Diario del CapitanoDiario del Capitano 

Diario del Capitano

La mie peregrinazioni, alla ricerca del Display LCD per me perfetto, stanno continuando senza sosta. Ed ogni giorno, come un moderno Ulisse dell’era digitale, devo affrontare nuove e sempre più perigliose tentazioni contro le quali sono costretto a combattere ogni volta sempre più aspramente e senza esclusione di colpi.
Ieri è stata la volta di un GameBoy Advance: ed ho perso ennesimamente.
Non possedevo una console dall’epoca pionieristica dell’Atari 2600, e delle cosa ne andavo anche piuttosto fiero. A dir la verità già da diverso tempo covavo il desiderio di comprare uno di quei cosi che si attaccano alla TV e servono solo per giocare ma, purtroppo, tempus fugit …ed io di tempo per giocare ne ho sempre di meno, mentre i titoli che compro sono sempre di più. In poche parole affiancare ai giochi per PC anche quelli per Gamecube, ad esempio, avrebbe azzerato la mia già pericolante vita sociale.
Ieri, invece, il fatto di vedere un GamaBoy Advance in offerta speciale e di poter giocare, seppure per pochi minuti a Mario Kart e Street Fighter II Evolution Pro Champion Maranz Edition (forse mi sono un po’ confuso sul nome) ha avuto il sopravvento su di me. Il GBA lo tenevo d’occhio già da parecchio tempo, se non altro perché nella sua accezione di retro-console mi ha sempre attizzatto parecchio: poter rigiocare, in una rinovata veste e nei miei ritagli di tempo, ai piccoli grandi capolavori del passato come Final Fight e Doom è, per me, un valore aggiunto davvero inestimabile.
Peccato per la retroilluminazione assente che rende praticamente inutilizzabile la console in situazioni d'illuminazione non ottimale, e non parlatemi di Afterburner perché per essere una cosa “inutile” ci ho speso già fin troppi soldi. Almeno per questa settimana. #I1#

TI POTREBBE INTERESSARE