Anteprima di Warcraft III: The Frozen Throne (seconda parte)  1

Dopo l'ormai classico beta test, che ha coinvolto migliaia di utenti in tutto il mondo e l'altrettanto classico European Tour, tramite il quale lo stesso boss Bill Roper ha risposto a molti nostri quesiti, si conoscono ormai tutte le caratteristiche dell'imminiente Warcraft III: The Frozen Throne, atteso seguito di Reign of Chaos, RTS di casa Blizzard Entertainment. In questa seconda parte impareremo a conoscere i dettagli relativi alle modifiche e novita' che coinvolgeranno ognuna delle quattro razze presenti nel gioco.

I serve only the frozen throne!

Questa e' una frase che sentirete spesso se sceglierete il nuovo eroe dei non morti, il Crypt Lord. Personalmente in WarCraft III - Reign of Chaos i non morti non mi hanno mai entusiasmato piu' di tanto, ma con TFT il carisma di questa razza si e' rafforzato parecchio.
Crypt Lord (forza)
Al Blizzard European Tour Bill Roper ha spiegato che il Crypt Lord e' stato creato perche' la community ha apprezzato parecchio i Pit Fiend di WarCraft III. Effettivamente il Crypt Lord e' molto simile ad un ragno con su una corazza. Sono parecchio curioso di vedere il ruolo che gli verra' assegnato nella campagna single player, poiche' e' dotato di un carisma non indifferente.
Impale: usando questa abilita', delle enormi spine usciranno dal terreno, impalando il nemico che al suo ritorno a terra si trovera' stordito e danneggiato.
Summon Scarab: questa abilita' e' molto utile e forse indicata fin da subito. Il Crypt Lord potra' creare un "Carrion Scarab" dal corpo di un nemico morto: esso sara' permanente ma il numero massimo di questi insettoni e' limitato a 5.
Thron Shield: questa abilita' passiva garantira' una maggiore vita al Crypt Lord. Il danno subito sara' minore e il folle che osera' attaccare questo enorme essere non potra' fare a meno che subire danni.
Locust Swarm: questa e' senza dubbio l'abilita' del Crypt Lord meglio realizzata : il guscio del Crypt Lord si aprirà' e da esso usciranno moltissime locuste, che seguiranno ovunque l'eroe causando danni continui agli sventurati che si troveranon nei paraggi.
Obsidian Statue
Queste statue semoventi se ben utilizzate, possono determinare la vittoria delle forze dei non morti. Ogni statua possiede 2 abilita', entrambe con l'opzione di autocast. Una abilita' permettera' di ripristinare vita alle proprie unita', mentre l'altra permettera' di ripristinare il mana delle proprie unita'. Ma non e' finita qui, poiche' queste statue potranno, in caso di bisogno, trasformarsi in potentissime unita' volanti, i Destroyer.
Destroyer
Una volta trasformati, i Destroyer saranno utilissimi come contromagie: saranno immuni agli incantesimi negativi e potranno usufruire della abilita' "Assorbi Mana", "Divora Magia" (togliera' tutti gli incatesimi positivi e negativi da un'area, guadagando vita e mana) e "Orb of Annihilation", capace di aumentare il danno del destroyer stesso.
Skeletal Mage
Ecco un'altra vecchia conoscenza del mondo di Diablo II! Questi maghi scheletri posso essere evocati dai negromanti dopo un aggiornamento al tempio dei dannati. Facendo questo aggiornamento ogni necromante creera' dai corpi dei defunti uno scheletro guerriero e un mago scheletrico.

Feel the power of Voodoo! (You do?)

Uno dei problemi peggiori degli Orchi in WarCraft III - Reign of Chaos e' sicuramente la difficolta' di cura nei primi minuti di gioco. Spesso un giocatore si vede uccidere troppi grunt senza poterci fare nulla, ma in The Frozen Throne non e' cosi' : questo enorme sbilanciamento a sfavore dell'Orda e' stato messo a posto principalmente al loro nuovo eroe : il Troll Shadow Hunter. Dico principalmente perche' nel negozio riservato agli Orchi, il Voodoo Lounge, sara' possibile acquistare fin da subito uno speciale unguento curativo (ben 3 cariche!).
Troll Shadow Hunter (intelligenza)
Andando a memoria mi pare che questo eroe fosse stato gia' progettato per WarCraft III - Reign of Chaos ma che fosse stato messo da parte per fare spazio al Blademaster. Ora possiamo apprezzarlo pienamente in questa espansione e goderci i suoi riti voodoo!
Healing Wave: e' l'esatto contrario della catena di fulmini del Far Seer. Questa onda di energia positiva rimbalzera' dal bersaglio primario verso altri bersagli, curandoli. Ovviamente piu' e' alto il livello, maggiore sara' la quantita' di HP ripristinati e il numero di rimbalzi.
Hex: questo incantesimo permette al Troll Shadow Hunter di trasformare un'unita' bersaglio in un animale casuale, dal cinghiale alla pecora. La sua utilita' e' enorme, poiche', sebbene per un periodo di tempo brevissimo, questo incantesimo funziona anche contro gli eroi avversari.
Serpent Ward: grazie a questa magia, l'eroe potra' creare un'unita' di difesa sotto forma di serpente, capace di causare danni notevoli ma con pochissimi punti ferita. Per di piu', essendo una Ward, quest'unita' non potra' muoversi.
Big Bad Voodoo: un'ultimate spell che e' stata discussa parecchio per via della sua potenza spropositata. Questo incantesimo infatti rendera' invulnerabili tutte le unita' amiche nelle vicinanze del Troll Shadow Hunter, eccetto quest'ultimo. L'unico modo per poter fermare questo potente rituale e' bloccare l'eroe. Certo, se si mettono un bel po' di unita' a scudo del Troll Shadow Hunter...

