Virtua Tennis 3  0

L’avversario di Top Spin arriva finalmente su console ed al terzo episodio, non ci siamo fatti scappare la possibilità di provarlo!

Il sistema di controllo rimane al momento inalterato con i tasti quadrato, cerchio e croce che corrispondono -rispettivamente- al colpo tagliato, al pallonetto e al colpo normale, e con lo stick analogico che permette di direzionare i colpi effettuati; come in ogni altro Virtua Tennis, anche qui per portare a casa la vittoria sarà necessario utilizzare un certo tatticismo, utilizzando alla perfezione tutti i colpi disponibili per sbilanciare l’avversario. A seconda del tipo di campo (terra o erba) gli scambi di gioco saranno più o meno veloci, la scelta del personaggio invece peserà sulle adattabilità a certi tipi di terreni (il tennis è da sempre uno sport che si divide tra gli specialisti dell’erba e quelli della terra rossa). Le sequenze tra un colpo e l’altro si arricchiscono ora di tutta una serie di dettagli derivati dall’utilizzo di un nuovo hardware: i segni delle rughe intorno agli occhi, i nei, le macchie di sudore, l’intreccio dei capelli; tutto si integra alla perfezione con le animazioni dei giocatori che compiono un ulteriore passo verso il realismo (il movimento di piedi prima delle battute e il tuffo, in particolare). Nella versione finale del gioco, alle classiche modalità di torneo, sia affiancheranno una modalità carriera e tutta una serie di minigiochi studiati appositamente che verteranno intorno al Tennis stesso. Concludendo, va segnalato che le postazione di Virtua Tennis per PS3 e xbox360 esibivano un’evidente bollino che riportava la scritta “pronto al 15%”, nonostante questo il test può definirsi positivo: per quanto presentato in una versione decisamente embrionale, non si può che restare piacevolmente sorpresi dall’incredibile fluidità e dalla pulizia del comparto grafico, che vanno ad innestarsi sulle basi portanti di quello che si può definire il migliore gioco di tennis in circolazione. Al momento non ci è dato sapere se il gioco, alla sua uscità, avrà la possibilità di utilizzare il sensore di movimento del pad PS3, rimangono comunque forti dubbi a riguardo visto lo sviluppo parallelo del titolo per xbox360. Il gioco è previsto per la primavera del 2007, tutto il tempo necessario per renderlo memorabile.

Virtua Tennis non ha bisogno di presentazioni particolari: realizzato da AM2 (Virtua Fighter e Shenmue, tanto per fare due nomi a caso) e terzo capitolo di un gioco uscito ormai sei anni fa, si presenta sullo showfloor vestito a festa in questa primissima apparizione nextgen. Il gioco, per quanto si è potuto vedere, non ha subito grandi cambiamenti, l’aspetto al momento più sorprendente è sicuramente quello relativo alla resa visiva del gioco: il pubblico, gli atleti, il terreno di gioco, tutto sembra assolutamente realistico; lascia sinceramente a bocca aperta il lavoro fatto sugli atleti, ormai in tutto e per tutto simili alla loro controparte reale sia per quanto riguarda l’aspetto estetico che per quello che concerne le tipiche movenze. La versione presentata in fiera permette di partecipare in maniera assolutamente random (per quanto riguarda atleti e location) ad un incontro alla meglio dei tre game, in maniera del tutto simile alla versione coin-op nelle sue precedenti apparizioni.