al contempo serrato e rilassante la cui magia è rimasta impressa nel cuore di parecchi videogiocatori. Per saggiare l'atmosfera del titolo va bene una qualsiasi delle sue incarnazioni anche se le versioni per Game Gear e Master System hanno livelli differenti e includono un'introduzione speciale. Ma se non siete possessori delle vecchie glorie SEGA non c'è problema visto che Ecco The Dolphin è disponibile su un gran numero di piattaforme tra cui iOS, Xbox Live Arcade, Virtual Console e Steam.

Fallout 2

Speciale Estate 2011 PC (e dintorni)

Arriviamo dunque agli RPG e ne aprofittiamo per consigliarvi Fallout 2. Si tratta del titolo di mezzo della trilogia post-nucleare che con il terzo capitolo ha conquistato una generazione di videogiocatori. Fallout 2 al contrario non è arrivato al milione e, sintetizzando, è "solo" un titolo in isometrica incentrato sul combattimento a turni. Niente di originale dunque. Ma al contempo è forse uno degli RPG più complessi e completi che esistano. Ancora godibile, grazie alle splendide animazioni e alla varietà delle situazioni, è calibrato al millimetro, pieno di segreti, di quest da risolvere in svariati modi diversi e di città da aiutare o da massacrare dal primo all'ultimo abitante. E' un titolo desertico, sudato, crudo e polveroso e il clima attuale dovrebbe senza dubbio aiutarvi nell'immedesimazione.

Outcast

Speciale Estate 2011 PC (e dintorni)

In questa torrida rubrica c'è spazio anche per gli action in terza persona e la scelta, sia per le desertiche atmosfere rilassate sia per la splendida acqua, ricade su Outcast. Un gioco ad ampio respiro, senza dubbio limitato per quanto riguarda le animazioni, ma capace di mescolare esplorazione, libertà e fascinazione per lande e razze aliene in modo unico e magico. Insomma un prodotto da pomeriggio estivo e poco importa se qua e la c'è una spruzzata di neve. Tra l'altro si è reso disponibile nel 2010 su GoG in una versione riveduta, corretta e capace di girare sulle nuove versioni di Windows. Inoltre la community The Eternal Outcast sta sviluppando un seguito gratuito che dopo aver cambiato diversi motori è approdato recentemente al CryEngine 3. La precedente demo del titolo amatoriale, sviluppata con il motore di Crysis Wars, è disponibile a questo indirizzo e basta avere installato la demo del titolo Crytek per poterla caricare.

Far Cry

Speciale Estate 2011 PC (e dintorni)

Infine arriviamo al genere del momento, ovvero l'FPS, che l'ha fatta in barba, ma per poco, a titoli d'altro tipo come Wings of Fury e Stunts Island, grazie a Far Cry. Uno sparatutto senza dubbio estivo, drammaticamente tropicale, fluidamente acquatico, giunglaticamente erratico e via dicendo. Se il vostro sogno sono le isole tropicali e il capo non vi ha mandato in vacanza nonostante le 12 ore giornaliere di lavoro sottopagato, immaginatevi mentre gli fate visita nel villaggio vacanze, dove invece lui è andato pur millantando d'essere preda della crisi economica, con un arsenale che farebbe scappare Rambo in lacrime. Immaginatelo, non fatelo.

Il dilemma del surriscaldamento

Per resistere al caldo estremo un PC ha solo due soluzioni: il raffreddamento ad acqua o una ventola di dimensioni imbarazzanti. Il primo ovviamente è consigliato a chi non resiste al richiamo dell'overclocking estremo, anche se a causa della temperatura della stanza in cui si trova sta diventando dorato e croccante.

Speciale Estate 2011 PC (e dintorni)

In generale, consigliare un sistema di raffreddamento a un esperto di overclocking è come dire a un pompiere che se entra in una casa in fiamme deve mettersi una tuta ignifuga. Iniziano a spuntare però, sistemi liquidi per computer standard, che hanno bisogno di questa soluzione magari perchè rinchiusi in spazi angusti. Uno dei più economici e semplici da installare è il KÜHLER H2O 920 della Antec, evoluzione dell'H2O 620, reperibile intorno agli 80 euro. Ma le soluzioni ad aria non sono da sottovalutare in quanto a funzionalità. Il nostro consiglio come sempre va alle ventole Noctua che al momento in termini di prestazioni e silenziosità dominano senza dubbio il mercato e soprattutto sono adattabili a un numero incredibile di socket. Purtroppo però anche in questo caso i problemi non sono pochi. Le ventole effettivamente efficaci sono infatti ingombranti e adatte solo a chi può montare un PC di dimensioni generose che di solito gode anche di sistemi di raffreddamento propri come l'HAF X. Ma è possibile ridurre l'ingrombro, anche se in modo relativo, con soluzioni intermedie e più economiche tra cui rientra l'Antec 300. E anche se le vostre necessità di raffreddamento devono considerare un case piccolo non disperate. Ventole come la Zalman CNPS8700 NT sono studiate apposta per i case più snelli compensando lo spessore ridotto, che nel caso della succitata ventola è di "soli" 67mm, con prestazioni spinte e con un'ampiezza maggiore.