Spirit Walker
Queste unita' appartengono alla razza dei Tauren, e sembrano la parte complementare dei loro compagni muscolosi e intrepidi, infatti sono dei maghi, capaci di rendersi eterei all'occorrenza. Le loro capacita' mistiche gli permetteranno di resuscitare un fratello Tauren caduto in battaglia oppure, tramite la magia "Spirit Link" di collegare le essenze vitali di piu' unita': il danno subito sara' ripartito tra le unita' collegate tra loro, rendendo molto piu' difficile l'uccisione di una delle stesse.
Troll Batrider
Questa nuova unita' volante dell'Orda garantira' piu' solidita' negli attacchi di tipo aria-aria. Infatti, sebbene siano in possesso dell'abilita' Liquid Fire, devastante per gli edifici, l'abilita' "Unstable Concotion" li fara' esplodere contro unita' volanti, uccidendo sul colpo unita' con pochi punti ferita come i gargoyle o gli ippogrifi, e danneggiando pesantemente unita' tipo i grifoni.

I am the iron hand of justice.

Anche il nuovo eroe elfico e' stato riciclato dal gioco originale : durante lo sviluppo di WarCraft III - Reign of Chaos venne abbandonata l'idea dell'assassina, ma con TFT possiamo rimediare a questo grazie a una versione riveduta dell'assassina, "the night elf warden".
Night Elf Warden (Agilita')
Questo eroe e' l'apoteosi della mobilita' : la sua velocita' di movimento permette al warden di comportarsi come vuole sul campo di battaglia, diventando al tempo stesso il silenzio e la morte. Sara' il primo nuovo eroe che incontreremo nel Single Player: il Warden elfico, di nome Malev, si rechera' a Nord-Est dell'Albero della Vita alla ricerca di Illidan per eliminarlo prima che possa causare altri danni (il nome della prima missione si chiamera' "Rise of the Naga", se avete letto la nostra intervista esclusiva ora avrete le idee un po' piu' chiare).
Blink: la mobilita' di questo eroe e' data principalmente da questa abilita', capace di teletrasportare istantaneamente il warden in un punto vicino della mappa. In single player la Blizzard ha puntato molto a questa abilita' per nascondere delle aree segrete. Maggiore il livello dell'abilita', minore il costo in mana e il tempo di cooldown (cioe' il ritardo prima di poter ripetere la magia).
Fan of Knives: questa abilita' permettera al Warden di causare danni ai nemici circostanti, lanciando loro addosso molti coltelli.
Shadow Strike: questa abilita' consentira' all'eroe di causare ingenti danni ad un bersaglio, ma oltre al danno iniziale vi sara' l'effetto del veleno. Semplice ma efficace.
Spirit of Vengeance: letteralmente, lo spirito della vendetta. Nessun nome sarebbe piu' appropriato, poiche' questa potentissima ultimate spell permettera' al Warden di concentrare l'essenza vitale dei propri compagni morti in un unico, potente e letale Demone.
Mountain Giant
Gli antichi guardiani di pietra di Kalimdor si sono risvegliati (un po' in ritardo, a mio avviso) per porre fine alla minaccia della Legione Infuocata: questi enormi colossi di pietra si uniranno dunque agli elfi per proteggere l'ambiente, diventando dunque la parte complementare degli agili Elfi: lenti, grossi e letali. Dotati di moltissimi punti ferita, potranno diventare ancora piu' resistenti tramite un aggiornamento all'albero della conoscenza, studiando "Hardened Skin" e "Resistant Skin", rispettivamente per aumentare la resistenza al danno fisico e magico. Questa fortissima unita' potra' inoltre sbeffeggiare gli avversari (abilita' Taunt) in modo da farsi attaccare da tutte le unita' nemiche in un certo raggio. Sebbene quindi possa essere usato come carne da macello (pensate a una sfilza di arcieri dietro al MG che esegue Taunt....) potra' essere usato come unita' d'attacco, grazie alla possibilita' di sradicare alberi dal terreno e usarli come arma contundente.
Faerie Dragon
Queste mistiche unita', nate dall'essenza magica delle foreste non temono nessun tipo di magia. Infatti, come le Driadi, queste unita' sono immuni alle magie. Inoltre possiedono la capacita' di reindirizzare gli incanteismi negativi verso coloro che li hanno lanciati (Mana Flare).
Inoltre i Farie Dragon possiedono l'utilissima abilita' "Phase Shift", che li rende capaci di spostarsi dal piano reale ad un piano spettrale una volta subito un danno : sebbene essi vi resteranno per un solo secondo, sara' piu' che sufficente per evitare di subire altri danni.

