HD-DVD vs Blu-Ray = grande casino!  31

La guerra dei formati ha lasciato sul campo un sacco di vittime, in primis noi consumatori. Un po' di chiarezza e qualche critica.

La guerra tra HD-DVD e Blu-Ray ha molte analogie con quella tra VHS e Betamax. All'epoca la qualità era senza dubbio a favore del Betamax, eppure il VHS trionfò e molti sono pronti a giocarsi la palla destra (da biliardo) che è stato grazie alla scelta dell'industria del porno di avvalersi del supporto più economico (sul tema ho già scritto un editoriale lo scorso gennaio). Ad oggi molti sostengono che il Blu-Ray è qualitativamente migliore dell'HD-DVD ma non per questo il caso precedente ci dice che sia quella la chiave di volta. Alle spalle dei due formati ci sono due consorzi: Toshiba/Microsoft (quest'ultima del resto che altro avrebbe potuto appoggiare?) per HD-DVD e Sony/Panasonic/Sharp/Apple per Blu-Ray. Apparentemente non c'è storia. Eppure...
... le vie del signore sono infinite. Il Natale 2007 probabilmente sarà un primo giro di boa molto interessante per prendere i tempi. Il consorzino (per via dell'esiguità del numero di soci) HD-DVD lo sa bene e ha portato a termine un apparente colpaccio nell'ultimo periodo: un'esclusiva della Paramount/Dreamworks/Nickelodeon/MTV per 18 mesi, portando come dote iniziale Shrek 3 e Transformers. Se i bambini di tutto il mondo vorranno vedersi Shrek Terzo in alta definizione dovranno dotarsi di player HD-DVD. L'esclusiva è stata giustificata dalla Paramount da una "maggior convenienza per i consumatori finali nell'acquistare un lettore HD-DVD, più economico rispetto a formato concorrente". Fin qui, nulla da obiettare, anzi, che gentili. Poi si è saputo da qualche malelingua che il consorzio HD-DVD avrebbe pagato una non ben precisata cifra di 150 (!!) milioni di dollari per "operazioni marketing" alla Paramount, che molti hanno interpretato come un parziale risarcimento dei minori incassi che otterranno dal mancato supporto a Blu-Ray. L'accordo di esclusiva non includerebbe i film di quella vecchia volpe di Steven Spielberg, che non ci sta a perdere i soldi in quanto oramai coproduttore di ogni suo nuovo lavoro. Le parti non confermano e non smentiscono. Sarà vero? Lo vedo francamente verosimile, dato quanto segue.

Al momento le case di produzione cinematografiche hanno più o meno tutte fatto una scelta di campo scegliendo uno o l'altro formato. Gli schieramenti sono così formati.

HD-DVD: Paramount (Viacom), Universal e Warner Bros.
Blu-Ray: Disney/Pixar, Sony (ovviamente), 20th Century Fox, MGM/United Artists, Lions Gate e Warner Bros.

La lista per Blu-Ray è decisamente lunga, con Warner Bros a giocare in entrambi le partite. In una situazione del genere, non è difficile immaginare lo sforzo economico del consorzio HD-DVD per cercare di riequilibrare la situazione. La guerra delle console ci dice che è il software che fa la differenza. Ciò può essere facilmente traslato alla guerra dei formati video: è il film che fa la differenza. Avere il blockbuster è un considerevole vantaggio. Così come è un vantaggio essere in dotazione di serie con una console di successo (checchè se ne dica) come la PlayStation 3. Cosa che non si può affermare per Xbox 360 dove il lettore HD-DVD rimane un accessorio opzionale da comprare a parte. Detto questo è facile immaginare che fino all'accordo con Paramount le quantità di film Blu-Ray venduti negli Stati Uniti erano quasi doppie rispetto al concorrente.
Leggere il futuro di questa guerra non è facile. A gennaio avrei scommesso su HD-DVD, oggi non lo so. Vedo l'esclusiva con Paramount/Dreamworks un gesto estremo non sufficiente a riequilibrare la situazione, considerando che è notizia di pochi giorni fa che Sony avrebbe cominciato a chiudere entrambi gli occhi se qualcuno come la major porno Vivid si dovesse mettere a produrre film per adulti in formato Blu-Ray (come infatti ha fatto con il film "Debbie does Dallas again"). L'industria del porno sta attenta ai costi di produzione, ma fa attenzione anche al numero dei potenziali clienti. E se 1 PlayStation 3 = 1 lettore Blu-Ray, oggi al mondo ci sono almeno due milioni di lettori, contro i circa 300000 lettori HD-DVD inclusi quelli in bundle con l'Xbox 360. La scelta per il mondo del porno, con una Sony più permissiva, si fa ardua: spendere di meno sul disco (HD-DVD) o vendere di più (Blu-Ray)? La risposta è quasi scontata.
Alla prossima puntata, quando conosceremo il nome del vincitore.

Qualche mese fa sono stato sul punto di acquistare il lettore HD-DVD per l'Xbox 360. Poi per non farmi cogliere dal solito "acquisto d'impulso", che la maggior parte delle volte a mente lucida mi lascia con la sensazione del "sono stato trombato", mi sono documentato scoprendo che francamente è molto meglio astenersi, per il momento. E spiegherò qui i motivi.
Il primo motivo è che sappiamo che ci sarà un nuovo standard, ma ancora non ci è dato di sapere quale trionferà. Nel frattempo il rischio è che preferendo i Blu-Ray, ci si ritroverà con film in esclusiva su HD-DVD e viceversa. Probabilmente il film che volevate è proprio quello che non potrete comprare.
Il secondo motivo è che i cosiddetti lettori da tavolo (stand-alone) sono ancora troppo pochi e costano davvero troppo cari sia per l'uno sia per l'altro formato. Inoltre è probabile che avranno qualche difetto di fondo che verrete a sapere cinque minuti dopo essere usciti dal negozio con il pacco sotto il braccio grazie all'amico saccente incrociato per sfiga di fuori: lui vi criticherà, a prescindere dal modello. Sia se avrete scelto il Toshiba "economico" (si fa per dire) "perchè è il peggiore" anche se ne esistono solo due tipi, sia se avrete acquistato la PlayStation 3 perchè "ancora non ha giochi buoni e poi è grossa", sia se avrete acquistato il lettore combo LG Blu-Ray e HD-DVD all-in-one da un zilione di euro "perchè è un furto".
Il terzo motivo è che i film in alta definizione costano una cifra spropositata che non ne giustifica l'acquisto. A meno che non vedete l'ora di rivedere "2001 Odissea nello spazio" o quella, pardon, porcata de "La Mummia", non troverete un HD-DVD o Blu-Ray di film nuovi a meno di 28 euro, contro gli oramai 15-17 euro di un DVD normale.
Essendomi dato questi tre motivi, come detto, mi sono astenuto dall'acquisto: mi accontenterò per il momento di vedere "Il ciclo riproduttivo del canguro nano" su National Geografic Channel HD.