Speciale Estate 2011 PC (e dintorni)

Infine non possiamo scordarci dei laptop che spesso offrono una qualità costruttiva capace di portare al surriscaldamento una CPU spenta. Anche in questo caso i fattori da considerare per un'unità di raffreddamento sono silenziosità, prestazioni e dimensioni visto che si parla di PC portatili che devono essere trasportabili ed utilizzabili anche in luogo pubblico. Ma c'è un altro fattore importante quando l'oggetto da comprare è un accrocchio di plastica esterno al PC. Si tratta della robustezza e sotto questo punto di vista la maggior parte dei supporti ventilati per laptop è estremamente deludente. Ebbene, il Logitech Speaker Lapdesk N700 è massiccio eppure non è nemmeno troppo pesante nonostante incorpori due speaker stereo di qualità medio-buona. Tra l'altro questo oggetto offre al pc un'ottima aderenza e non è per nulla brutto da vedersi. Infine, e forse questo è il suo punto distintivo maggiore, il dock Logitech è molto comodo da tenere in grembo e protegge le gambe dall'emissione di calore. Insomma un oggetto studiato con dovizia che tra l'altro costa solo 50 euro. Molti per un sistema di raffreddamento esterno, pochi per questo tipo di sistema di raffreddamento esterno.

I pericoli dell'estate

Speciale Estate 2011 PC (e dintorni)

Uno degli elementi fondamentali per tutti coloro che sono arrivati in riva al mare o si stanno dirigendo verso i favolosi lidi del nostro paese sono le protezioni. Innanzitutto se avete portato il vostro PC nella casa di vacanza e questa si affaccia sul mare state attenti a non lasciarlo per ore davanti a una finestra aperta. Certo, scrivere o giocare con la fresca brezza marina nel primo pomeriggio estivo è un piacere unico, ma la salsedine è un assassino silenzioso e letale. Un vero maestro nell'affinare in modo particolare vini e prodotti costieri ma temibile per le attrezzature elettroniche. Per fortuna già il fatto di tenere il PC fuori dalle grinfie del vento è una contromisura più che valida anche se in una barca o in una casa particolarmente umida ed esposta non sarebbe male proteggere il PC, magari infilandolo in uno scomparto protetto ai lati e affiancandoci un deumidificatore meccanico-refrigerativo. Certo il costo è più elevato rispetto ai classici deumidificatori essiccanti, ma ormai si trovano anche al di sotto dei 200 euro e possono essere più utili e sani di un condizionatore quando si tratta di rendere l'aria respirabile. Nel caso di tablet e smartphone per fortuna la protezione è più semplice visto il moltiplicarsi di custodie trasparenti di ogni dimensione che sono completamente isolanti e non alterano le funzionalità dei dispositivi che avvolgono. Gli ultimi scudi protettivi sono infatti capaci di trasmettere l'elettromagnetismo e sono abbastanza sottili da funzionare anche con i touch a pressione, ma ovviamente la precisione ne risente e nel caso di dispositivi portatili che scaldano troppo è bene stare attenti a sigillarli per ore in un ambiente chiuso. Inoltre uno strato plastico ulteriore aumenta la rifrazione e quindi peggiora la visualizzazione dello schermo. Dunque se non avete intenzione di giocare direttamente in riva al mare ma volete comunque usare intensamente il vostro tablet in spiaggia il consiglio è quello di stare semplicemente attenti limitandovi a combinare una custodia standard, magari traspirante, con uno strato antiriflesso come l'Anti-Glare Screen Protector per iPad.

Speciale Estate 2011 PC (e dintorni)

Una pellicola che protegge lo schermo dalle graffiature e non produce artefatti visivi come l'effetto arcobaleno.
Ma c'è un altro problema che circonda l'uso di un tablet in uno stabilimento o in una spiaggia affollata. Si tratta della privacy, nemico silenzioso di ogni spia, designer, manager top, politico corrotto e fruitore estremo di foto osè. Ebbene, proteggersi oggi è estremamente facile grazie ai filtri per la privacy realizzati da 3M. Si tratta di semplici sovraschermi rimovibili che rendono la visuale frontale ottima mentre annullano del tutto quella laterale. I filtri sono disponibili in molte forme e dimensioni e consentono addirittura di scegliere quale colore vedrà chi tenterà di sbirciare le vostre attività digitali. Il consiglio personale è Gold se siete politici e Black se tutto quello che avete da nascondere è un archivio di immagini vietate ai minori.

Il lato ludico della villeggiatura

I videogiochi sono spesso ispirati a luoghi reali o comunque a tipologie ambientali esistenti e girovagando capita spesso di vedere scorci che ci ricordano qualcosa che abbiamo vissuto in un mondo digitale. Siete capaci di scovarne? Oppure ne avete già nei vostri archivi fotografici? Se si, e non sono segreti di stato, mandateceli e se saranno in numero sufficiente imbastiremo una classifica per premiare l'occhio, e il luogo, migliore. Ovviamente parto io, con un posto che mi ha ricordato istantaneamente Ship Simulator.

Speciale Estate 2011 PC (e dintorni)