Ma con questo cosa voglio dire?

Trarre le conclusioni solo su una beta multiplayer chiaramente costringe a dare un giudizio "mozzato". Sebbene Warcraft III - Reign of Chaos sia stato (e lo sia tutt'ora) un ottimo gioco in multiplayer, la sua vera essenza la si capiva provando il singleplayer: insomma, il carisma di certi personaggi, la trama superbamente narrata dopo i fatali eventi di WarCraft II - Tides of Darkness fanno di W3RoC un gioco ancora migliore. Di conseguenza, quello che posso dire su quello che ho potuto provare e' che WarCraft III - The Frozen Throne sembra aumentare in maniera esponenziale la varieta' del gioco provata finora con WarCraft III "liscio".
Per quanto riguarda il multiplayer, W3TFT e' a mio avviso molto piu' equilibrato rispetto all'originale. Tuttavia il gioco e' ancora in fase di Beta Test e le patch continuano ad uscire con una frequenza veramente alta.
Avendo visto una piccola parte del single player al Blizzard European Tour sono comunque sicuro che anche questa volta Blizzard Entertainment ci regalera' una trama di rara bellezza come, dopotutto, avviene da anni con ogni suo titolo.
Dopotutto, Blizzard e' sempre Blizzard: io sono fiducioso, voi no?

Ma con questo cosa voglio dire?

Torna alla Prima parte Dell'anteprima

If you don't master your pain, your pain will master you!

La razza umana vede le sue truppe rafforzate dall'avvento dei Blood Elves, discendenti degli High Elves in cerca di vendetta, che pur di ritornare alla loro terra natia, Quel'Thalas, saranno disposti ad affrontare qualunque cosa. Il nuovo eroe infatti appartiene proprio a questa razza: si tratta dell'"Elven Blood Mage", da cui ho tratto la frase introduttiva.
Elven Blood Mage (intelligenza)
Se dovessi descrivere questo eroe con un solo aggettivo, l'unico adatto sarebbe "Distruzione". Le sue magie trovano sempre spazio in ogni battaglia, dando una garanzia in piu' di vittoria alla razza umana.
Flame Strike: questa abilita' (molto bella graficamente, tra l'altro) consiste nel colpire una vasta area con un'intensa colonna di fuoco causando ingenti danni agli sventurati che si troveranno in mezzo. Tuttavia, essendo devastante fin da subito, vi sara' una specie di "preavviso" di pochi secondi.
Mana Shield: abbastanza esplicativa come abilita', non solo permette di deflettere il danno ma anche gli incantesimi avversari.
Banish: forse l'abilita' piu' interessante assegnata al blood mage: l'unita' bersaglio diventera' eterea per un breve periodo, non potra' ne' attaccare ne' lanciare magie, ma nemmeno essere colpita. Non e' da sottovalutare questa magia, poiche' non e' solo offensiva per togliersi di torno un'unita' nemica, ma vi permettera' di salvare una vostra unita' acciaccata e in fin di vita.
Mark of Fire: questa e' l'ultimate spell del Blood Mage; sacrificando un'unita', essa si trasformera' in una potentissima Fenice, immune agli incantesimi e con un danno spropositato. Avra' come abilita' passiva immolazione, quindi verra' inflitto anche danno da fuoco. Putroppo, essendo una fenice, essa verra' consumata piano piano dalle sue stesse fiamme, fino ad una lenta ed inesorabile morte.
Blood Elf SpellBreaker
Questa unita' e' molto simile ad una driade: immune agli incantesimi e di bassissimo costo di produzione, ha una abilita' molto particolare: e' capace di "rubare" gli effetti positivi delle magie degli avversari e trasportarle sui propri alleati. Pensate di trovarvi contro un'orda di tauren sotto effetto di sete di sangue...
Dragon Hawks
Queste velocissime unita' di aria, nonostante non causino un danno spropositato, hanno una abilita' molto particolare, chiamata "Cloud": creando una nuvola blu (come nome non e' molto appropriato, forse nebbia sarebbe stato meglio, comunque...) qualunque edificio di difesa, ad esempio le torrette, non potra' attaccare. E' molto simile all'abilita' gia' vista in Starcraft "Disruption Web" utilizzata dai Crusader dei Protoss. Essi potranno inoltre bloccare per un certo periodo di tempo le unita' nemiche tramite l'abilita' "Aerial Shackles", che infliggera' inoltre 20 danni al secondo.