Diario del Capitano  0

Diario del Capitano

Nintendo ha lanciato il suo sassolino (o meglio, macigno) nello stagno e, cosa bizzarra, la prima a reagire sembra essere Sony e non Microsoft. Nessuna conferma ufficiale per il momento, ma i rumor sulla rete ci sono, eccome se ci sono: PlayStation 2 a 99 dollari (negli States) da novembre si mormora, anche se le alte sfere Sony per il momento si sono trincerate dentro un prevedibile 'no comment'. No comment appunto, ma niente smentite nè conferme. Un segnale piuttosto chiaro che almeno ci si sta pensando su. Del resto i dati parlano chiaro: una rondine non fa primavera, ed è difficile che il GameCube continui a stravendere come ha fatto immediatamente dopo il calo di prezzo, ma il rischio c'è e Sony è pronta a prendere adeguati provvedimenti. Soprattutto se il balzo in avanti del GC dovesse verificarsi anche sul mercato europeo e su quello giapponese. Il monopolio assoluto del mercato da parte del monolite nero non è in discussione, e Sony potrebbe tranquillamente lasciare il prezzo così com'è con la certezza di vendere comunque una valanga di console ma il rischio, per quanto remoto, che il 128bit Nintendo si piazzi primo come vendite questo Natale deve tormentare, e non poco, Kutaragi. Sony farà di tutto per impedire che questo ipotetico scenario si verifichi: per adesso sta a guardare, ma se sarà il caso non esiterà a tagliare il prezzo della sua ammiraglia.
E Microsoft? Per il momento da Redmond non ci sono segnali di un possibile adeguamento del prezzo di Xbox, anzi. Ma tra un paio di settimane la musica potrebbe essere molto diversa.

Mauro Fanelli, responsabile editoriale area Console.

- Commenta questo Diario sul nostro Forum! -